Département fédéral de l'intérieur

Il Consiglio federale ha approvato la 4a revisione dell'AI: consolidamento finanziario, modernizzazione a favore degli invalidi e rafforzamento della vigilanza della Confederazione

Berna (ots) - Il Consiglio federale ha approvato la 4a revisione dell'AI che persegue principalmente quattro obiettivi: consolidamento finanziario, adeguamenti mirati delle prestazioni, rafforzamento della vigilanza della Confederazione nonché miglioramento e semplificazione delle strutture e della procedure. Riguardo agli adeguamenti delle prestazioni, un'indennità di assistenza sostituirà l'attuale sistema, complesso ed in parte iniquo, di prestazioniper invalidi che devono ricorrere a cure e assistenza. Non appena tutte le rendite completive si saranno estinte, a lungo termine la 4a revisione dell'AI permetterà di risparmiare 232 milioni di franchi l'anno. Le misure per il finanziamento supplementare dell'AI nell'ambito dell'11a revisione dell'AVS permetteranno di saldare i debiti dell'AI presumibilmente entro il 2007, creando cos" le condizioni per ripristinarne a medio termine l'equilibrio finanziario. L'assicurazione invalidità, che con l'AVS e le prestazioni complementari costituisce il primo pilastro del sistema svizzero delle assicurazioni sociali, è il pilastro portante di un sistema sociale volto ad integrare le persone che, per motivi di salute, non possono più o possono solo in parte provvedere personalmente al proprio sostentamento. Negli ultimi anni la situazione finanziaria dell'AI è continuamente peggiorata. Alla fine del 1996 i debiti ammontavano a 1,6 miliardi di franchi e nel 1997 avevano già raggiunto i 2,2 miliardi. Nel 1998, quale provvedimento di rapida efficacia, sono stati trasferiti all'AI 2,2 miliardi di franchi dal fondo delle indennità di perdita di guadagno (IPG), che disponeva di mezzi sufficienti. In tal modo si sono potuti estinguere i debiti dell'AI. Tuttavia, alla fine del 1999 i debiti ammontavano nuovamente a 1,5 miliardi di franchi. L'incremento dei costi va ricondotto in particolare all'aumento del numero di persone aventi diritto a prestazioni dell'AI.Le basi finanziarie dell'AII devono essere rafforzate. Nell'ambito dell'11a revisione dell'AVS è quindi previsto unaumento di un punto percentuale dell'imposta sul valore aggiunto nel 2003 ed iltrasferimento di altri 1,5 miliardi di franchi dal fondo IPG all'AI. Risultati della procedura di consultazione La procedura di consultazione sul progetto di 4a revisione dell'AI si è svolta dal giugno al settembre 2000. I provvedimenti tesi a conseguire entrate supplementari per l'AI sono contestati. E' stato messo in discussione il collegamento tra finanziamento supplementare dell'AI e garanzia delle basi di finanziamento dell'AVS nell'ambito dell'11a revisione dell'AVS. Vi sono anche opinioni divergenti riguardo al previsto aumento di un punto percentuale dell'imposta sul valore aggiunto a favore dell'AI. Una larga maggioranza dei partecipanti alla procedura di consultazione si è detta favorevole ai provvedimenti previsti per risanare l'AI. Tuttavia, l'ampio consenso riscontrato per la soppressione delle rendite completive è legato all'introduzione di un'indennità di assistenza consistente. Anche se l'introduzione di questa prestazione trova d'accordo la maggior parte dei partecipanti, ne sono contestati organizzazione e aspetti finanziari. I pareri sono discordanti per quanto riguarda l'introduzione di un servizio medico strutturato per regioni. L'idea di eseguire accertamenti medici più approfonditi è stata s" generalmente caldeggiata, ma oltre la metà dei partecipanti ufficiali si sono dichiarati contrari all'istituzione di un servizio medico a struttura regionale. La creazione di un organo amministrativo federale è stata respinta. Consolidamento finanziario La 4a revisione dell'AI prevede misure volte a ridurre le spese quali la soppressione della rendita completiva per il coniuge (con garanzia dei diritti acquisiti per le persone che, al momento dell'entrata in vigore della revisione, beneficiano già di questa prestazione), la soppressione delle rendite versate per casi di rigore e, nel contempo, la creazione di un diritto a prestazioni complementari (PC) per i beneficiari di quarti di rendita, un miglior controllo dei costi e una base legale per il finanziamento di analisi scientifiche. Adeguamenti mirati delle prestazioni L'introduzione dell'indennità di assistenza, con cui si intende sostituire l'attuale sistema, che comprende assegni per grandi invalidi, sussidi per minorenni grandi invalidi e sussidi per i costi delle cure a domicilio, rappresenta un adeguamento delle prestazioni volto a realizzare una maggiore autonomia degli invalidi. L'indennità di assistenza deve permettere agli invalidi che, per un lungo periodo e regolarmente, necessitano di cure o di assistenza di coprire almeno in parte i costi che ne risultano. Il Consiglio federale propone di raddoppiare gli importi attuali dell'assegno per grandi invalidi per gli invalidi che vivono a domicilio. D'ora in poi anche gli invalidi psichici o mentali leggeri che vivono a domicilio e devono ricorrere all'accompagnamento di terzi nell'organizzazione della realtà quotidiana avranno diritto ad un'indennità di assistenza. Per gli assicurati minorenni bisognosi di cure particolarmente assidue il Consiglio federale prevede inoltre un supplemento il cui importo verrà fissato in base a tre livelli di bisogno di assistenza. Occorre inoltre introdurre un sistema d'indennità giornaliere adeguato ai bisogni attuali, trasparente e indipendente dallo stato civile che sostituisca quello odierno, ormai superato. Infine, in futuro l'AI dovrà assumere, a condizioni ben definite, i costi supplementari dovuti all'invalidità nell'ambito del perfezionamento professionale, indipendentemente dall'ambito professionale. Viene cos" creata la base che garantisce agli invalidi le stesse opportunità di evoluzione professionale delle altre persone. Rafforzamento della vigilanza della Confederazione Il sistema odierno basato sulla verifica delle indicazioni mediche da parte degli uffici AI non è sufficiente per far fronte al forte aumento dei titolari di rendite AI. Vanno aggiunte le notevoli differenze, esistenti da anni, tra i Cantoni quanto alla probabilità di diventare invalidi ai sensi della legge e di ricevere una rendita. Nel progetto di revisione respinto in votazione popolare nel giugno 1999 - soprattutto a causa della criticata soppressione del quarto di rendita -, il Parlamento aveva già proposto l'introduzione di servizi medici regionali. Questa misura è prevista dal Consiglio federale anche nel nuovo progetto di revisione. Analogamente agli uffici AI, i servizi medici dovranno essere direttamente sottoposti alla vigilanza tecnica dell'Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS). Lo scopo è di creare più regioni in cui un ufficio AI venga incaricato della gestione del servizio medico. Questi servizi medici regionali aiutano gli uffici AI esaminando le condizioni mediche di diritto alle prestazioni AI, in particolare nell'ambito dei provvedimenti professionali e delle rendite. Se necessario, possono eseguire esami medici sugli assicurati. Questo provvedimento dovrà permettere una valutazione delle richieste di prestazioni il più possibile uniforme a livello nazionale, qualitativamente migliore e rapida. Rispetto alla situazione attuale si prevedono per l'AI costi supplementari annui ammontanti a circa 20 milioni di franchi. A lungo termine, però, l'introduzione di servizi medici regionali dovrebbe permettere di arginare l'incremento delle spese nel settore delle rendite AI. Un'altra misura volta a rafforzare la vigilanza esercitata dalla Confederazione prevede l'obbligo di procedere ogni anno al controllo della gestione degli uffici AI. Fino alla fine del 1999 questi controlli venivano effettuati di regola ogni cinque anni, dall'inizio del 2000 ogni tre anni. Grazie al rafforzamento della vigilanza a livello federale viene maggiormente garantita, per quanto riguarda le decisioni, una prassi ineccepibile dal punto di vista giuridico e uniforme a livello nazionale. Miglioramento e semplificazione delle strutture e della procedura D'ora in poi le controversie in materia di tariffe tra l'AI e i fornitori di prestazioni saranno giudicate da tribunali arbitrali cantonali. Si dovrà inoltre migliorare la collaborazione tra uffici AI, organi di esecuzione dell'assicurazione contro la disoccupazione e organi di esecuzione cantonali, responsabili del promovimento dell'integrazione professionale, di modo che le persone senza lavoro possano reinserisi nel mondo del lavoro il più rapidamente possibile e riducendo al minimo le procedure burocratiche. Ripercussioni finanziarie Nei primi 15 anni le spese dell'AI diminuiranno in media di 55 milioni di franchi l'anno. Non appena tutte le rendite completive si saranno estinte, la revisione permetterà all'AI di conseguire risparmi ammontanti a 232 milioni di franchi l'anno. Tenendo anche conto delle conseguenze finanziarie sull'AVS e sulle PC delle misure previste dalla revisione, a lungo termine la Confederazione potrà risparmiare complessivamente 86 milioni di franchi e i Cantoni 14 milioni di franchi l'anno. Grazie alle misure per il finanziamento supplementare dell'AI nell'ambito dell'11a revisione dell'AVS e a quelle della 4a revisione dell'AI, l'AI potrà presumibilmente saldare per intero i suoi debiti entro il 2007 e riequilibrare il suo bilancio. ots Originaltext: DFI Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Dipartimento fed. Dell'interno, Servizio stampa e informazione Informazioni: tel. +41 31 322 91 32, Beatrice Breitenmoser, vicedirettrice, Divisione assicurazione invalidità, Ufficio federale delle assicurazioni sociali Allegati: - tabella bilancio preventivo dell'AI tenuto conto dell'11a revisione AVS - tabella bilancio preventivo dell'AI tenuto conto dell'11a revisione AVS e della 4a revisione AI - tabella indennità di assistenza - tabella sistema delle indennità giornaliere dell'AI - tabella entrate e uscite dell'AI fino al 1999 - tabella evoluzione delle uscite dell'AI fino al 1999 (contributi/rendite minime) Indicazioni: il messaggio e la legge federale sull'assicurazione per l'invalidità (LAI) nonché il rapporto sui risultati della procedura di consultazione saranno consegnati ai giornalisti i a Palazzo federale venerd" 23 febbraio 2001. Presumibilmente a partire da questa data il messaggio sarà disponibile all'indirizzo Internet www.bsv.admin.ch. La documentazione concernente la procedura di consultazione (giugno 2000) e i fogli informativi (maggio 2000) sono disponibili all'indirizzo http://www.ufas.admin.ch/iv/aktuell/i/index.htm

Ces informations peuvent également vous intéresser: