Wettbewerbskommission (Weko)

La Comco migliora la concorrenza sul mercato delle carte di credito

(ots) - La Commissione della concorrenza (Comco) intende stimolare la scarsa concorrenza tra i due sistemi di carte di credito MasterCard e Visa in Svizzera. A tale scopo, la Comco accetta con decisione del 5 dicembre 2005 gli impegni concordati dalle tre banche svizzere e le imprese comuni attive nel settore delle carte di credito, a condizione che la DMIF media si abbassi di circa il 25%. La Comco continua a osservare la situazione, ragione per cui ha limitato la sua approvazione alla conciliazione a quattro anni. La Comco ritiene che i negoziati multilaterali per la definizione della commissione d'interscambio ("Domestic Multilateral Interchange Fee" - DMIF) possono in principio essere giustificati da motivi d'efficienza economica. Detta commissione deve però essere definita unicamente sulla base dei costi legati al sistema delle carte di credito. L'attuale DMIF non si limita ai costi oggettivi di tale sistema, per questa ragione essa costituisce un accordo illecito sui prezzi che limita notevolmente la concorrenza. Tenuto conto di dette considerazioni, le parti, le banche Credit Suisse, UBS AG e Cornèr Banca SA e le imprese comuni attive nel settore delle carte di credito Telekurs Multipay AG e Viseca Card Services SA, si sono impegnate a rispettare le seguenti misure: § Limitazione della DMIF ai costi del sistema Il limite massimo della DMIF sarà determinato tenendo conto dei costi effettivi del sistema di carte di credito. L'oggettività della DMIF permette in principio alle imprese parti all'accordo di continuare a negoziarla in modo multilaterale, ciò ritenuto che, come è stato riconosciuto, il negoziato multilaterale apporta anche alcune efficienze. Nella conciliazione gli "Issuer" s'impegnano a una prima riduzione della DMIF a partire dall'entrata in vigore della decisione. § Abrogazione della "clausola di non discriminazione" (NDR) La NDR vieta ai commercianti di recuperare i costi risultanti dell'utilizzo delle carte di credito o d'accordare un ribasso per quella clientela che decide di pagare in contanti. Gli "Acquirer" s'impegnano a abrogare detta clausola a partire dall'entrata in vigore della decisione. L'abrogazione di detta clausola permetterà di rinforzare la concorrenza tra i diversi mezzi di pagamento. I commercianti potranno recuperare le loro commissioni lasciando la scelta al consumatore sia di pagare con la carta di credito l'intero prezzo (commissione della carta di credito inclusa), sia di usare un altro mezzo di pagamento, quali i contanti e dunque di pagare unicamente il prezzo netto. § Introduzione di misure di trasparenza Gli "Acquirer" s'impegnano a comunicare ai commercianti, qualora richiesto, l'ammontare della DMIF rilevante per il settore. Ciò permetterà ai commercianti di beneficiare di una migliore posizione nelle trattative con le imprese di carte di credito. I commercianti potranno far valere il calo annunciato della DMIF al fine di negoziare una diminuzione delle loro commissioni, ciò che dovrebbe ripercuotersi sui consumatori con un calo del prezzo finale pagato da quest'ultimi. Visto che le parti si sono impegnate a rispettare la conciliazione prima della scadenza del periodo transitorio della revisione della Legge sui cartelli, non vi é la possibilità di imporre delle sanzioni secondo detta legge. ..................................................... Allegato: cronologia e definizioni La Comco ha aperto il 15 dicembre 2003 un'inchiesta concernente "Domestic Multilateral Interchange Fee" (DMIF) nei sistemi di carte di credito MasterCard e Visa. La "Interchange Fee" è una commissione d'interscambio fissata in riunioni comuni tra le imprese emittenti di carte di credito ("Issuer") e le imprese, dette "Acquirer", che affiliano i commercianti che accettano una carta di credito. Essa è pagata dagli "Acquirer" agli "Issuer". A dipendenza del luogo di utilizzo della carta di credito (in Svizzera o all'estero), la distinzione è fatta tra le commissioni per le transazioni in Svizzera e le commissioni per le transizioni transfrontaliere. I sistemi di carte di credito MasterCard e Visa sono organizzati con un sistema di quattro parti: da una parte, i detentori di carte di credito trattano con gli "Issuer" mentre dall'altra i commercianti trattano con gli "Acquirer". Per questa ragione, l'accordo concernente la DMIF ha effetti sia sull'ammontare della commissione pagata dai commercianti agli "Acquirer" sia sull'ammontare delle commissioni di carte di credito pagate dai detentori di carte di credito agli "Issuer". Informazioni Prof. Dr. Walter Stoffel 079 436 81 49 Dr. Olivier Schaller 031 322 21 23 079 642 62 88 olivier.schaller@weko.admin.ch Questo testo è accessibile anche sul nostro sito internet

Ces informations peuvent également vous intéresser: