Wettbewerbskommission (Weko)

Comco: la legislazione sui medicamenti non autorizza l'industria farmaceutica ad accordarsi sulla politica dei prezzi e degli sconti nei confronti degli ospedali

(ots) - In un parere all'intenzione del Sorvegliante dei prezzi la Commissione della concorrenza (Comco) si è espressa a favore dell'applicazione della legge sui cartelli (LCart) nell'ambito della vendita di medicamenti agli ospedali. Alla base del parere vi sono i risultati di un'inchiesta preliminare della segreteria della Comco condotta contro l'industria farmaceutica che, con l'entrata in vigore il 1° gennaio 2002 della nuova Legge federale sugli agenti terapeutici (LATer), ha adattato la politica di prezzi e sconti verso gli ospedali pubblici. L'inchiesta preliminare ha mostrato che l'industria farmaceutica ha eliminato in alcuni casi gli sconti oppure, in altri, li ha fissati in modo uniforme al 20%. Secondo il parere, l'art. 33 LATer, previsto per lottare contro la corruzione, non proibisce in generale le riduzioni di prezzo (sconti) sui medicamenti e non fissa dei limiti superiori di sconto. La Comco è quindi giunta alla conclusione che l'art. 33 LATer non costituisce una riserva all'applicazione della LCart. Eventuali accordi o pratiche concordate da parte dell'industria farmaceutica in relazione alla politica dei prezzi e degli sconti verso gli ospedali sottostanno quindi alle disposizioni della LCart, rispettivamente, della Legge federale sulla sorveglianza dei prezzi. Persona di contatto Dr. Olivier Schaller 031 323 21 23 olivier.schaller@weko.admin.ch Questo testo è accessibile anche sul nostro sito internet

Ces informations peuvent également vous intéresser: