Chancellerie fédérale ChF

Presentato il rapporto del Consiglio federale sulla sua gestione raggiunta la maggior parte degli obiettivi

Berna (ots) - Quattro quinti degli obiettivi che il Consiglio federale si era fissato per il 2000 sono stati realizzati appieno o ampiamente. È quanto traspare dal rapporto del Consiglio federale sulla sua gestione 2000. Nell'assieme la messa in atto del programma di legislatura del Consiglio federale 1999-2003 procede quindi conformemente al programma di massima. Il Consiglio federale ha messo a frutto il quadro positivo all'inizio del 2000 per portare avanti riforme importanti volte a garantire a lungo termine la partecipazione del nostro Paese alle decisioni a livello internazionale, l'attrattiva della piazza svizzera e la coesione nazionale. Qui di seguito alcuni dei punti salienti dell'anno 2000: Messaggi sull'11a revisione dell'AVS e sulla 1a revisione della LPP Nell'anno in rassegna il Consiglio federale ha preso ulteriori decisioni importanti in merito all'ottimizzazione del sistema della sicurezza sociale. Mediante i messaggi concernenti l'11a revisione dell'AVS e la prima revisione della LPP, come pure le previste revisioni dell'AI e della legge sull'assicurazione contro la disoccupazione, si intende realizzare il consolidamento di questi rami delle assicurazioni sociali. Decisioni di base in materia di politica finanziaria Il miglioramento della situazione economica e una politica finanziaria rigorosa hanno avuto un effetto positivo sul bilancio della Confederazione. Fondandosi su una visione globale (piano direttore finanziario), il Consiglio federale ha preparato una serie di provvedimenti concreti d'importanza cruciale per la politica finanziaria. Il freno all'indebitamento ha lo scopo di preservare le finanze della Confederazione da squilibri strutturali. Sul versante delle entrate il Consiglio federale ha adottato decisioni di principio nel quadro di un programma di politica fiscale e ha deciso di procedere a riforme fiscali. Formazione professionale al passo con i tempi La globalizzazione e lo sviluppo della società dell'informazione conducono a un intensificarsi della concorrenza tra le piazze economiche. Nel contesto della salvaguardia a lungo termine della competitività è estremamente importante che il settore della ricerca e della formazione sia moderno ed efficiente. A tale scopo sono state portate avanti le riforme nel settore universitario. Con la nuova legge sulla formazione professionale, che riunisce tutte le professioni sotto un tetto uniforme, si crea un sistema coerente caratterizzato da standard validi su tutto il territorio svizzero. Riforma delle istituzioni dello Stato Il maggiore dinamismo in ambito politico, sociale e economico rappresenta una sfida costante per la capacità d'agire dello Stato. Il Consiglio federale ha affrontato tali sfide segnatamente nell'ambito della riforma del Governo e dell'Amministrazione (RGA). Inoltre, sulla base della riforma della giustizia, è stato possibile portare avanti la revisione dell'organizzazione giudiziaria. Messaggio sull'ONU e accordi bilaterali La salvaguardia degli interessi in un mondo sempre più compatto richiede una maggiore partecipazione alle attività e alle decisioni su scala internazionale. Con il licenziamento del messaggio sull'iniziativa popolare "per l'adesione della Svizzera all'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU)" è stato raggiunto un importante traguardo intermedio sulla via verso l'adesione all'ONU. La Svizzera ha inoltre organizzato la sessione straordinaria dell'Assemblea generale dell'ONU a Ginevra. Dopo l'esito positivo della relativa votazione popolare, il Consiglio federale ha ratificato gli accordi settoriali bilaterali con l'UE, portando avanti secondo i piani l'attuazione interna. Stabilizzazione nei Balcani Mediante diversi provvedimenti e programmi la Svizzera ha contribuito agli sforzi intrapresi a livello internazionale per stabilizzare i Balcani e ha potenziato l'aiuto sul posto. Questo impegno ha fatto s", fra l'altro, che la Svizzera sia stata accolta quale membro a pieno titolo nel Patto di stabilità. Il grande impegno dimostrato da tutte le parti coinvolte e lo sviluppo positivo nella regione hanno permesso al programma di rientro nel Kosovo di giungere a buon porto. Disponibile in versione stampata e elettronica La versione stampata del rapporto del Consiglio federale sulla sua gestione 2000, di 75 pagine, può essere ordinata gratuitamente presso l'Ufficio centrale federale degli stampati e del materiale (EDMZ, 3003 Berna), allegando un'etichetta autocollante recante l'indirizzo del mittente. Il documento può anche essere ordinato elettronicamente (e-mail: gesetze.verkauf@edmz.admin.ch) ed è inoltre accessibile sul sito Internet dell'amministrazione federale (http://www.admin.ch; rubrica: Novità). Contemporaneamente al Rapporto sulla sua gestione il Consiglio federale ha licenziato un rapporto sui punti principali della gestione dell'amministrazione 2000. Esso ha inoltre preso conoscenza dei rapporti di gestione delle commissioni di ricorso. ots Originaltext: Cancelleria federale Internet: www.newsaktuell.ch Contatto: Cancellerie federale svizzera, Informazione André Nietlisbach, Sezione strategia e pianificazione, tel. +41 31 322 38 90

Ces informations peuvent également vous intéresser: