Dép. féd. enviro., transp., énerg., comm

Aumentato di 2,104 miliardi il credito complessivo della NFTA

Berna (ots) - Per richiesta l'Ufficio federale dei trasporti (UFT) e dell'Amministrazione federale delle finanze (AFF), Il Consiglio federale ha preso nota dei nuovi metodi adottati per determinare l'adeguamento dell'indice della NFTA e dei loro risultati ed ha ampliato di 2,104 miliardi il credito complessivo della NFTA. Con tale adeguamento ad un totale di 14,104 miliardi, rimangono ora a disposizione, dedotta la perdita dovuta al rincaro, i fondi stanziati originariamente. Quale indice ufficiale di rincaro della NFTA è stato finora applicato, in accordo con le FFS, l'indice ZIW (Indice dell'edilizia abitativa di Zurigo). Un esame successivo ha rivelato che lo ZIW non riporta correttamente l'andamento specifico dei prezzi nel settore della costruzione di gallerie. Il settore edilizio infatti, al quale si riferisce lo ZIW, non è ben paragonabile per struttura dei costi e condizioni di domanda e offerta sul mercato al settore della costruzione di gallerie. Si è così rivelato necessario sviluppare un indice di rincaro specifico per la NFTA al fine di ristabilire la trasparenza dei costi. Il nuovo indice di rincaro considera la tipica ripartizione dei costi adottata per la costruzione della NFTA in diversi gruppi di costi quali gli onorari, le prestazioni personali, le spese di costruzione e la tecnica ferroviaria e fornisce così basi più precise per il rilevamento del rincaro effettivo. Sulla base del nuovo indice di rincaro sarà possibile in futuro effettuare controlli e prognosi dei costi più efficaci riguardo all'intero credito della NFTA. Per il periodo finora osservato, dal 1991 al 2000, lo sviluppo del nuovo indice di rincaro si mantiene su valori paragonabili a quelli dell'Indice nazionale dei prezzi al consumo. Il credito complessivo per la NFTA (prezzi di base del 1998) deve essere adeguato di 2,1 miliardi di franchi in modo che i fondi stanziati originariamente per la realizzazione del progetto siano di nuovo disponibili senza perdite dovute al rincaro (1,3 miliardi di franchi per correggere il ribasso legato all'applicazione dello ZIW negli anni dal 1991 al 1998 e 0,8 miliardi di franchi per il rincaro effettivo dello stesso periodo). Il rincaro, come del resto anche gli interessi intercalari e l'IVA, non erano mai compresi nel credito complessivo, dato che, nel caso di progetti di ampia portata e a lungo termine come la NFTA, non è possibile fare una prognosi affidabile di tali costi né il committente può esercitarvi un influsso. Per il finanziamento dei grandi progetti ferroviari tramite il fondo FTP, l'IVA e le variazioni dei costi dovute a motivi di mercato (rincaro) sono tuttavia considerate sulla base di tassi di rincaro annui oscillanti tra l'1,5 e il 2% nonché di un tasso del 4% d'interesse intercalare. Il Parlamento ha delegato al Consiglio federale la competenza per la copertura periodica di tali costi (rincaro, IVA, interessi intercalari) tramite ampliamenti del credito stanziato. ots Originaltext: ATEC Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Ufficio federale dei trasporti Comunicazione Tel.: +41 (0)31 322 57 75

Ces informations peuvent également vous intéresser: