Bundesamt für Verkehr BAV

NFTA: il progetto del secolo è caratterizzato dalla necessità di risparmiare

      Berna (ots) - Il nuovo rapporto sullo stato dei lavori della NFTA
nel primo semestre 2004 riferisce di numerosi progressi: a livello
politico, con l'approvazione, da parte del Parlamento, del credito
aggiuntivo e della realizzazione della galleria di base del Ceneri;
a livello procedurale, con il passaggio in giudicato
dell'autorizzazione di costruzione per gli ultimi otto chilometri
della galleria di base del San Gottardo e un progresso all'interno
della montagna: ad Amsteg, l'avanzamento nella zona di Intschi è
proseguito senza la prevista interruzione. In base al rapporto n. 17
sullo stato dei lavori della NFTA pubblicato dall'Ufficio federale
dei trasporti (UFT), i lavori per il progetto del secolo stanno
avanzando. Per quanto concerne il Lötschberg, è già stato scavato il
96% dell'intero sistema di gallerie. I lavori di costruzione sono
stati rallentati da una zona caratterizzata da rocce carboniche. I
risultati della perforazione di sondaggio effettuata alla fine di
agosto 2004 fanno prevedere che, nella primavera del 2005, sarà
abbattuto l'ultimo diaframma tra l'Oberland bernese e il Vallese.

    Con la posa di una pietra di gneiss, del peso di più di quattro tonnellate, a fianco del futuro portale nord ad Erstfeld, il 19 luglio 2004 sono stati avviati anche i lavori nell’ultimo comparto della galleria di base del San Gottardo. La zona di Intschi, ad Amsteg, è stata oltrepassata senza particolari difficoltà. Anche la prevista pausa, di alcuni mesi, nell'avanzamento non è stata necessaria. A Sedrun sono in corso sei diversi avanzamenti. Grazie a moderni mezzi di sostegno si è ora pronti ad affrontare il massiccio intermedio di Tavetsch, caratterizzato dalla cosiddetta "roccia spingente". Lo spostamento di circa 600 metri verso sud della stazione multifunzionale di Faido è oggi ritenuto una misura opportuna.

L'entrata in servizio della galleria di base del Lötschberg resta programmata per il 2007

    L'entrata in servizio della galleria di base del Lötschberg resta programmata per l'anno 2007, a condizione però che i complessi lavori per le installazioni tecnico-ferroviarie e la messa in servizio della galleria siano realizzati in modo ottimale.

    Il termine per l'entrata in servizio della galleria di base del San Gottardo contenuto nel rapporto precedente dovrà invece essere rinviato di circa un anno. Le cause sono da ricercare essenzialmente nei problemi geologici nella Leventina e nei contrasti a livello politico concernenti il tracciato NFTA nel Cantone di Uri.

Continua la pressione al risparmio

    Secondo le stime dell'UFT, al 30 giugno 2004 i presunti costi finali per tutti i progetti NFTA ammontavano a 15’906 milioni di franchi (livello dei prezzi: 1998), aumentando così, rispetto all'ultimo rapporto di fine 2003, di 95 milioni. Attualmente essi superano di 302 milioni di franchi il credito complessivo per la NFTA, riserve incluse (15’604 milioni di franchi). I fondi sbloccati dal Parlamento basteranno a finanziare i lavori fino al 2008.

    Il recente aumento dei costi per l'anno di riferimento è stato causato essenzialmente da imprevisti geologici, adeguamenti effettuati nella regione di Uri e dall'equipaggiamento dei veicoli d'intervento per il Lötschberg con il sistema ETCS Level 2 .

    Dall'analisi del grado di variazione dei costi risulta, in base all'attuale stato delle conoscenze, una possibile variazione rispetto ai presunti costi finali dichiarati di 1,3 miliardi di franchi per l'intero progetto della NFTA (rapporto precedente: 1,4 miliardi). Per ridurre i costi, i costruttori sono nuovamente invitati ad esaminare in modo intensivo le eventuali possibilità di compensazione, e se possibile a metterle in atto. L'UFT sostiene questi sforzi e, a tale scopo, ha già ingaggiato esperti indipendenti.

Berna, 28. settembre 2004 UFFICIO FEDERALE DEI TRASPORTI

Informazioni: Ufficio federale dei trasporti, Politica e comunicazione, tel. 031 322 36 43



Plus de communiques: Bundesamt für Verkehr BAV

Ces informations peuvent également vous intéresser: