Mehr Zweisamkeit für Eltern

Eltern werden ist nicht schwer - Paar bleiben aber sehr. Elternwissen kompakt- die Vortragsreihe zum Familien Forum ...

Dép. féd. enviro., transp., énerg., comm

Incentivazione delle zone con velocità limitata

Berna (ots) - L'introduzione delle zone con velocità limitata sarà più semplice. Il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) manda in consultazione una modifica in tal senso dell'ordinanza sulla segnaletica stradale (OSStr) e il disegno di un'ordinanza dipartimentale. Gli automobilisti, inoltre, saranno invitati a circolare con i fari accesi anche di giorno. Il DATEC intende inserire una raccomandazione in questo senso nell'ordinanza sulle norme della circolazione stradale (ONC). Le seguenti novità dovranno facilitare l'introduzione di zone con velocità limitata: - I Cantoni e i Comuni avranno la massima libertà nel predisporre le misure collaterali di supporto alla segnaletica. Le relative Istruzioni del 3 aprile 1989 concernenti la segnaletica per zone delle regolamentazioni del traffico come anche quelle del 1° maggio 1984 concernenti le strade residenziali vengono abrogate. La nuova ordinanza dipartimentale prevede un numero limitato di vincoli. - Al posto delle strade residenziali (precedenza ai pedoni, velocità massima di 20 km/h), per le quali sono previste condizioni di introduzione restrittive e che comportano interventi costruttivi costosi, vengono introdotte nella OOStr delle zone d'incontro (anch'esse caratterizzate da limite di 20 km/h e precedenza ai pedoni). Le zone d'incontro non sono però riservate ai quartieri residenziali, ma possono essere istituite anche in quartieri prevalentemente commerciali. L'introduzione su scala più ampia di zone con velocità limitata a 30 km/h e le nuove tipologie di zone a traffico limitato mirano ad incrementare la sicurezza stradale e la qualità di vita dei residenti. Si tratta di un obiettivo importante che la Confederazione intende perseguire con continuità. In questo modo le autorità federali percorre una via meno restrittiva di quella proposta dai promotori dell'iniziativa popolare "Per una maggior sicurezza stradale grazie alla velocità massima dei 30 km/h nelle località, con eccezioni (Strade per tutti)". Questa iniziativa chiede l'introduzione generalizzata del limite di velocità di 30 km/h nei centri abitati, indipendentemente dal grado di sistemazione e dall'assetto delle strade. Circolare con i fari accesi anche di giorno L'Ufficio federale delle strade (USTRA) si è impegnato attivamente a livello internazionale perché sia introdotto l'obbligo di circolare con i fari accesi anche di giorno, e ha presentato alla commissione europea per l'economia dell'ONU, a Ginevra, una richiesta a favore di una soluzione tecnica obbligatoria. Gli autoveicoli nuovi dovrebbero essere dotati di un dispositivo che si attiva al momento della messa in moto, accendendo automaticamente i fari. Passerà però ancora del tempo prima che questa soluzione tecnica sia decisa a livello europeo. Per aumentare fin da ora la quota di veicoli che circolano con i fari accesi, il DATEC intende inserire nell'ordinanza sulle norme della circolazione stradale (ONC) una raccomandazione simile a quella già oggi esistente per i conducenti di motociclette e ciclomotori, che di fatto risulta ampiamente seguita. ots Originaltext: UVEK Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: DATEC Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni, Servizio stampa, tel. +41 31 322 55 11. Allegato: elenco di argomenti

Ces informations peuvent également vous intéresser: