Bundesanwaltschaft BA

BA: Ministero pubblico della Confederazione e Polizia giudiziaria federale indagano sull’appropriazione indebita di contributi federali in Pakistan

      Berna (ots) - Berna, 26 maggio 2003. Il Ministero pubblico della
Confederazione (MPC) ha nuovamente trasmesso un procedimento
all’Ufficio dei giudici istruttori federali per l’istruzione
preparatoria federale. L’inchiesta è stata avviata all’inizio
dell’anno in corso dal MPC e dalla Polizia giudiziaria federale
(PGF), in relazione all’appropriazione indebita di contributi
federali nell’ambito di un progetto di sviluppo condotto in
Pakistan.

    Nel 1995, la Direzione dello sviluppo e della collaborazione (DSC) ha incaricato la fondazione Swisscontact – organizzazione svizzera di assistenza allo sviluppo tecnico dell’economia privata – dell’esecuzione di un progetto volto a promuovere le piccole e medie imprese in Pakistan. Un Management Office si è occupato del progetto in loco. Il cittadino del Pakistan insediato quale responsabile del progetto da Swisscontact è fortemente sospettato di aver truffato la Confederazione svizzera di una somma complessiva pari a 800'000.- franchi circa, tra il 1998 e il 2002. In base ad alcuni indizi, l’individuo avrebbe procacciato a sé un indebito profitto mediante fatture fittizie o abusivamente rialzate. Il MPC ha aperto un’inchiesta contro di lui per sospetto di appropriazione indebita o truffa, sottrazione di documenti, infedeltà nella gestione pubblica e falsità in atti formati da pubblici ufficiali o funzionari, all’inizio dell’anno in corso. Sin dal 2002, il National Accountability Bureau a Islamabad indaga sul responsabile del progetto e su altri due ex impiegati locali di Swisscontact per sospetto di delitti contro il patrimonio e falsità in atti.

    Il MPC ha condotto indagini intense in stretta collaborazione con la PGF. I loro rappresentanti si erano recati sul posto in Pakistan nel quadro della collaborazione giudiziaria tra i due Paesi. Il responsabile di progetto è latitante. Su due conti bancari intestati a suo nome in Svizzera sono stati bloccati 130'000.- franchi circa. In Pakistan sono stati posti sotto sequestro valori patrimoniali di un’importanza notevole, presumibilmente acquisiti con mezzi criminali. Vari collaboratori di Swisscontact e della DSC sono stati sentiti. Inoltre sono stati sequestrati documenti inerenti al progetto.

Il responsabile dell'informazione: Hansjürg Mark Wiedmer, capo dell'informazione MPC, tel. 031 / 324 324 0



Ces informations peuvent également vous intéresser: