Dép. féd. enviro., transp., énerg., comm

Incontro tra il Presidente Leuenberger e il capo indigeno Raoni

Berna (ots) - Il Presidente della Confederazione, Moritz Leuenberger, s'intratterrà domani, mercoledì, con il capo indigeno Raoni. Da 30 anni, Raoni, capo del popolo Kayapo, si batte contro il diboscamento della foresta pluviale amazzonica e per il rispetto dei diritti dei popoli indigeni, minacciati di estinzione. Raoni effettua attualmente un giro di visite in numerosi Paesi europei, al fine di sensibilizzare la comunità internazionale al problema della distruzione della foresta pluviale amazzonica a causa di depredazioni prolungate che mettono in pericolo l'ambiente vitale dei popoli aborigeni. I Kayapo vivono in un territorio creato nel 1993, che porta il loro nome. Con il Parco Nazionale Xingu esso si estende su una superficie di 180'000 km2 nella regione degli Stati federali brasiliani del Mato Grosso e di Para. In tutto diecimila persone di 16 etnie abitano i 20 villaggi situati in questo territorio, quattro volte più grande della Svizzera. Oltre a ricercare sostegno politico, il capo Raoni è in Europa anche in vista di raccogliere i fondi necessari alla costruzione di un istituto nel cuore della regione. Nell'istituto dovrebbero essere allestiti un ospedale, un laboratorio di ricerca, una scuola, una biblioteca ed altre infrastrutture destinate agli indigeni. L'impegno della Svizzera a favore dei circa 300 milioni di individui appartenenti ai popoli aborigeni di tutto il mondo data da anni; ciò in ragione del suo stesso tessuto storico, fatto di contatti con le minoranze e di pluralismo culturale, come pure nell'interesse di un ambiente intatto. I boschi, per esempio, sono di grande importanza anche per la Svizzera, e non soltanto in quanto risorse naturali da sfruttare, o in quanto protezione contro le valanghe e l'erosione del suolo, ma anche come aree ricreative. Da una ventina d'anni, l'ONU e numerose altre organizzazioni internazionali ricevono regolarmente a Ginevra delegazioni di rappresentanti dei popoli indigeni. Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) collabora assiduamente con organismi privati d'assistenza quali Incomindios, doCip, Gesellschaft für bedrohte Völker, Traditions pour Demain e altri. ots Originaltext: DATEC Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: DATEC Dipartimento federale dell'Ambiente, dei Trasporti, dell'Energia e delle Comunicazioni, Servizio stampa

Ces informations peuvent également vous intéresser: