Bundesamt für Migration

BFM: Programma d’aiuto al ritorno per la regione del Maghreb

(ots) - Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale della migrazione UFM Comunicato per la stampa Programma d’aiuto al ritorno per la regione del Maghreb Berna-Wabern, 01.11.2005. Il 1° novembre 2005, l’Ufficio federale della migrazione lancia un programma di aiuto al ritorno per la regione del Maghreb, volto a incoraggiare il ritorno volontario e ad agevolare il reinserimento. Il programma, limitato al 31 ottobre 2007, è rivolto ai cittadini di Algeria, Tunisia, Marocco, Libia e Mauritania, che hanno presentato domanda d'asilo in Svizzera prima del 1° novembre 2005. Oltre ai programmi tuttora in corso per Angola, Repubblica democratica del Congo, Nigeria, Sierra Leone, Guinea, Burkina Faso e Mali, l'Ufficio federale della migrazione (UFM), in collaborazione con la Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) e l'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM), ha elaborato un programma d'aiuto al ritorno per la regione del Maghreb. Il programma tiene conto delle particolarità dei diversi Paesi d’origine ed è parimenti volto a promuovere il dialogo in materia di migrazione instaurato con le autorità di Algeria, Tunisia, Marocco, Libia e Mauritania. Il programma d’aiuto al ritorno è rivolto a ca. 2400 cittadini dei predetti cinque Stati, che hanno depositato la loro domanda d’asilo prima del 1° novembre 2005. Esso corre dal 1° novembre 2005 al 31 ottobre 2007. Onde appoggiare la reintegrazione nei cinque Paesi, viene versato un aiuto finanziario di 2000 franchi per ogni adulto e di 1000 franchi per ogni minorenne. Oltre all'aiuto finanziario, possono inoltre essere sussidiati progetti individuali e misure di formazione per un importo massimo di 3000 franchi allo scopo di favorire il reinserimento professionale e sociale. Le prestazioni del programma comprendono inoltre una consulenza per il ritorno effettuata in Svizzera, l’organizzazione del viaggio e l’assistenza nel procurarsi i documenti necessari. Le persone interessate possono rivolgersi al consultorio del rispettivo Cantone di residenza, che fornirà loro tutte le informazioni del caso. Per ulteriori informazioni: Brigitte Hauser-Süess, Informazione & Comunicazione UFM, tel. 031 / 325 93 50

Ces informations peuvent également vous intéresser: