Département fédéral des finances

Il Consiglio federale approva la strategia di Governo elettronico

Berna (ots) - La Svizzera è leader a livello internazionale nell'utilizzazione di singole applicazioni per le attività elettroniche del Governo e dell'Amministrazione (e-government). Tuttavia, se si vogliono sfruttare appieno i vantaggi delle tecniche di informazione e comunicazione (TIC), il loro impiego deve essere integrato a livello di Confederazione trasversalmente in tutti i dipartimenti nonché verticalmente nei Cantoni e comuni fino ad arrivare agli abitanti. In data odierna il Consiglio federale ha approvato la strategia di Governo elettronico, che definisce la via verso questo tipo di integrazione. Alla Confederazione spetta il compito di creare le condizioni quadro per la collaborazione con i Cantoni, i comuni e l'economia. Le prestazioni dirette per la popolazione devono essere offerte a livello di Cantone o di comune. Nel quadro del piano direttore dell'informatica dell'Amministrazione federale del 18 ottobre 2000, il Consiglio federale ha fissato l'obiettivo di creare un'amministrazione all'avanguardia nell'ambito dell'utilizzazione delle tecniche di informazione e comunicazione (TIC) e quindi dell'e-government. Già ora la Svizzera occupa una posizione leader a livello internazionale per quanto riguarda singole applicazioni e progetti inerenti al Governo elettronico. Il pieno potenziale delle TIC può tuttavia essere sfruttato solo se, attraverso una strategia superiore, si riuniscono gli sforzi e si creano requisiti comuni in materia di organizzazione, tecnologia e sicurezza. In questo modo è possibile assicurare a medio termine il perfezionamento del Governo elettronico a tutti i livelli (Confederazione, Cantoni, comuni, abitanti). L'e-government crea trasparenza e rafforza la fiducia nelle attività del Governo e dell'Amministrazione. Il Governo elettronico rende più aperte e democratiche le relazioni nella società e aumenta così l'attrattiva della comunità e della piazza Svizzera. Per avere successo si devono creare condizioni quadro favorevoli in materia di diritto (ad es. la firma digitale), sicurezza, affidabilità, standardizzazione (possibilmente indipendente dai produttori), processi comuni, qualità della formazione e pari opportunità. Con la strategia di Governo elettronico il Consiglio federale mira a raggiungere in modo concreto i seguenti obiettivi prioritari: - Efficienza: miglioramento del flusso di informazioni e comunicazioni - Flessibilità: adattamento facilitato ad un ambiente in evoluzione - Trasparenza: chiara rappresentazione delle procedure amministrative - Partecipazione: partecipazione ai processi politici Poiché non si possono raggiungere contemporaneamente tutti gli obiettivi, si sono fissate delle priorità. Nella prima fase strategica (della durata di 4 anni) tre indirizzi strategici costituiranno le linee direttive per un'efficace attuazione della strategia di Governo elettronico: - Obiettivo principale del primo indirizzo «creazione dei presupposti» è la volontà di garantire una collaborazione fluida all'interno dell'Amministrazione federale nonché fra quest'ultima e le amministrazioni cantonali. - Il secondo indirizzo «Service excellence» contribuisce all'ulteriore sviluppo della «cooperazione elettronica» tra lo Stato e le istituzioni dell'economia privata nonché le organizzazioni di diritto pubblico. - Oggetto del terzo indirizzo «interconnessione» è la promozione mirata di progetti per l'«integrazione elettronica» dell'attività governativa e amministrativa di Confederazione, Cantoni e comuni con l'economia e la società. I processi democratici convenzionali sviluppatisi in Svizzera fanno sì che elezioni e votazioni elettroniche non godino di alta priorità. Per il momento si realizzano quindi solo singoli progetti pilota, che permettono di chiarire questioni che la Confederazione sostiene a livello finanziario e appoggia con il suo knowhow. La Confederazione attribuisce la massima importanza alla creazione delle migliori condizioni quadro possibili per una collaborazione sicura ed efficiente con i Cantoni, i comuni e l'economia. In questo modo essa crea vantaggi rapidi e avvertibili dagli abitanti. I Cantoni e i comuni si occupano invece dei servizi forniti direttamente al cittadino. La strategia di Governo elettronico è vincolante per l'Amministrazione federale. Cantoni e comuni sono invitati ad attuarla sotto la loro responsabilità e in forma adattata. La Confederazione mette a disposizione i suoi servizi e il suo knowhow. La strategia di Governo elettronico dà molta importanza alla realizzabilità. Tale strategia sarà attuata in modo decentrato nei singoli dipartimenti e nelle singole unità amministrative. Un vasto portafoglio di prodotti e progetti, incluso nella strategia e periodicamente attualizzato, è uno strumento importante per la coordinazione e l'integrazione. ots Originaltext: DFF Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Jürg Römer Delegato per la strategia informatica della Confederazione Tel. +41/31/325'98'98 Mobile +41/79/277'37'65 Jean-Jacques Didisheim Caposettore Strategia, Metodi, Gestione dell'informazione, Organo di strategia informatica della Confederazione OSIC Tel. +41/31/325'90'17 Dipartimento federale delle finanze Comunicazione 3003 Berne Tel. +41/31/322'60'33 Fax +41/31/323'38'52 E-Mail: info@gs-efd.admin.ch Internet: www.dff.admin.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: