SWI swissinfo.ch

Media Service: Leuenberger: I diritti umani prima del diritto alla mobilità (swissinfo)

Moritz Leuenberger.

    Bern (ots) -

    - Indicazioni: Una fotografia può essere scaricata su    
        http://www.presseportal.ch/fr/pm/100001296/?langid=4 -

    La Svizzera è presente con una delegazione alla Conferenza internazionale sui biocarburanti, in corso a São Paulo fino al 21 novembre. In un'intervista a swissinfo, Moritz Leuenberger - ministro di trasporti, energia e ambiente - illustra la posizione elvetica.

    Organizzata dal presidente brasiliano Luiz Inácio Lula da Silva, la conferenza verte su "i combustibili come vettori dello sviluppo sostenibile".

    swissinfo: Qual è il messaggio che la Svizzera vuole lanciare nel corso di questo vertice?

    Moritz Leuenberger: Il diritto alla vita, il diritto a non avere fame e il diritto all'alimentazione, vengono prima del diritto alla mobilità. Non è possibile sacrificare i diritti umani a scapito della sacrosanta mobilità. Questi principi sono universali e pertanto validi per tutti.

    Nessuno nega che le persone abbiamo anche bisogno di muoversi. Non si tratta di difendere l'immobilismo, ma neppure di sacrificare diritti fondamentali. Allora si alla mobilità, purché sia sostenibile. E, in questo contesto, i biocarburanti possono giocare un ruolo importante. Ma prima è necessario indirizzare la loro produzione nella direzione dello sviluppo sostenibile.

    Intervista: www.swissinfo.ch

    swissinfo è un'unità aziendale della SRG SSR idée suisse (Società svizzera di radiotelevisione). La sua missione è di informare gli svizzeri all'estero sull'attualità del loro Paese e di far conoscere meglio la Svizzera a livello internazionale. Per raggiungere questi obiettivi, swissinfo ha sviluppato un portale di notizie e informazioni in nove lingue: www.swissinfo.ch.

Contatto: marketing@swissinfo.ch



Plus de communiques: SWI swissinfo.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: