Bundesamt für Verkehr BAV

BAV: Protezione contro le esplosioni per imbarcazioni da diporto con motori entrobordo

Berna (ots) - Dal 1° gennaio 2004 le imbarcazioni da diporto con motori entrobordo a benzina sono immatricolate per la navigazione su acque svizzere soltanto se è dimostrato che dispongono di una sufficiente protezione contro le esplosioni. I costruttori di motori o di imbarcazioni devono fornire all'acquirente una cosiddetta dichiarazione di conformità, che dev'essere presentata per l'immatricolazione di un'imbarcazione da diporto. L'Ufficio federale dei trasporti (UFT) ha emanato questa disposizione al fine di garantire la sicurezza degli utenti delle imbarcazioni da diporto. Essa è valida per imbarcazioni da diporto che sono immatricolate per la prima volta in Svizzera. Nel febbraio del 2003 l'UFT ha inviato una circolare agli uffici cantonali per la navigazione in cui dispone che dal 1°gennaio 2004 non siano più immatricolate imbarcazioni da diporto prive di un'adeguata dichiarazione di conformità. Si consiglia quindi agli acquirenti di nuove imbarcazioni da diporto con motori entrobordo o entrobordo con comando fuoribordo (Z-Drive) di richiedere per questa data la relativa dichiarazione ai venditori di imbarcazioni. I prodotti dei costruttori di motori marini soddisfano già queste prescrizioni. Termini transitori accettabili Già il 7 marzo 2002 l'UFT aveva comunicato all'Associazione svizzera degli importatori di motori marini (ASIMM) l'esistenza di carenze per la dichiarazione di conformità relativa alla protezione contro le esplosioni di motori a ciclo Otto e che tali carenze, alla lunga non potevano essere tollerate dai servizi competenti per l'omologazione. L'ASIMM è stata invitata ad indicarle ai costruttori di motori e a far pressione affinché le relative dichiarazioni di conformità siano fornite quanto prima. Con la stessa comunicazione si informava inoltre che l'UFT intendeva prescrivere agli uffici cantonali competenti di non rilasciare ulteriori immatricolazioni per imbarcazioni da diporto prive della necessaria dichiarazione di conformità per sistemi antincendio di motori (a ciclo Otto). In novembre del 2002 un costruttore ha presentato all'UFT una bozza di dichiarazione di conformità; il 12 dicembre 2002 gli è stato comunicato che, secondo l'UFT, questa dichiarazione di conformità rispetta i requisiti fissati sia dal lato formale sia per il contenuto. L'UFT ha prorogato i termini fino alla fine dell'anno in corso affinché sia i costruttori sia i clienti dispongano di un adeguato periodo di transizione. Con questa disposizione l'UFT applica le prescrizioni dell'ordinanza sulla navigazione interna (ONI) e della corrispondente direttiva UE 94/25/CE sulle imbarcazioni da diporto. Riguardo alla direttiva sono state pubblicate alcune norme (tra cui le norme ISO 10088 e 8846); secondo la norma ISO 10088, i vani destinati a serbatoi di benzina e a motori a ciclo Otto devono essere dotati di una protezione contro le esplosioni che rispetti i requisiti della norma ISO 8846. Pertanto, lo scopo della dichiarazione di conformità per sistemi di protezione contro le esplosioni di motori a ciclo Otto è quello di dimostrare l'esistenza di tale protezione. Berna 20 febbraio 2003 UFFICIO FEDERALE DEI TRASPORTI Informazioni: Ufficio federale dei trasporti, Politica e comunicazione, tel. 031 322 36 43

Ces informations peuvent également vous intéresser: