Wettbewerbskommission (Weko)

La Comco apre un'inchiesta sulle "Interchange Fees" delle carte di credito

      (ots) - La Commissione della concorrenza (Comco) apre un'inchiesta
relativa a un possibile accordo illecito sulle "Interchange Fees"
nel sistema delle carte di credito MasterCard e Visa.

    L'"Interchange Fee" è una commissione interbancaria tra diverse società di carte di credito. Essa è pagata dalle società di carte di credito, che affiliano i commercianti che decidono di accettare una carta di credito ("acquirer"), alle società emittenti di carte di credito ("issuer"). Una "Interchange Fee" è prelevata in proporzione all'ammontare dell'operazione effettuata presso i commercianti.Le indagini hanno permesso di stabilire che gli "acquirer" e gli "issuer" in Svizzera si accordano per fissare la "Domestic Interchange Fee" (DIF), ossia la commissione che si applica ai sistemi Visa e MasterCard, per le operazioni in Svizzera. Allo scopo di stabilire se la fissazione comune di detta commissione costituisce una limitazione illecita alla concorrenza ai sensi della Legge sui cartelli, la Comco ha aperto un'inchiesta il 15 dicembre 2003.L'ammontare della DIF ha un influsso sulle condizioni della concorrenza sul mercato dell'"acquiring" e dell'"issuing". Per questo motivo, detti mercati saranno pure esaminati nell'ambito di detta inchiesta. Per contro, la clausola di non discriminazione contenuta nei contratti tra gli "acquirer" e i commercianti non è oggetto di detta inchiesta. La Comco ha giudicato illecite tali clausole con decisione 18 novembre 2002. Contro detta decisione è attualmente pendente un riscorso davanti alla Commissione di ricorso in materia di concorrenza.

Informazioni Dr. Olivier Schaller 031 322 21 23 olivier.schaller@weko.admin.ch

Questo testo è accessibile anche sul nostro sito Internet



Plus de communiques: Wettbewerbskommission (Weko)

Ces informations peuvent également vous intéresser: