Dép. fédéral des affaires étrangères

Conclusioni del Consiglio Affari generali, del 15 aprile 2002, concernenti le relazioni Svizzera - UE

Berna (ots) - La Svizzera prende atto con soddisfazione della volontà del Consiglio dell'Unione europea di adottare presto nuovi mandati negoziali. Il nostro Paese li ritiene un'evoluzione positiva in vista della rapida apertura di negoziati bilaterali in quei settori in cui non sono ancora in corso. La Svizzera e l'UE si sono accordate su un approccio coordinato del processo di negoziazione in tutti e dieci i settori. Al riguardo, la Svizzera rammenta che, dal gennaio 2002, dispone di tutti i mandati negoziali necessari ed è pronta a negoziare in ogni campo. Non appena anche l'UE disporrà dei mandati ancora mancanti (Schengen/Dublino, servizi, MEDIA, educazione/formazione professionale/programmi per i giovani), i negoziati potranno essere avviati in quei settori nei quali non sono ancora in corso. Laddove trattative sono già state intavolate (frode doganale, ambiente, statistica, prodotti agricoli trasformati), i lavori verranno proseguiti. I negoziati e la conclusione dei nuovi accordi bilaterali costituiscono un passo importante nell'approfondimento delle relazioni tra la Svizzera e l'UE. Un stretto coordinamento dei negoziati nei vari settori permetterà di conseguire un risultato globale equilibrato. ots Originaltext: DFAE Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: tel: +41 31 322 22 22 / fax: +41 31 312 53 17

Ces informations peuvent également vous intéresser: