Bundesanwaltschaft BA

Chiusura dell'indagine preliminare contro un ex collaboratore dell'UFR

Berna (ots) - Berna, il 19 settembre 2002. Caso inerente il traffico di documenti di viaggio falsi: il MPC ha chiuso l'indagine contro un ex collaboratore dell'Ufficio federale dei rifugiati (UFR) e trasmesso l'incarto all'Ufficio dei giudici istruttori federali. Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha chiuso l'indagine di polizia giudiziaria, avviata il 3 maggio 2002, in relazione all'eventuale falsificazione di passaporti per stranieri dell'Ufficio federale dei rifugiati (UFR) ad opera di un ex collaboratore e al loro traffico. Il 17 settembre scorso il caso è stato trasmesso all'Ufficio dei giudici istruttori federali a Berna che procederà all'istruzione preparatoria. L'indagine penale verte in primo luogo su un ex collaboratore dell'UFR sospettato ed è stata estesa a cinque presunti intermediari. Inoltre, in otto Cantoni sono attualmente in corso gli accertamenti volti a stabilire se e in che misura anche oltre un centinaio di persone, "destinatari finali" dei documenti d'identificazione, siano o meno penalmente perseguibili. La stretta collaborazione con la Polizia giudiziaria federale e numerosi corpi di polizia cantonali ha consentito di sequestrare oltre 100 passaporti rilasciati illegalmente dall'UFR (certificati d'identità e passaporti per stranieri) nonché un numero elevato di bolli per il visto. Inoltre, sono stati sequestrati anche i dati personali che l'ex collaboratore dell'UFR aveva stampato a partire da banche dati della Confederazione e, quindi, trasmesso a terzi. La confessione dell'imputato ha indubbiamente contribuito a fare rapida luce sul caso. Al centro delle indagini vi sono reati di falsificazione, reati contro il patrimonio e reati contro i doveri d'ufficio. I cinque presunti intermediari sono accusati di aver istigato l'imputato a commettere i reati attribuitigli e di avere utilizzato i passaporti rilasciati illegalmente. Responsabile dell'informazione: Andrea Sadecky, sostituta portavoce MPC, tel. 031/324 324 0

Ces informations peuvent également vous intéresser: