Bundesanwaltschaft BA

BA: Il Ministero pubblico della Confederazione estende le indagini sul disastro aereo di Bassersdorf agli allora responsabili della Crossair e dell’UFAC

      Berna (ots) - Berna, 12 marzo 2004. Il Ministero pubblico della
Confederazione ha esteso le indagini di polizia giudiziaria
concernenti il disastro aereo di Bassersdorf del 24 novembre 2001 a
tre responsabili della Crossair nonché all’allora direttore
dell’Ufficio federale dell’aviazione civile (UFAC). Finora
l’indagine era stata condotta contro ignoti. Il 2 febbraio 2004 il
Ministero pubblico della Confederazione avviò una procedura
d’indagine di polizia giudiziaria contro ignoti per sospetto di
gravi lesioni colpose e di omicidio colposo (art. 125 e 117 Codice
penale in relazione con l’art. 98 della legge federale sulla
navigazione aerea) sull’incidente aereo del novembre del 2001, nel
quale un velivolo dell’allora Crossair precipitò nei pressi di
Bassersdorf. La procedura penale fu avviata, tra l’altro, in ragione
del rapporto dell’Ufficio d’inchiesta sugli infortuni aeronautici,
pubblicato all’inizio di febbraio. Le indagini perseguono lo scopo
di accertare e di attribuire le eventuali responsabilità di diritto
penale del disastro aereo.

    Dall’apertura delle indagini di polizia giudiziaria il Ministero pubblico della Confederazione ha esaminato e valutato un ingente numero di documenti, proceduto a numerosi accertamenti ed effettuato diversi interrogatori di testimoni. Sulla scorta delle conoscenze così acquisite e degli indizi relativi a comportamenti indebiti, il 12 marzo 2004 ha deciso di estendere le indagini – condotte finora contro ignoti per sospetto omicidio colposo e gravi lesioni colpose – a tre responsabili dell’allora Crossair. Si tratta del Chief Executive Officer (CEO) della Crossair in carica al momento del disastro aereo e allora capo delle operazioni, del capo delle operazioni in funzione al momento dell’incidente nonché del capoistruttore del tipo di aereo coinvolto nella sciagura. Per gli stessi motivi, le indagini sono state estese all’allora direttore dell’Ufficio federale dell’aviazione civile (UFAC), autorità che fungeva da organo di vigilanza sull’intero settore dei trasporti della Crossair.

    Le indagini riguardano esclusivamente i fatti di rilievo concernenti il disastro aereo presso Bassersdorf del 24 novembre 2001 che ha visto coinvolto un velivolo della Crossair e si estendono alle persone che devono presumibilmente assumersi una responsabilità di diritto penale per quanto è accaduto. Attualmente non è dato sapere se nel corso delle indagini saranno coinvolte altre persone in quanto imputate nella procedura penale. Per tutti gli imputati vale la presunzione d’innocenza fino al giudizio finale.

    Per rispetto della procedura e delle persone coinvolte, il Ministero pubblico della Confederazione non commenta l’ulteriore corso delle indagini. Se lo riterrà necessario ed opportuno, informerà l’opinione pubblica in merito alle nuove conoscenze e ai risultati scaturiti dall’indagine. Le regole e l’andamento della procedura penale sono retti dal procedimento penale federale. Tutte le tappe procedurali sottostanno alla vigilanza della Camera d’accusa del Tribunale federale.

Il capo dell’informazione: Hansjürg Mark Wiedmer, capo dell’informazione MPC, tel. 031 / 324 324 0



Ces informations peuvent également vous intéresser: