Bundesamt für Verkehr BAV

Accordo sui trasporti terrestri Svizzera-Comunità europea: riunione del Comitato misto

Berna (ots) - Il Comitato misto dell'Accordo sui trasporti terrestri tra Svizzera e Comunità europea ("Comité mixte") si è incontrato oggi a Berna per la quinta volta. Tema centrale delle discussioni è stato l'aumento delle aliquote della TTPCP previsto per il 1° gennaio 2005 da parte della Svizzera. Quest'aumento entrerà in vigore contemporaneamente all'introduzione, in Svizzera, del limite delle 40 tonnellate. L'Accordo sui trasporti terrestri tra la Svizzera e la Comunità europea, entrato in vigore il 1° giugno 2002, prevede l'istituzione di un Comitato misto. Fanno parte del comitato, per la Svizzera, i rappresentanti dell'Ufficio federale dei trasporti (UFT), di altri Uffici federali e dei Cantoni. Per l'Unione europea in seno al Comitato sono rappresentati la Direzione generale dell'energia e dei trasporti e gli Stati membri. Tema principale dell'ordine del giorno della quinta riunione del Comitato misto, presieduta dal direttore dell'UFT Max Friedli, è stato l'adeguamento delle aliquote per la tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni (TTPCP), in base a quanto previsto dall'articolo 40 dell'Accordo sui trasporti terrestri. Parallelamente a questo adeguamento, la Svizzera introdurrà il limite delle 40 tonnellate per i mezzi pesanti. Le nuove aliquote della TTPCP, che entreranno in vigore il 1° gennaio 2005 per tutti i trasportatori, svizzeri e stranieri, saranno valide fino all'entrata in servizio della galleria di base del Lötschberg (e comunque al massimo fino al 31 dicembre 2007), Successivamente sarà riscossa l'aliquota piena. L'ammontare di queste aliquote, che dipende dai chilometri percorsi, dal peso massimo autorizzato e dalle emissioni dei veicoli (cfr. tabella sul sito www.bav.admin.ch), è stato fissato all'inizio di giugno dal Consiglio federale, nel suo mandato di negoziazione per la delegazione svizzera, dopo aver consultato in modo informale i gruppi interessati. Le aliquote sono state stabilite in base alla media ponderata di 292,50 CHF per un veicolo di 40 tonnellate lungo un percorso di 300 chilometri. La delegazione svizzera ha sottoposto alla rappresentanza dell'Unione europea il modello qui presentato per la classificazione (secondo le norme EURO) delle categorie d’emissione dei veicoli e le relative nuove aliquote della TTPCP. I rappresentanti dell'UE hanno approvato la proposta della Svizzera. Il Consiglio federale si occuperà ora delle necessarie modifiche dell'ordinanza TTPCP, affinché le nuove aliquote possano entrare in vigore in tempo per il 1° gennaio 2005. Nel corso dell'incontro si è discusso inoltre del recepimento, da parte della Svizzera, di una serie di nuovi atti giuridici comunitari (“acquis communautaire“) nell’ambito dei trasporti terrestri, secondo quanto previsto dall'art. 52 cpv. 4 dell'Accordo sui trasporti terrestri. In base a questa procedura la Svizzera decide di equiparare la propria legislazione a quella comunitaria. Gli atti giuridici in questione sono soprattutto norme e prescrizioni nell'ambito del traffico stradale e ferroviario concernenti tematiche come gli attestati di conducente, i requisiti tecnici dei veicoli o il miglioramento della sicurezza per i trasporti di merci pericolose. Il loro recepimento renderà necessaria la prima modifica dell'allegato 1 dall'entrata in vigore dell'Accordo sui trasporti terrestri. Informazioni Ufficio federale dei trasporti, Comunicazione, 031 322 36 43

Ces informations peuvent également vous intéresser: