Département fédéral de l'intérieur

Indice nazionale dei prezzi al consumo nel novembre 2000
Rincaro annuo dell´1,9 per cento

Rettificata la ponderazione dell´olio da riscaldamento e dell´elettricità, il rincaro scende Neuchâtel (ots) - Nel novembre 2000, l´indice nazionale dei prezzi al consumo, calcolato dall´Ufficio federale di statistica (UST) ha segnato un aumento dello 0,5 per cento rispetto al mese precedente, portandosi al livello di 101,1 punti (maggio 2000 = 100). In un anno, il rincaro è risultato dell´1,9 per cento; era stato dell´1,3 per cento sia nell´ottobre 2000 che nel novembre 1999. Senza l´influsso dell´olio da riscaldamento e della benzina, il rincaro annuo ammonterebbe allo 0,9 per cento. Il forte rincaro dell´olio da riscaldamento ha spinto verso l´alto l´evoluzione dei prezzi registrata negli ultimi mesi, soprattutto nel settembre 2000, mese in cui il rincaro su base annua ammontava al 2,3 per cento. Questa evoluzione ha fatto sorgere qualche dubbio circa l´adeguatezza del peso attribuito all´olio da riscaldamento nel nuovo paniere dell´indice. Per tale ragione, l´Ufficio federale di statistica (UST) ha sottoposto a verifica la base di ponderazione delle fonti energetiche per l´abitazione. Dai risultati di tale verifica, ora disponibili, emerge che il modello di stima finora utilizzato ha effettivamente portato a una forte sopravvalutazione della quota di olio da riscaldamento e a una corrispondente sottovalutazione del peso attribuito all´elettricità nel budget medio delle economie domestiche. L´UST ha pertanto rettificato le ponderazioni dell´indice e i risultati mensili da giugno a ottobre 2000. I dati qui pubblicati per il mese di novembre si basano già sulla ponderazione rettificata. Il rincaro nel mese di novembre 2000 Aumento degli affitti determinante per il rincaro Nel novembre 2000, l´aumento dell´indice nazionale è da attribuire principalmente all´incremento dell´indice del gruppo abitazione ed energia (+1,2%). Particolarmente importante è stato l´aumento dell´indice degli affitti (+1,5%) rispetto all´agosto 2000. Rispetto alla rilevazione precedente, sono aumentati anche gli indici dei gruppi indumenti e calzature (+1,0%), trasporti (+0,7%), altri beni e servizi (+0,3%) e prodotti alimentari e bevande analcoliche (+0,2%). I prezzi dei sette gruppi rimanenti non sono stati rilevati nel mese in rassegna. Aumento dei prezzi dei beni indigeni e dei beni importati L´Ufficio federale di statistica comunica inoltre che il livello dei prezzi è progredito dello 0,4 per cento per i beni indigeni e dello 0,6 per cento per i beni importati. In un anno, i beni indigeni hanno registrato un rincaro medio dell´1,1 per cento e i beni importati del 4,3 per cento. Evoluzione dei prezzi nei singoli gruppi nel novembre 2000 L´aumento dell´indice del gruppo abitazione ed energia è da attribuire in primo luogo agli affitti. In seguito all´incremento dei tassi ipotecari, il livello nazionale degli affitti è infatti progredito dell´1,5 per cento rispetto all´agosto 2000, situandosi del 3,0 per cento al di sopra del livello dell´anno precedente. Altri aumenti sono stati registrati per il gas e per l´olio da riscaldamento: quest´ultimo è rincarato dello 0,9 per cento rispetto all´ottobre 2000 e del 64,0 per cento nel giro di un anno. Sono invece scesi i prezzi dei materiali per la manutenzione e la riparazione dell´abitazione. Nel gruppo indumenti e calzature sono lievemente rincarati i vestiti, gli accessori per vestiti e le calzature. Nel gruppo trasporti sono stati rilevati solo i prezzi del carburante, aumentati del 2,3 per cento rispetto al mese precedente e del 15,4 per cento nei confronti dello stesso periodo del 1999. Il lieve aumento dell´indice del gruppo altri beni e servizi è da attribuire soprattutto all´incremento dei prezzi degli articoli da toeletta e dei parrucchieri. L´aumento del gruppo prodotti alimentari e bevande analcoliche è da imputare in particolare al rincaro della pasta alimentare, del caffè in chicchi, della panna, della carne di pollame, dei salumi e dell´insalata. Sono invece diminuiti i prezzi della maggior parte della frutta, della carne di maiale e del pane. Concatenamento con precedenti serie dell´indice Collegando per via aritmetica le precedenti serie con l´attuale indice, si ottengono per il mese di novembre 2000 indici di 107,2 punti sulla base maggio 1993=100, di 148,5 punti sulla base dicembre 1982=100, di 185,1 punti sulla base settembre 1977=100 e di 312,0 punti sulla base settembre 1966=100. Previsioni del rincaro nel 2000 e nel 2001 L´UST prevede che, sulla base degli indici rettificati da giugno a ottobre, il rincaro annuo medio nel 2000 si attesterà sull´1,6 per cento. Per il 2001, supponendo che i prezzi dei prodotti petroliferi rimangano più o meno stabili, il rincaro annuo medio dovrebbe fissarsi al 2 per cento. Nuova ponderazione dell´olio da riscaldamento e dell´elettricità - valori di rincaro riveduti da giugno a ottobre 2000 Ponderazione dell´energia - metodologia La ponderazione dell´indice del paniere tipo, introdotto nel maggio 2000, si basa sull´indagine sul reddito e sul consumo 1998 (IRC 98), comprendente un campione di 9300 economie domestiche. Questa indagine fornisce risultati rappresentativi sulle abitudini di consumo della popolazione residente in Svizzera. Contrariamente alla maggior parte delle altre posizioni dell´indice, i diversi pesi delle fonti energetiche per l´abitazione (olio da riscaldamento, energia elettrica, gas, ecc.) non possono essere ripresi direttamente dall´IRC 98, perché gran parte delle rispettive spese sono registrate genericamente sotto la voce "costi accessori legati all´abitazione". Pertanto, dall´IRC 98 è possibile riprendere unicamente il peso complessivo dell´energia per l´abitazione. Per ripartire queste spese tra le singole fonti energetiche, vanno dapprima effettuate supposizioni con l´ausilio di altri dati e in seguito stimati i rispettivi pesi. Nel caso dell´indice nazionale, questa stima è stata effettuata in base alla statistica globale dell´elettricità. Essa fornisce infatti informazioni quantitative (in terajoules) sul consumo energetico delle economie domestiche. Grazie alle informazioni fornite da questa statistica, è stato possibile trovare una chiave di ripartizione che consentisse di determinare il volume di terajoules di energia consumati dalle economie domestiche nel 1998 per ogni fonte energetica (olio da riscaldamento, elettricità, ecc.). Nuova ponderazione dell´energia per l´abitazione Il forte rincaro dell´olio da riscaldamento ha spinto verso l´alto l´evoluzione dei prezzi registrata negli ultimi mesi, in particolare nel settembre 2000, mese in cui è stato calcolato un rincaro del 2,3 per cento su base annua. Questa evoluzione ha fatto sorgere qualche dubbio circa l´adeguatezza dell´elevata quota attribuita all´olio da riscaldamento nel paniere dell´indice (revisione maggio 2000). Da una verifica effettuata in seguito al forte aumento dei prezzi dell´olio da riscaldamento, è emerso che la chiave di ripartizione scelta, basata sulle quantità, non fornisce un´adeguata approssimazione della struttura dei consumi delle economie domestiche, in quanto presuppone lo stesso prezzo per ogni fonte energetica. Il prezzo di un joule d´olio da riscaldamento ammonta però soltanto a un settimo di quello di un joule di energia elettrica. Questa differenza può essere presa in considerazione soltanto con un rispettivo appuramento dei prezzi nella stima dei pesi nell´indice del paniere tipo. Risultati riveduti Questa rettifica della ponderazione dell´energia per l´abitazione non incide né sul metodo di calcolo dell´indice nazionale né sulle rilevazioni dei prezzi. Pertanto, anche le singole posizioni dell´indice non sono toccate. Questa nuova ponderazione determina però una rettifica dei pesi nel paniere tipo e modifica i risultati dell´indice nazionale per il periodo da giugno a ottobre 2000. Ecco i risultati rettificati da giugno a ottobre 2000 (maggio 2000 = 100): Risultati da giugno a ottobre 2000 (maggio 2000 = 100) GiugnoLuglioAgostoSettembreOttobre Indice iniziale 100.4100.6100.3101.5101.2 Indice rettificato100.4100.4100.2100.7100.6 Rincaro annuo iniziale in %1.92.01.32.31.9 Rincaro annuo rettificato in %1.81.91.11.41.3 Altre informazioni I risultati dell´indice nazionale dei prezzi al consumo sono particolarmente importanti, essendo impiegati per stipulare contratti, emettere sentenze, e fissare clausole in leggi e ordinanze. Inoltre, svolgono un ruolo importante nelle trattative salariali tra le parti sociali per la compensazione del rincaro. Infine, sono utilizzati a titolo orientativo dalla Banca nazionale per la sua politica monetaria, dai responsabili economici e politici per l´attuazione delle strategie politiche nonché da istituti economici e banche per le rispettive proiezioni economiche. Per domande sull´utilizzazione dei risultati dell´indice rettificati, l´UST ha allestito una hotline telefonica in funzione dal lunedì al venerdì, dalle 08.00 alle 17.00 al numero 032 713 69 00. I risultati principali rettificati sono ottenibili da subito al servizio d´informazioni telefoniche dell´UST, tel. 0900 55 66 55, oppure via fax al numero 0900 55 91 00. Gli abbonati alla pubblicazione mensile sull´indice nazionale riceveranno una sintesi dei risultati rettificati da giugno a ottobre 2000 con il prossimo numero. Le altre persone interessate possono richiedere queste informazioni gratuite telefonando alla hotline citata. ots Originaltext: Ufficio federale di statistica, Servizio informazioni Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Rettifica della ponderazione: * Dieter Koch, UST, Sezione prezzi e consumo, tel. +41 32 713 68 43 * Felix Herzig, UST, Divisione economia e prezzi, tel. +41 32 713 60 06 * Corinne Becker, UST, Sezione prezzi e consumo, tel. +41 32 713 67 50. Risultati: * Gilbert Vez, UST, Sezione prezzi e consumo, tel. +41 32 713 69 00 * Reto Weber, UST, Sezione prezzi e consumo, tel. +41 32 713 64 45. Per ulteriori informazioni si rimanda al sito Internet dell´UST all´indirizzo: http://www.statistique.admin.ch.

Ces informations peuvent également vous intéresser: