Staatssekretariat für Wirtschaft (SECO)

SECO: Di nuovo forte incremento della disoccupazione nel mese di dicembre 2002

      Berna (ots) - Stando ai dati rilevati dal Segretariato di Stato
dell'economia (seco), a fine dicembre 2002 erano registrati presso
gli Uffici regionali di collocamento (URC) 129'809 disoccupati,
ossia 9'182 persone o il 7,6% in più rispetto al mese precedente. Il
tasso di disoccupazione è pertanto aumentato di 0,3 punti
percentuali, raggiungendo il 3,6%. Nel mese di dicembre 2001 era
stato registrato un aumento di 8'394 unità, vale a dire del 10,8%
rispetto al mese precedente.

    Più disoccupati... A fine dicembre 2002 erano iscritti presso gli Uffici regionali di collocamento 129'809 disoccupati; ciò equivale ad un aumento di 9'182 unità, ossia del 7,6% rispetto al mese precedente.

    Depurato dei valori stagionali, il numero dei disoccupati, nel mese in rassegna, è aumentato (+2'209/+1,9%).

    Il tasso di disoccupazione è pertanto cresciuto di 0,3 punti percentuali raggiungendo il 3,6%.

    Il numero delle entrate nella disoccupazione è stato di 20'623 unità, ossia 4'520 in più rispetto al mese di dicembre 2001. Le uscite dalla disoccupazione sono state invece 10'556, vale a dire 2'731 in più rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Due terzi delle persone uscite dalla disoccupazione hanno ritirato la loro iscrizione presso l'Ufficio regionale di collocamento poiché hanno trovato un nuovo impiego.

    ... e persone in cerca d'impiego Alla fine del mese di dicembre 2002 erano annunciate presso gli Uffici regionali di collocamento 183'262 persone in cerca d'impiego, il che equivale ad un aumento di 9'762 persone (+5,6%) rispetto al mese precedente.

    Piú persone nei programmi d'occupazione temporanea ... Delle 53'453 persone in cerca d'impiego registrate come non disoccupate, 8'783 partecipavano a programmi d'occupazione temporanea, ossia 62 (+0,7%) in piú rispetto al mese di novembre.

    ... o nella situazione di guadagno intermedio; Il numero delle persone che si trovavano in una situazione di guadagno intermedio è aumentato di 669 (+2,8%), attestandosi a 24'322 unità.

    ... meno nei corsi di riconversione e di perfezionamento Il numero delle persone partecipanti ai corsi di riconversione e di perfezionamento è diminuito di 98 unità (-3,9%), attestandosi a 2'444.

    Particolarmente colpiti gli uomini, ... Il numero delle donne disoccupate è aumentato di 1'625 per attestarsi a 55'019 unità; quello degli uomini di 7'557, attestandosi a 74'790 unità. Il tasso di disoccupazione delle donne è progredito di 0,1 punto per attestarsi a 3,9%, quello degli uomini di 0,4% per attestarsi a 3,4%.

... gli Svizzeri e gli stranieri 73'412 disoccupati erano Svizzeri, il che equivale al 56,6% del totale dei disoccupati registrati. Nei confronti del mese precedente è stato quindi constatato un aumento presso gli Svizzeri di 4'907 unità, ossia del 7,2%. 56'397 disoccupati, vale a dire il 43,4% del totale, erano stranieri. Il loro numero è aumentato di 4'275 unità (+8,2%) rispetto al mese precedente. Il tasso di disoccupazione degli stranieri è aumentato di 0,5 punti portandosi a 6,9%, quello degli Svizzeri di 0,2 punti, portandosi a 2,6%

    Colpite tutte le regioni del paese Il numero dei disoccupati è aumentato, nel mese in rassegna, di 5'459 unità in Svizzera tedesca, attestandosi a quota 83'324. Nella Svizzera romanda e in Ticino sono stati registrati 46'485 disoccupati, il che corrisponde ad un incremento di 3'723 unità rispetto al mese precedente. I relativi tassi di disoccupazione sono così saliti di 0,2 punti percentuali portandosi a quota 3,2% nella Svizzera tedesca e di 0,4 punti portandosi a 4,6% nella Svizzera romanda e in Ticino.

    Aumenti in tutti i cantoni, tranne i Grigioni Tutti i Cantoni hanno registrato una progressione della disoccupazione, tranne il canton Grigioni (-173/-9,4%). Gli aumenti più pronunciati sono stati rilevati nei Cantoni di Zurigo (+1'498/+5,8%), Vallese (+1'058/+24,6%), Berna (+1'017/+8,4%), Vaud (+969/+7,7%) e Argovia (+730/+8,8%), seguiti da San Gallo (+463/+7,8%), Ticino (+458/+7,4%), Neuchâtel (+440/+13,7%), Basilea Campagna (+425/+13,6%) e Lucerna (+383/+8,0%).

    Incremento in tutti i rami economici tranne l'industria alberghiera ... Ad eccezione dell'industria alberghiera e ristorazione (-61/-0,4%), in tutti i rami economici la disoccupazione è aumentata. L'incremento più consistente è stato registrato nell'edilizia e genio civile (+2'780/+40,8%), nel settore 'Consulenza, pianificazione, informatica' (+1'974/+13,2%) e nel commercio (+1'185/+6,9%), seguiti a distanza dal settore "Traffico, trasmissione d'informazioni" (+420/+8,8%), dall'industria metallurgica (+364/+12,1%), dal settore "Macchine e costruzione di veicoli" (+297/+8,2%), da quello delle prestazioni di servizi a persone (+293/+9,1%), dal settore bancario (+261/+7,5%), dell'agricoltura e selvicoltura (+261/+22,7%) nonché del settore "Legno, mobili, carta" (+260/+18,2%).

    ... e in tutte le fasce d'età, tranne quella tra i 15 e i 19 anni Ad eccezione della fascia d'età tra i 15 e i 19 anni (-116/-2,2%), tutte le fasce d'età hanno registrato un aumento della disoccupazione. I tre quinti dell'aumento concernono le fasce d'età comprese tra i 20 e i 39 anni: 35-39 anni (+1'452/+8,5%), 20-24 anni (+1'429/+8,5%), 25-29 anni (+1'355/+8,0%) e 30-34 anni (+1'330/+7,6%).

    Forte aumento di specialisti, ausiliari e quadri In base all'ultima funzione esercitata, gli aumenti più consistenti riguardano la categoria 'specialisti' (+5'645/+8,9%) e gli ausiliari (+3'192/+7,7%), seguita da quella dei quadri (+513/ +6,4%). Il calo si presenta solamente nelle categorie "Apprendisti" (-181/-5,4%) e "Lavoratori a domicilio" (-13/-3,7%).

    La proporzione dei disoccupati di lunga durata è aumentata Rispetto al mese precedente, il numero dei disoccupati di lunga durata è aumentato di 1'367 (+8,5%), attestandosi a 17'475 unità. I disoccupati di lunga durata erano pertanto in dicembre il 13,5% del totale dei disoccupati.

    Meno posti vacanti Il numero dei posti vacanti registrati presso gli Uffici regionali di collocamento è diminuito di 770 unità (-10,3%) rispetto al mese precedente, portandosi a quota 6'671.

    Sguardo retrospettivo alla disoccupazione del 2002 Durante l'anno passato sono state registrate come disoccupate in media 100'504 persone. In confronto all'anno precedente ciò corrisponde a un aumento di 33'307 persone, pari al 49,6%. La quota media dei disoccupati è del 2,8% contro 1,9% l'anno precedente.

    Contrariamente al decorso della disoccupazione negli anni passati, la prima metà del 2002 è stata marcata da un leggero calo della disoccupazione (da 94'472 persone equivalenti al 2,6% della quota di disoccupazione a fine febbraio, a 90'705 persone con una quota del 2,5% a fine giugno). Questa diminuzione contenuta di un po' meno di quattromila persone è stata cancellata già in luglio da un incremento della disoccupazione. A partire da settembre la tendenza ascensionale, condizionata dalla congiuntura e dalla stagione, si è rapidamente accentuata. In tal modo la quota media annuale della disoccupazione, che nell'anno precedente si situava ancora al punto piú basso da 10 anni a questa parte con 1,9%, nell'anno in rassegna essa è aumentata al 2,8%.

    Persone alla ricerca di un impiego nel 2002 Un'analoga immagine scaturisce dall'effettivo globale delle persone alla ricerca di un impiego (somma dei disoccupati registrati e delle persone alla ricerca di un impiego registrate e non disoccupate). La prima metà dell'anno (da febbraio a giugno) è stata marcata da valori costantemente attorno alle 140'000 persone. I mesi estivi di luglio e agosto hanno visto un leggero aumento del numero delle persone in cerca di un impiego. A partire da settembre però si è delineato un netto aumento che presumibilmente si manterrà anche dopo la fine dell'anno. La media annuale dà una cifra di 149'609 persone registrate in cerca di lavoro (+40'186 persone rispetto all'anno precedente).

    1'740 persone hanno esaurito il loro diritto all'indennità nel mese di ottobre 2002 Secondo i dati provvisori forniti dalle casse di disoccupazione, nel corso del mese di ottobre 2002, 1'740 persone hanno esaurito il loro diritto alle prestazioni dell'assicurazione contro la disoccupazione. Fra queste, 832 (48%) erano ancora iscritte presso un Ufficio regionale di collocamento a fine dicembre 2002 ed erano pertanto rilevate anche statisticamente. 190 persone (11%) hanno nel frattempo trovato un lavoro. Per quanto riguarda le restanti 718 persone (41%) giunte alla fine del diritto all'indennità, il ritiro della loro iscrizione può riflettere svariate situazioni: ripresa di un'attività lucrativa, abbandono del mercato del lavoro oppure rinuncia ad un'attività lucrativa, inizio o continuazione di una formazione, partenza per l'estero, proseguimento della ricerca di un posto di lavoro senza ricorrere ai servizi offerti dagli Uffici regionali di collocamento.

    Definizione dell'esaurimento delle prestazioni Una persona giunge alla fine del diritto alle prestazioni quando ha esaurito tutte le indennità di disoccupazione alla scadenza del termine quadro di due anni e successivamente non ha più la possibilità di iniziare un nuovo termine quadro.

    Per motivi pratici legati al versamento delle indennità, i dati delle casse di disoccupazione relativi ai disoccupati che hanno esaurito il diritto all'indennità sono disponibili unicamente dopo un periodo di due mesi.

Per informazioni statistiche più dettagliate: Walter Weber, Statistica del mercato del lavoro, 031/322 28 92



Plus de communiques: Staatssekretariat für Wirtschaft (SECO)

Ces informations peuvent également vous intéresser: