Bundesamt für Raumentwicklung (ARE)

ARE_: Il Consiglio federale designa la delegazione svizzera per la VII Conferenza delle Alpi alla quale partecipano tutte le Parti contraenti della Convenzione delle Alpi

      Berna (ots) - Oggi il Consiglio federale ha nominato la delegazione
svizzera che parteciperà alla VII Conferenza delle Alpi che si
svolgerà il 19 e il 20 novembre 2002 a Merano, in Italia. Le Parti
contraenti saranno rappresentate dai ministri preposti alla
pianificazione del territorio o all'ambiente. La Conferenza di
quest'anno si svolgerà all'insegna di due importanti decisioni:
l'ubicazione della segreteria permanente e la nomina del primo
segretario generale. La Città di Lugano è candidata per la
segreteria permanente.

    La delegazione svizzera è capeggiata dal Consigliere federale Moritz Leuenberger, capo del Dipartimento federale dell’Ambiente, dei Trasporti, dell'Energia e delle Comunicazioni (DATEC). Gli altri rappresentanti sono Pierre-Alain Rumley, direttore dell'Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE), Marco Borradori, Consigliere di Stato del Cantone Ticino; Erasmo Pelli, vicesindaco di Lugano; Beat Schwabe, segretario generale della Direzione delle costruzioni, dei trasporti e dell'energia del Cantone di Berna nonché rappresentante dei Cantoni montani e diversi delegati del Dipartimento federale degli affari esteri e del DATEC.

    I ministri dei Paesi alpini si incontrano ogni due anni in occasione della Conferenza delle Alpi. I principali punti all'ordine del giorno della VII edizione concernono la scelta dell'ubicazione della segreteria permanente e la nomina del primo segretario generale ad interim. Lugano si è candidata per la segreteria permanente. È prevista, inoltre, una dichiarazione congiunta in occasione della fine dell'Anno Internazionale delle Montagne, patrocinato dall'ONU.

    La Convenzione delle Alpi è una sorta di piano globale per lo sviluppo sostenibile della regione alpina. La Svizzera è una delle nove Parti contraenti della Convenzione. Le altre parti sono la Germania, l'Ue, la Francia, l'Italia, il Liechtenstein, il Principato di Monaco, l'Austria e la Slovenia. La Svizzera ha firmato il 7 novembre 1991 e ratificato il 28 gennaio 1999 la Convenzione quadro. Attualmente, sono state avviate le deliberazioni parlamentari sulla ratifica dei protocolli d’esecuzione, in cui figurano le misure concrete da adottare nei singoli settori, quali i boschi di montagna, la pianificazione territoriale e lo sviluppo sostenibile, l'agricoltura di montagna, i trasporti ecc.

Berna, 13 novembre 2002

DATEC Dipartimento federale dell'Ambiente, dei Trasporti, dell'Energia e delle Comunicazioni Servizio stampa

Per ulteriori informazioni: Pierre-Alain Rumley, direttore dell'Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE), tel. 031/322 40 51 o 079 335 76 80

Rudolf Menzi, responsabile dell'informazione ARE, tel. 031/322 40 55



Plus de communiques: Bundesamt für Raumentwicklung (ARE)

Ces informations peuvent également vous intéresser: