Manor AG

Manor avvia una fase di trasformazione a cui seguirà un piano di crescita

Basilea (ots) - A fronte di un mercato in profonda mutazione e di un contesto caratterizzato da cambiamenti importanti, Manor avvia oggi un necessario piano di trasformazione. Questa prima fase permetterà all'azienda di ritrovare una performance solida e duratura, e sarà seguita tra due anni dal lancio di un ambizioso piano di crescita. Questa trasformazione comporterà in particolare una riduzione degli effettivi della sede centrale di Manor a Basilea, dove saranno soppressi non più di 200 posti di lavoro.

Da diversi anni, Manor si trova confrontata con cambiamenti profondi nel suo contesto di attività e con un mercato sempre più esigente. Le mutazioni rapide e importanti che interessano il commercio al dettaglio, la concorrenza - sia fisica sia online - sempre più intensa, i cambiamenti fondamentali nel comportamento dei consumatori che l'emergere del digitale ha reso sempre più esperti, la forza del franco svizzero e il turismo degli acquisti hanno generato una diminuzione della performance commerciale dell'azienda e con essa una riduzione significativa della redditività di Manor in questi ultimi anni.

«Al fine di incrementare la competitività nel lungo termine e ritrovare una migliore agilità e performance, Manor avvia oggi un importante piano di trasformazione che raggruppa tutte le funzioni dell'azienda», annuncia Stéphane Maquaire, CEO di Manor. Elaborata intorno ai tre assi principali che sono l'organizzazione e la modernizzazione dell'azienda, il rinnovo dell'architettura dei marchi propri, nazionali e internazionali, nonché l'accelerazione della digitalizzazione, questa prima fase, che si prevede durerà due anni, è una tappa indispensabile per ritrovare una performance aziendale a lungo termine.

Questo piano di trasformazione, necessario per ridare solidità all'azienda, comporta economie sui costi ma anche una maggiore agilità e reattività della sede centrale e dei suoi team. Si concretizzerà con una diminuzione degli effettivi alla sede centrale di Manor a Basilea dove saranno soppressi non più di 200 impieghi sull'attuale migliaio di posti di lavoro esistenti. La metà delle soppressioni sarà realizzata attraverso outsourcing o rinunciando a occupare posti già ora vacanti. I collaboratori sono informati su queste misure oggi ed è stato attuato un piano sociale approvato dalla commissione del personale.

«Manor si impegnerà a limitare il numero dei licenziamenti allo stretto necessario e a evitare i casi di rigore assorbendo, per quanto possibile, queste soppressioni di impieghi tramite fluttuazioni naturali», aggiunge Stéphane Maquaire. Il piano sociale prevede infatti di ricorrere, laddove possibile, a pensionamenti anticipati e a impieghi offerti all'interno dell'azienda. In caso di licenziamenti inevitabili, un job center accompagnerà i collaboratori nella ricerca di un impiego esterno e un'indennità di partenza sarà versata a coloro per cui non sarà possibile trovare un impiego e che non potranno optare per un pensionamento anticipato.

Per la rete di grandi magazzini, i supermercati e le centrali di distribuzione attualmente operati da Manor, l'azienda non annuncia misure legate al piano di trasformazione. Tuttavia, in futuro l'azienda eseguirà regolarmente una valutazione delle sue diverse sedi. Il solo cambiamento previsto concerne il supermercato Manor Food di Soletta, il cui contratto di affitto termina a fine giugno 2018 e che purtroppo, nonostante l'impegno e la volontà di Manor, dovrebbe chiudere nel mese di aprile dello stesso anno in mancanza di alternative individuate durante il processo di consultazione del personale in corso.

Per quanto riguarda il grande magazzino situato sulla Bahnhofstrasse a Zurigo, Manor ha deciso di presentare ricorso al Tribunale Federale contro la decisione del Tribunale di commercio di Zurigo che si è pronunciato solo su questioni formali. Manor mantiene il suo impegno per restare nel lungo termine sulla Bahnhofstrasse e per continuare a offrire alla popolazione un grande magazzino attraente e accessibile a tutti.

A questa prima fase di trasformazione seguirà, fra due anni, un piano di crescita incentrato su quattro assi strategici principali. Manor riprenderà la sua espansione e svilupperà a quel punto una rete di punti vendita progressivamente densificata e multi-formato, intorno a grandi magazzini trasformati in veri e propri luoghi di vita focalizzati sulla quotidianità dei clienti. L'azienda proporrà, sia nei grandi magazzini sia online, un'offerta in rinnovamento costante, con l'integrazione regolare di nuove marche esclusive e un lavoro permanente sui marchi propri, raggruppati intorno all'insegna Manor. Intensificherà inoltre lo sviluppo delle attività digitali, espandendole oltre le offerte presenti nei grandi magazzini, combinando così più che mai attività online e fisiche per creare tra loro una vera dinamica e complementarietà. Infine, in un mercato destinato a evolversi intensamente in futuro, l'azienda si impegnerà per mantenere un'organizzazione interna agile e focalizzata sul cliente.

«Grazie a questi due piani, di trasformazione in un primo tempo e di crescita in un secondo, e forte dell'energia e della motivazione dei collaboratori dell'azienda, Manor ritornerà a essere il commerciante che ha fatto la sua storia: il commerciante della vita di tutti i giorni, accessibile a tutti, che anima il mercato, che sa sorprendere e innovare», conclude Stéphane Maquaire, CEO di Manor.

Contatto:

Manor AG
Corporate Communications
Tel. +41 61 694 22 22
media@manor.ch
www.manor.ch



Plus de communiques: Manor AG

Ces informations peuvent également vous intéresser: