Dép. féd. enviro., transp., énerg., comm

20 milioni per migliorare la sicurezza stradale

    Berna (ots) - L'anno scorso, il Fondo di sicurezza stradale (FSS) ha sostenuto diversi progetti volti a migliorare la sicurezza della circolazione stradale per un ammontare complessivo di 20 milioni di franchi. I contributi messi a disposizione hanno permesso tra l'altro di finanziare corsi di educazione stradale, di formazione e perfezionamento, attività di pubbliche relazioni e iniziative per alleviare le conseguenze di incidenti stradali. Il Consiglio federale ha approvato il rapporto e i conti annuali per l'anno 2000.

    I 20 milioni di franchi messi a disposizione dal Fondo di sicurezza stradale (FSS) hanno permesso nel 2000 di sostenere provvedimenti finalizzati ad una più grande sicurezza sulle strade. La maggior parte dei fondi è servita a sostenere le seguenti attività:

    - Il FSS 2000 ha sussidiato con circa 12.4 milioni di franchi l'educazione stradale e le pubbliche relazioni. Circa la metà della somma è stata investita nella tutela degli utenti della strada più deboli e vulnerabili: a questo proposito vanno citate in primo luogo le campagne nazionali promosse dall'Ufficio svizzero per la prevenzione degli infortuni (upi) e del Consiglio svizzero della sicurezza stradale (CSR). A chiusura della campagna triennale "Guarda meglio", il CSR ha richiamato l'attenzione su un comportamento rispettoso e solidale, concentrandosi soprattutto sulle situazioni di conflitto che confrontano gli utenti della strada più forti ai più deboli. I conducenti e i pedoni devono essere incoraggiati ad identificarsi nel ruolo dell'altro utente e ad accettarne i possibili comportamenti. L'upi invece ha indetto le azioni su scala nazionale "Zona di cortesia" a favore dei pedoni e "Inizio scuole" a favore dei bambini.

    - Circa 3.5 milioni di franchi sono stati stanziati per la formazione e il perfezionamento degli utenti della strada. In particolare è stato privilegiato il perfezionamento volontario dei conducenti di veicoli a motore e dei ciclisti.

    Il Fondo di sicurezza stradale

    Il FSS è un'istituzione pubblica che sottostà alla vigilanza del Consiglio federale. Esso promuove e coordina le misure di prevenzione degli incidenti della circolazione stradale. I mezzi di cui dispone provengono da un contributo che ogni detentore di veicoli a motore paga con il premio dell'assicurazione di responsabilità civile: tale contributo costituisce attualmente lo 0,75% del premio netto. Ulteriori ragguagli sul FSS e sui rapporti annuali 1999 e 2000 si possono ottenere visitando il sito www.verkehrssicherheitsfonds.ch.

ots Originaltext: DATEC
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Hubert Schalbetter, segretario del Fondo di sicurezza stradale,
tel. +41 31 323 42 71



Plus de communiques: Dép. féd. enviro., transp., énerg., comm

Ces informations peuvent également vous intéresser: