Dép. fédéral de justice et police

(ots) Lotta contro l'estremismo di destra

Il gruppo di lavoro ha pubblicato il rapporto Berna (ots) - Il Consiglio federale definisce il prosieguo della lotta contro l'estremismo di destra Il Consiglio federale si è di nuovo occupato lunedì dell'estremismo di destra in Svizzera. Fondandosi su raccomandazioni di un gruppo di lavoro del Dipartimento di giustizia e polizia (DFGP), ha stabilito il seguito della procedura: egli ha rinunciato a misure urgenti, ma ha conferito mandati di verifica della situazione legale in vari settori. Il Consiglio federale ha inoltre disposto l'elaborazione di proposte concernenti l'applicazione di raccomandazioni nei settori della politica sociale e dell'istruzione. Decise verifiche approfondite Dopo aver fatto il punto della situazione in merito all'estremismo di destra già il 23 agosto scorso e aver espresso la sua preoccupazione per lo sviluppo della situazione, il Consiglio federale ha oggi definito quali misure adottare per contenere la violenza di estrema destra e il razzismo. In tale contesto, ha chiesto alle competenti autorità di polizia di continuare ad applicare in modo coerente e coordinato le misure preventive di polizia. Ha inoltre incaricato il DFGP di verificare la legislazione e di formulare eventuali proposte concrete sulla falsariga delle raccomandazioni del gruppo di lavoro "Estremismo di destra". Il mandato riguarda soprattutto le raccomandazioni concernenti: - la definizione di una nuova fattispecie penale che colpisca il materiale propagandistico razzista e di estrema destra nonché gesti e simboli razzisti e di estrema destra; - il ritiro della riserva della Svizzera relativa alla libertà d'opinione nella Convenzione internazionale sull'eliminazione di ogni forma di discriminazione razziale; - i compiti e gli strumenti della legge federale sulle misure per la salvaguardia della sicurezza interna; - il catalogo dei reati della futura legge federale sulla sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico telecomunicazioni; - la creazione di una base legale per un rilevamento nazionale del fenomeno degli hooligan. Sarà accertato il fabbisogno di ricerca Il Dipartimento federale dell'interno (DFI) è stato incaricato di accertare il fabbisogno di ricerca sulla questione dell'estremismo di destra e del razzismo ed eventualmente di proporre mandati di ricerca. Il DFI elaborerà inoltre proposte d'applicazione delle raccomandazioni di politica sociale e di formazione per le quali non è competente il DFGP. Di tali raccomandazioni fanno parte in particolare anche quelle sul rafforzamento della Commissione federale sul razzismo. Rinuncia al diritto fondato direttamente sulla Costituzione Il DFGP ha rinunciato a proporre al Consiglio federale misure urgenti più severe, come potrebbero essere l'emanazione di un'ordinanza, fondata direttamente sulla Costituzione, volta a limitare l'importazione di materiale propagandistico di estrema destra o il divieto di partiti e raggruppamenti. Secondo il DFGP, non vi sono turbamenti dell'ordine pubblico o della sicurezza interna o esterna dello Stato talmente gravi o imminenti da rendere necessaria, al momento attuale, l'adozione di siffatte misure. Queste ultime vanno tuttavia esaminate ed eventualmente proposte nell'ambito dell'attività legislativa ordinaria. Esse non sono tuttavia da escludere come ultima ratio qualora la situazione dovesse aggravarsi ulteriormente. Gruppo di lavoro "Estremismo di destra" Sulla base di un'analisi dei punti deboli, il gruppo di lavoro del DFGP, composto anche di rappresentanti di altri Dipartimenti nonché dei Cantoni e del mondo scientifico, aveva presentato tutta una serie di raccomandazioni concernenti la prevenzione, la repressione, la coordinazione, l'informazione e aspetti sociali in generale relativi alla polizia di sicurezza. Tali misure vanno applicate a diversi livelli. Il Consiglio federale si è occupato delle raccomandazioni di chiara rilevanza politica, distribuendo mandati per l'ulteriore trattamento. Le raccomandazioni non espressamente trattate saranno valutate nell'ambito della normale attività amministrativa. Prosecuzione della politica federale contro l'estremismo di destra Già lo scorso 23 agosto il Consiglio federale si era occupato dell'estremismo di destra e aveva espresso la sua preoccupazione per lo sviluppo della situazione. All'epoca ribadì la volontà di sfruttare tutti i margini d'azione politica e giuridica e di combattere, insieme ai Cantoni e ai Comuni, le tendenze e le attività di estrema destra. Furono in particolare stigmatizzati l'espandersi del fenomeno, la crescente disponibilità a ricorrere alla violenza e le frequenti apparizioni sulla scena pubblica e su Internet. ots originale: Ufficio federale di poliziag, Berna Internet: www.newsaktuell.ch contatto: Jürg Bühler, Ufficio federale di polizia, tel. 031 322 36 07, internet: www.bundesverwaltung.ch [ 006 ]

Ces informations peuvent également vous intéresser: