AMAG Automobil- und Motoren AG

2011: prosegue il trend di crescita AMAG inizia il nuovo anno con le migliori premesse

Schinznach-Bad (ots) - -

- Record di quota di mercato: 26,6%

- Gestita con successo la sfida legata alla crisi dell'euro, fatturato 2011 da record (4,3 miliardi di franchi)

- Personale nuovamente in leggera crescita (5'290 collaboratori)

- AMAG Academy: investimento nel personale

AMAG scrive un nuovo e soddisfacente capitolo della propria ricca storia di successo grazie a una quota di mercato pari al 26,6% e a una cifra d'affari consolidata di 4,3 miliardi di franchi. Nel 2011 AMAG impiegava 5'290 collaboratori, di cui 662 apprendisti. Per l'anno in corso, il gruppo con sede a Schinznach-Bad prevede ulteriori investimenti e stanziamenti di risorse in favore di formazione e perfezionamento professionale dei suoi dipendenti.

Il 2011 passa in archivio come uno dei migliori esercizi nella storia del settore svizzero dell'automobile. Con 318'958 nuove immatricolazioni, per la prima volta da dieci anni a questa parte è stata superata la magica soglia delle 300'000 nuove vetture da turismo immatricolate. Dopo la conquista di quote di mercato negli scorsi esercizi, i marchi AMAG - Volkswagen, SKODA, Audi, SEAT e Volkswagen Veicoli Commerciali - sono nuovamente cresciuti sensibilmente in questo florido mercato. Grazie a una quota di mercato del 26,6% (2010: 24,8%), uno storico primato, nel frattempo ormai più di un veicolo su quattro proviene dagli stabilimenti dei marchi importati da AMAG. Ancora una volta, Volkswagen termina l'anno da leader del mercato e con notevole distacco nei confronti degli inseguitori: con 40'594 unità smerciate (2010: 33'839), il marchio di Wolfsburg ha venduto il doppio dei veicoli della marca seconda classificata, Audi, anch'essa della «scuderia AMAG». Il marchio dei quattro anelli, con le sue 18'502 unità vendute (2010: 16'910), ha conquistato nuovamente la palma della marca premium più acquistata in Svizzera. Al contempo, Audi è risultata anche la marca 4x4 più apprezzata nel nostro paese. Grazie a un nuovo primato in termini di unità vendute (17'470 / 2010: 14'388) e a una quota di mercato del 5,5%, SKODA si è issata nella top five dei marchi automobilistici in Svizzera. Nello stesso periodo, anche SEAT è cresciuta, superando per la prima volta nella propria storia la soglia delle 8'000 unità smerciate (8'314 / 2010: 7'788).

Sul mercato dei veicoli commerciali leggeri anche Volkswagen Veicoli Commerciali ha registrato un netto plusvalore rispetto alla media di mercato e, con 4'576 unità vendute, ha realizzato una crescita del 38%. Nello stesso segmento, SKODA è riuscita a immatricolare 80 nuove Praktik.

Lo scorso anno, per la prima volta nella storia, oltre 45'000 veicoli circolanti in Svizzera (per la precisione 45'170) esibivano il marchio Volkswagen: un nuovo record assoluto.

In totale, lo scorso anno nel nostro paese sono stati immatricolati 84'880 nuovi veicoli da turismo dell'offerta AMAG (Volkswagen, Audi, SKODA e SEAT). A questi si aggiungono 4'656 veicoli commerciali leggeri Volkswagen e SKODA. Complessivamente, nel 2011 il totale dei nuovi veicoli immatricolati è stato pari a 89'536 (2010: 76'300): un nuovo storico primato.

Inoltre, Porsche AMAG RETAIL, la più grande organizzazione commerciale Porsche, ha consegnato ben 1'194 veicoli ai clienti delle varie sedi: un aumento pari a circa il 23%, considerando anche le chiusure di filiale, rispetto all'esercizio precedente.

Il successo di AMAG LEASING AG ricalca lo sviluppo del gruppo. Nell'autunno 2011, per la prima volta nella storia della società di leasing fondata nel 1980, è stata superata l'asticella dei 100'000 contratti di leasing in essere. A fine anno si contavano 101'546 contratti.

Morten Hannesbo, CEO di AMAG Automobil- und Motoren AG, non può che dirsi soddisfatto della riconferma dei buoni risultati dei marchi AMAG: «Nel 2011, nonostante la grande sfida costituita dalla massiccia crisi dell'euro, i nostri concessionari e partner di servizio hanno svolto un lavoro egregio. La proficua collaborazione tra i partner interessati ha fortemente contributo al raggiungimento di questo risultato».

Investimenti nelle infrastrutture

Per tenere il passo delle esigenze delle case costruttrici e dei volumi di vendita, anche nel 2011 AMAG ha investito in nuovi edifici, ristrutturazioni e ampliamenti architettonici delle proprie aziende. In primavera, ad esempio, è stato inaugurato contestualmente all'AMAG RETAIL Autowelt Zürich a Dübendorf anche il «Flagship Store» per le marche del gruppo ed è stata celebrata l'anteprima mondiale del nuovo concetto dei concessionari SKODA. Morten Hannesbo lo definisce «un segnale forte del costruttore a testimonianza dell'importanza strategica del mercato svizzero per il marchio ceco».

Nel corso dell'anno sono seguite, tra l'altro, le inaugurazioni delle aziende di Zuchwil, Sciaffusa, Giubiasco e Horgen, come pure dei Centri delle occasioni ROC di Oftringen e Münchenbuchsee. Inoltre, nell'ambito di una regolamentazione successoria sono stati acquisiti i partner Audi Jos. Inderbitzin di Arth e il Garage Jaques di Nyon. A Zurigo-Wollishofen, in primavera, è stato rilevato lo stabile ospitante il Kalchbühl-Garage quale nuova sede per SKODA e in estate la Careal Holding AG - proprietaria del Gruppo AMAG - ha acquisito il Garage Felix Hediger AG di Zuchwil.

Nell'autunno del 2012, a Schlieren l'azienda procederà con l'apertura di un nuovo concessionario Volkswagen e del nuovo Centro Porsche Zurigo. Sempre nel 2012, a Winterthur, sarà posata la prima pietra di un nuovo Centro Audi e SKODA. Gli investimenti facenti capo al progetto architettonico della rete di filiali AMAG RETAIL, varato qualche anno fa, ammontano complessivamente a circa 450 milioni di franchi.

AMAG Academy: investimento nel personale

Dal 1° gennaio 2011 al 1° gennaio 2012, il personale del Gruppo AMAG è passato da 5'064 a 5'290 collaboratori. Circa il 13% è costituito da tirocinanti (662 apprendisti).

Nel 2011 AMAG ha lanciato il progetto «AMAG Academy». Questa nuova rete di formazione promuove l'omogeneità e la ramificazione dei vari programmi di formazione e gestione, in modo da sfruttare le varie sinergie e dotare concessionari e partner di un programma di formazione omegeneo - all'insegna del motto «proporre tutti i corsi necessari, ma non tutti i corsi possibili». L'armonia tra i vari contenuti delle formazioni tecniche e non tecniche deve contribuire a evitare i passaggi a vuoto causati da ripetizioni inutili: con il minimio dispendio temporale va raggiunto il massimo grado di efficacia. Morten Hannesbo, CEO di AMAG: «Con AMAG Academy vogliamo garantire ai nostri partner un'offerta di formazione e perfezionamento professionale semplice ma efficace e, al contempo, ridefinire ancora una volta gli standard del settore».

Gestita al meglio la sfida dell'euro debole

Un ostacolo significativo per tutto il settore dell'automobile è stato lo sviluppo negativo, e in parte repentino, del corso dell'euro. Tale frangente ha determinato un notevole svantaggio concorrenziale per gli attori di mercato ufficiali con una pianificazione a lungo termine e costi fissi, proprio come AMAG. Grazie però alle varie misure d'intervento intraprese come prolungamenti di garanzia, pacchetti d'equipaggiamento, EuroBonus e altri provvedimenti, con la collaborazione dei costruttori siamo riusciti a strutturare i prezzi adeguandoli alla situazione e alle circostanze di mercato. I vari interventi hanno avuto da una parte effetti molto positivi sugli ordini pervenuti ai partner ufficiali di marca, dall'altra hanno però messo estremamente sotto pressione l'intero mercato delle occasioni. Solo per il Gruppo AMAG, la svalutazione dell'euro e gli adeguamenti di prezzo a essa legati hanno determinato perdite di fatturato pari a circa 450 milioni di franchi. Ciononostante, nel 2011 il fatturato complessivo del Gruppo AMAG è stato di 4,3 miliardi di franchi (+300 milioni di franchi): un nuovo record.

Cifre: MOFIS / AMAG (interne)

Contatto:

AMAG Automobil- und Motoren AG
Group Communication
Aarauerstrasse 20
5116 Schinznach-Bad

Tel.: +41/56/463'93'42
E-Mail:presse@amag.ch
Internet: www.amag.ch



Plus de communiques: AMAG Automobil- und Motoren AG

Ces informations peuvent également vous intéresser: