Dép. féd. enviro., transp., énerg., comm

Concluso l'esame del ricorso presentato dalla centrale nucleare di Gösgen contro le misure disposte dalla DSN

Berna (ots) - L'ATEC ha potuto concludere a fine maggio 2001 l'esame del ricorso inoltrato dalla centrale nucleare di Gösgen contro le disposizioni della Divisione principale per la sicurezza degli impianti nucleari emanate nel novembre 1999. Per la maggior parte delle 16 misure disposte si era già trovata una soluzione a fine 2000. Le parti hanno raggiunto un accordo anche sugli ultimi punti contestati grazie alla decisione della DSN di accordare alla centrale di Gösgen una proroga parziale del termine e, per una delle richieste, un nuovo parere. Inoltre, in merito a questa richiesta, la DSN si avvarrà di una perizia esterna. Nel novembre 1999, nell'ambito del rapporto sui controlli periodici di sicurezza della centrale nucleare di Gösgen-Däniken, la DSN aveva richiesto oltre 40 misure di miglioramento, di cui 16 erano state emanate in forma di disposizione. La centrale aveva impugnato la decisione entro il termine di legge con atto di ricorso all'ATEC. La procedura di ricorso è ora conclusa. A fine 2000, le proposte formulate dalla centrale nucleare di Gösgen per l'applicazione delle misure disposte avevano potuto essere accettate in 12 casi, in quanto adempivano e talvolta addirittura oltrepassavano le esigenze della DSN dal punto di vista della sicurezza tecnica. All'inizio del 2001, quattro punti erano ancora oggetto di litigio: un riadattamento (retrofitting) relativo all'installazione di un dispositivo di misurazione del livello di riempimento del contenitore pressurizzato del reattore in caso di incidenti rilevanti, l'installazione di un segnale di arresto rapido del reattore in caso di pressione eccessiva del nuovo vapore, l'elaborazione di un concetto di controllo dell'idrogeno nel contenitore del reattore (containment) in caso di incidenti rilevanti e l'installazione di uno scatto ritardato, comandato a distanza, della sirena nella zona 1. La centrale nucleare ha deciso l'applicazione conforme alle esigenze di tre delle quattro misure prescritte dalla DSN. A tal fine le è per altro accordato un termine più lungo di quello stabilito nel 1999. La DSN ha approvato la proroga del termine. Per quanto concerne la disposizione relativa all'installazione di un dispositivo di misurazione del livello di riempimento del contenitore pressurizzato del reattore, viene offerta alla centrale la possibilità di ulteriori chiarimenti circa l'effettiva utilità di tale dispositivo. La DSN ha accettato questo parere complementare poiché in effetti, nello stato attuale della tecnica, l'affidabilità dei sistemi di misurazione del livello di riempimento del contenitore pressurizzato del reattore in caso di incidente grave non è accertata al di là di ogni dubbio. La DSN richiederà in proposito anche una perizia indipendente. La decisione definitiva circa il retrofitting di un simile dispositivo di misurazione sarà presa dopo l'esame del parere della centrale nucleare come pure dell'esperto indipendente, probabilmente verso l'inizio del 2002. ots Originaltext: DATEC Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Edmund Knutti, aggiunto scientifico, Servizio giuridico, SG/ATEC, tel. +41 31 322 55 25 Johannis Nöggerath, capo divisione presso la DSN, tel. +41 56 310 39 16

Ces informations peuvent également vous intéresser: