Département fédéral de l'intérieur

Maggiore collaborazione tra Confederazione e Cantoni nell´ambito degli istituti superiori universitari

    Berne (ots) - Il Consiglio federale ha approvato l´accordo di collaborazione tra la Confederazione ed i Cantoni nel settore dell´istruzione superiore. L´accordo rende possibile in particolar modo la realizzazione della Conferenza universitaria svizzera prevista nella nuova legge sull´aiuto alle università, quale istituto di politica universitaria comune dotato di competenze settoriali, e dell´Istituto per l´accreditamento e per la garanzia di qualità che deve ancora essere creato.

    La legge federale sull´aiuto alle università e la cooperazione nel settore universitario entrata in vigore il 1 aprile 2000 non rappresenta più soprattutto uno strumento di sovvenzione, come quella sull´aiuto alle università abrogata. Infatti introduce disposizioni di ampia portata per il coordinamento e la collaborazione nell´istruzione superiore svizzera. Una delle novità più significative è la creazione della Conferenza universitaria svizzera (CUS) quale istituto di politica universitaria comune tra Confederazione e Cantoni con competenze settoriali per decisioni vincolanti. Al fine di sottolineare la cooperazione con i Cantoni, la CUS sarà fondata su un accordo di collaborazione tra la Confederazione ed i Cantoni nel settore dell´istruzione superiore, approvato oggi dal Consiglio federale. In virtù di questo accordo, la Confederazione ed i Cantoni istituiranno un Istituto per l´accreditamento e per la garanzia di qualità definendo al contempo i compiti che la CUS affiderà alla Conferenza dei rettori. Con l´accordo, la Confederazione ed i Cantoni universitari si impegnano a promuovere in comune la qualità nell´insegnamento e nella ricerca ed a collaborare per garantire: & 61623; l´istituzione di reti e centri di competenza nel settore dell´istruzione superiore, & 61623; la concorrenza tra gli istituti superiori universitari, & 61623; condizioni favorevoli alla collaborazione internazionale, & 61623; una maggiore applicazione pratica dei risultati delle ricerche. In base all´accordo di collaborazione, le future misure che verranno decise di comune accordo perseguiranno tra l´altro gli scopi seguenti: realizzare la parità di trattamento tra donne e uomini a livello universitario, rendere più semplice cambiare la sede degli studi, garantire la qualità e il paragone tra i costi, le prestazioni ed i corsi di studio. La Conferenza universitaria svizzera La Conferenza universitaria svizzera inizierà i propri lavori il 1 gennaio 2001. Quale primo presidente è stato designato il signor Charles Kleiber, Segretario di Stato per la scienza e la ricerca. La CUS & 61623; emana disposizioni vincolanti per le parti all´accordo sulla durata degli studi e sul riconoscimento delle prestazioni e dei diplomi; & 61623; accorda contributi vincolati a progetti; & 61623; valuta ad intervalli regolari l´attribuzione dei Poli di ricerca nazionali; & 61623; riconosce istituti e corsi di studio; & 61623; emana direttive per l´applicazione delle conoscenze acquisite grazie alla ricerca.

    Istituto per l´accreditamento e per la garanzia di qualità L´Istituto per l´accreditamento e per la garanzia di qualità, che dovrà essere creato in virtù dell´accordo di collaborazione, sarà incaricato di: & 61623; definire i requisiti della garanzia di qualità, & 61623; presentare proposte per un procedimento svizzero di accreditamento di istituti e corsi di studio, & 61623; eseguire procedure di accreditamento per istituti, & 61623; elaborare raccomandazioni per valutazioni eseguite dalle università sotto la propria responsabilità,

ots originaltext: DIPARTIMENTO FEDERALE DELL´INTERNO Internet: www.newsaktuell.ch

Contatto: Isabella Brunelli, Sezione Affari universitari presso l´Ufficio federale dell´educazione e della scienza, tel. +41 31 322 96 64



Plus de communiques: Département fédéral de l'intérieur

Ces informations peuvent également vous intéresser: