Dép. féd. enviro., transp., énerg., comm

Ampi consensi per i corsi Eco-Drive di Energia 2000

    Berna (ots) - Grazie ai corsi Eco-Drive è possibile ridurre in modo semplice e duraturo il consumo di carburante. E' quanto dimostra uno studio pubblicato oggi dall'Ufficio federale dell'energia, i cui autori consigliano vivamente di continuare l'offerta di questi corsi.

    Dal 1993, l'Ufficio federale dell'energia (UFE) sostiene i cosiddetti corsi Eco-Drive proposti dal settore «Carburanti» del programma d'azione Energia 2000. Tra il 1993 e il 1999, i quattro organismi che offrono tali corsi, ossia l'ASTAG (Associazione svizzera dei trasportatori stradali), la Posta, il Touring Club Svizzero (TCS) e il Verkehrs-Sicherheits-Zentrum Veltheim (VSZ Veltheim) hanno formato circa 27'000 persone a questo tipo di guida ecologica.

    Effetti dei corsi Eco-Drive

    Dal rapporto di sintesi «Evaluation der Eco-Drive-Kurse» (disponibile soltanto in lingua tedesca), riguardo agli effetti dei corsi emerge tra l'altro quanto segue:     - I partecipanti ai corsi Eco-Drive in media consumano l'11,7 percento di carburante in meno rispetto agli altri conducenti.

    - La guida di coloro che hanno frequentato i corsi non è più lenta di quella degli altri conducenti, anzi: la velocità media dei partecipanti è addirittura superiore del 2,5 %.

    - I corsi Eco-Drive sono ad effetto duraturo: i conducenti guidano in modo più ecologico sia immediatamente dopo aver terminato la formazione che a distanza di anni; essi ottengono infatti risultati nettamente migliori rispetto agli altri conducenti. I corsi di ripetizione, inoltre, permettono di raggiungere risultati ancora migliori.

    - In base ad una serie di indizi si può inoltre affermare che la frequenza di un corso porta a una diminuzione del rischio d'incidenti in quanto il comportamento nella circolazione dei conducenti risulta migliorato.

    La teoria non basta

    Le persone che hanno dichiarato di guidare «sempre» in modo ecologico non necessariamente hanno anche ottenuto risultati migliori. Rispetto ai partecipanti ai corsi Eco-Drive che vantano conoscenze simili, i non partecipanti ai corsi hanno dimostrato di consumare molta più benzina. In altre parole, le semplici conoscenze teoriche non bastano per ottenere i risultati auspicati. Solo grazie all'esperienza pratica è infatti possibile abituarsi a una guida più ecologica.

    Ampi consensi

    Chi, tra i partecipanti ai corsi offerti dai quattro organismi citati, ha partecipato al successivo sondaggio si è espresso in termini prevalentemente positivi. Il 90% o più delle persone intervistate si riconosce nelle seguenti affermazioni:     - «Gli istruttori dei corsi erano competenti ed hanno tenuto conto delle mie esigenze personali»

    - «La corsa di prova sulla strada è stata utile»     - «Le spiegazioni teoriche relativa alla guida ecologica sono state utili»

    - «Le spiegazioni tecniche relative al funzionamento dei motori sono state utili»

    - «Posso applicare con profitto le conoscenze acquisite durante il corso»     Raccomandazioni degli autori per il futuro

    In base agli effetti chiaramente quantificabili prodotti dai corsi Eco-Drive in termini di consumo di carburante, comfort durante la guida, ecc., appare del tutto opportuno continuare ad offrire questi corsi anche nell'ambito del programma che succederà ad Energia 2000. Ciò è particolarmente importante se si pensa che attualmente meno dell'uno per cento dei titolari di una licenza di condurre per automobili ha frequentato corsi Eco-Drive.

    A fronte dell'elevato numero di persone che non hanno ancora partecipato ai corsi, occorrerà, per l'attività futura, stabilire un ordine di priorità. Allo scopo di ottenere al più presto un calo significativo del consumo di carburante, si tratterà di far partecipare ai corsi dapprima i conducenti professionali e le imprese che possiedono veicoli che percorrono un elevato numero di chilometri all'anno. In secondo luogo i corsi saranno rivolti alle numerosissime persone che utilizzano la propria vettura principalmente a scopo privato, ma che annualmente percorrono un numero minore di chilometri. Il grande numero di persone che frequenterà i corsi col tempo si ripercuoterà in modo positivo sul consumo di carburante e sull'ambiente.

    Lo studio «Evaluation der Eco-Drive-Kurse», condotto da Daniel Hornung, Adrian Stiefel, Marx Stampfli e Benedikt von Hebenstreit, può essere ordinato, indicando il numero di riferimento 805.527 d, presso BBL/EDMZ, 3003 Berna, (www.admin.ch/edmz). I giornalisti possono ottenere il documento direttamente presso l'Ufficio federale dell'energia, tel. 031/322 56 24.

ots Originaltext: Ufficio federale dell'energia UFE
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
Peter Ghermi, Ufficio federale dell'energia, tel. +41 31 322 56 24.
DATEC Dipartimento federale dell'Ambiente, dei Trasporti,
dell'Energia e delle Comunicazioni Servizio stampa.



Plus de communiques: Dép. féd. enviro., transp., énerg., comm

Ces informations peuvent également vous intéresser: