Dép. féd. enviro., transp., énerg., comm

(ots) Nuova base legale per il registro delle misure amministrative

    Berna (ots) - Il Consiglio federale ha approvato in data odierna l´ordinanza concernente il registro automatizzato delle misure amministrative, che entrerà in vigore il 1 gennaio 2001. Questa decisione permette di soddisfare un importante principio della legge sulla protezione dei dati, secondo cui il trattamento automatizzato di dati personali degni di particolare protezione deve basarsi su una base legale formale. Una novità introdotta dall´ordinanza riguarda l´accesso al registro: oltre alle autorità che erano finora autorizzate al trattamento dei dati, hanno diritto di collegarsi al sistema anche le autorità penali e quelle giudiziarie che giudicano le infrazioni alla legge sulla circolazione.

    Dal 1987, l´Ufficio federale delle strade (USTRA) gestisce un registro automatizzato delle misure amministrative (ADMAS), in collaborazione con i Cantoni e il Principato del Liechtenstein. Il registro contiene tutti i provvedimenti amministrativi decisi dalle autorità svizzere e del Liechtenstein in materia di circolazione stradale (come il ritiro delle licenze di condurre e gli ammonimenti). Poiché la base legale che finora disciplinava il trattamento automatizzato di dati personali degni di particolare protezione relativi a provvedimenti amministrativi non è più sufficiente, si è resa necessaria una nuova regolamentazione. La legge federale sulla protezione dei dati chiede infatti che il trattamento di dati di questo genere, già contenuti in collezioni di dati esistenti, a partire dal 1 gennaio 2001 sia disciplinato da una base legale decisa nel corso di una procedura legislativa ordinaria. Questa base è costituita dall´articolo 104b della legge federale sulla circolazione stradale, approvata dal Parlamento il 18 giugno 1999, la cui entrata in vigore è ugualmente prevista per il 1 gennaio 2001. In virtù di questo articolo, la gestione del registro sarà disciplinata a livello di ordinanza.

    Dal punto di vista materiale, l´unica novità dell´ordinanza è che, oltre alle autorità finora autorizzate ad accedere al registro, anche le autorità giudiziarie e quelle preposte al perseguimento penale di infrazioni in materia di circolazione stradale hanno diritto di collegarsi ad ADMAS.

ots Originaltext: ATEC Dipartimento federale dell´Ambiente, dei
Trasporti, dell´Energia e delle Comunicazioni Servizio stampa
Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto:
ATEC Dipartimento federale dell´Ambiente, dei Trasporti, dell´Energia
e delle Comunicazioni Servizio stampa, Pascal Blanc, Ufficio federale
delle strade, tel. 0041 31 323 42 54



Plus de communiques: Dép. féd. enviro., transp., énerg., comm

Ces informations peuvent également vous intéresser: