SWI swissinfo.ch

Media Service: «Gli USA non possono vincere questa guerra» (swissinfo)

Albert A. Stahel.

    Bern (ots) -

    - Indicazioni: Una fotografia può essere scaricata su    
        http://www.presseportal.ch/fr/pm/100001296/?langid=4 -

    Cinque anni fa gli Stati Uniti hanno attaccato l'Iraq. Oggi sono confrontati ad una guerriglia che non potranno sconfiggere, afferma Albert A. Stahel. Per l'esperto svizzero di strategia, la popolazione statunitense e mondiale non si è ancora resa conto dei costi umani ed economici della guerra.

    Intervista swissinfo: Quali sono i motivi del fallimento statunitense?

    Stahel: "Prima di tutto la strategia di attacco, basata sull'idea di colpire con durezza per intimidire l'avversario («shock and awe»). Questa strategia comprendeva anche il bombardamento di obiettivi civili e ha perciò suscitato l'avversione degli iracheni."

    Chi è il vincitore in questa situazione?

    Stahel: "Sì, dal punto di vista politico l'Iran ha temporaneamente vinto. La repubblica islamica è però circondata da basi statunitensi. Un attacco aereo statunitense è pensabile. Purtroppo c'è però anche un altro vincitore. Sono le aziende statunitensi come Halliburton, Blackwater o le compagnie petrolifere, che approfittano dei prezzi record, anche questi conseguenza della guerra."

    Intervista: http://www.swissinfo.ch

    swissinfo/Radio Svizzera Internazionale (SRI) è un'unità aziendale della SRG SSR idée suisse (Società svizzera di radiotelevisione). La sua missione è di informare gli svizzeri all'estero sull'attualità del loro Paese e di far conoscere meglio la Svizzera a livello internazionale. Per raggiungere questi obiettivi, swissinfo/SRI ha sviluppato un portale di  notizie e informazioni in nove lingue: www.swissinfo.org. Inoltre, swissinfo/SRI offre vari prodotti multimediali.

Contatto: marketing@swissinfo.ch



Plus de communiques: SWI swissinfo.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: