Dép. fédéral de justice et police

Il procuratore generale dell'Ucraina conferma la restituzione dei fondi di Lazarenko

Assistenza giudiziaria - collaborazione con la Svizzera "esemplare ed efficace" Berna (ots) - Il procuratore generale dell'Ucraina Mihail Potebenko ha confermato, con una lettera alla consigliera federale Ruth Metzler-Arnold, l'arrivo dei fondi restituiti dalla Svizzera in ottobre all'Ucraina in seguito alla procedura penale contro l'ex Primo ministro dell'Ucraina, Pavlo Lazarenko. Nella lettera il procuratore generale dell'Ucraina esprime la sua considerazione per l'assistenza giudiziaria "altamente professionale" fornita dalle procure di Ginevra e di Zurigo nonché dall'Ufficio federale di giustizia. Grazie a una serie di misure adottate in Svizzera in seguito alla richiesta di assistenza giudiziaria dall'Ucraina, importantissime questioni giuridiche sarebbero state risolte, le quali permetterebbero ora alla procura generale dell'Ucraina di condurre le proprie indagini in ampia misura anche in altri paesi. Il procuratore generale ucraino ha inoltre espresso la propria convinzione che la collaborazione nella lotta contro la criminalità organizzata e internazionale possa essere sviluppata in modo efficiente. In occasione dell'incontro tra i procuratori generali dell'Europa centrale e dell'Europa dell'est di giovedì e venerdì della scorsa settimana il procuratore generale Potebenko ha invitato il suo omologo svizzero Valentin Roschacher per una visita di lavoro presso la procura generale dell'Ucraina. Il procuratore generale della Confederazione darà seguito a quest'invito nel corso dei prossimi mesi. ots Originaltext: Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Internet: www.newsaktuell.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: