Bundesamt für Raumentwicklung (ARE)

ARE: Il Rapporto sullo sviluppo territoriale oggetto di discussione

Berna (ots) - A sei mesi dalla pubblicazione del Rapporto sullo sviluppo territoriale è stato fatto un primo bilancio: nell'ultimo numero del periodico «Forum Sviluppo territoriale» personalità del mondo politico cantonale e comunale, del settore economico e di associazioni si esprimono in merito alla pubblicazione. In questo modo vengono create le basi per completare e sviluppare ulteriormente il «Progetto territoriale svizzero». Come dovrà essere nei prossimi 25 anni l'assetto del territorio in Svizzera? E quali provvedimenti e strumenti occorrono per raggiungere questo obiettivo? A marzo del 2005, l'Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE) ha pubblicato il suo Rapporto sullo sviluppo territoriale. Mediante quattro scenari diversi vengono tracciati i possibili sviluppi della Svizzera fino al 2030. Lo stesso ARE presenta un «Progetto territoriale svizzero». Questo prevede il consolidamento delle metropoli, in particolare la promozione di sistemi urbani strategici e lo sviluppo di strategie per gli spazi rurali. Le cerchie interessate hanno avuto cinque mesi di tempo per studiare le proposte e prendere posizione. In questo arco di tempo sono anche state organizzate sette manifestazioni durante le quali l'ARE ha esposto insieme all'Associazione svizzera per la pianificazione nazionale gli obiettivi che stanno alla base del Rapporto sullo sviluppo territoriale e ha risposto alle domande degli specialisti. Un'altra occasione per dare spazio a critiche e lodi è adesso rappresentata dalla nuova edizione 2/2005 del «Forum Sviluppo territoriale» che contiene una selezione di contributi riguardanti il Rapporto sullo sviluppo territoriale che mettono in evidenza i punti di forza e di debolezza. Con i loro contributi, nel periodico sono rappresentati i Cantoni, le Città e i Comuni intesi quali partner centrali in materia di sviluppo territoriale, gli specialisti del settore della ricerca, nonché alcune associazioni che da decenni in parte si occupano in via prioritaria di sviluppo del territorio. Infine, in due interviste la Consigliera nazionale Franziska Teuscher e il Consigliere di Stato Werner Luginbühl (entrambi Cantone di Berna) esprimono le loro aspettative e speranze riguardo all'ulteriore sviluppo e all'attuazione del «progetto territoriale svizzero». La consultazione relativa al Rapporto sullo sviluppo territoriale 2005 è il presupposto per una discussione politica concernente il futuro del territorio in Svizzera. Oltre a una revisione della legge sulla pianificazione del territorio (LPT), nel settore agricolo si prospettano un aggiornamento delle Linee guida per l'ordinamento del territorio svizzero del 1996 e una revisione totale della LPT. Questi ultimi due progetti rientrano nel programma di legislatura 2003–2007; la nuova pubblicazione deve servire quale ulteriore base di discussione. Berna, 10.10.2005 Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE) Stato maggiore dell’informazione Informazioni Rudolf Menzi, Responsabile dell'informazione tel. +41 (0)31 322 40 55 http://www.are.admin.ch/are/it/medien/mitteilungen/03315/index.html

Ces informations peuvent également vous intéresser: