Bundesamt für Migration

BFM: Rapporto sul secondo trimestre 2005 “Monitoraggio delle decisioni di non entrata nel merito”

(ots) - Berna-Wabern, 31.10.2005. Dal 1° aprile 2004 al 30 giugno 2005 sono complessivamente 5 092 i richiedenti l'asilo che hanno ricevuto una decisione di non entrata nel merito cresciuta in giudicato (NEM); queste persone sono di conseguenza state escluse dal sistema di aiuto sociale dell'asilo. Nel secondo trimestre 2005, 727 persone hanno chiesto e ottenuto un aiuto immediato. Delle 4 990 persone la cui NEM è passata in giudicato prima del 1° aprile 2004 (casi transitori), nel secondo trimestre 1 047 percepivano ancora un aiuto immediato. Dal 1° aprile 2004 i richiedenti l'asilo nei cui confronti è stata emessa una NEM non hanno più diritto all'aiuto sociale e beneficiano unicamente dell'aiuto immediato minimo loro garantito dalla Costituzione. Per le 4 990 persone (cosiddetti casi transitori) la cui NEM è passata in giudicato prima del 1° aprile 2004, la Confederazione ha versato ai Cantoni un aiuto sociale ordinario sino alla fine del 2004. Con la collaborazione dei Cantoni, la Confederazione monitora l'impatto dell'esclusione dall'aiuto sociale sulle persone oggetto di una NEM. Il presente rapporto si basa sui dati relativi al secondo trimestre del 2005. Risultati Tra aprile e giugno 2005 sono cresciute in giudicato 642 NEM. Vi sono quindi 5 092 persone con una decisione di non entrata nel merito cresciuta in giudicato dall’aprile 2004. Nel secondo trimestre 2005, i Cantoni hanno versato un aiuto immediato a 727 persone con una NEM giusta il nuovo diritto (746 persone nel primo trimestre 2005). Dei cosiddetti casi transitori, nel secondo semestre 1 047 persone percepivano ancora un aiuto immediato (1 178 persone nel primo trimestre 2005). Le spese cantonali per l’aiuto immediato alle persone oggetto di una NEM secondo il nuovo diritto sono di nuovo nettamente aumentate (da 866 595 franchi nel primo trimestre 2005 a 1 065 1'065583 franchi). Tale aumento dei costi non è determinato da un aumento delle persone che hanno richiesto un aiuto immediato, bensì dai maggiori costi giornalieri medi per persona e dalla crescente durata di tale aiuto. Per il secondo trimestre 2005, i Cantoni ottengono un’indennità per l’aiuto immediato dell’importo di 385 200 franchi nonché un’indennità per l’esecuzione dell’importo di 35 000 franchi. Nel secondo trimestre, i Cantoni hanno subito un deficit di 645 383 franchi. Oltre all’aiuto immediato, i Cantoni hanno investito circa 1,6 milioni di franchi per le strutture di collocamento destinate a persone con una NEM. In base a tale evoluzione dei costi è tuttora vagliato un adeguamento dell’indennità per l’aiuto immediato. Soggiorno illegale e delinquenza Nel secondo trimestre 2005 sono state fermate 313 persone con una NEM giusta il nuovo diritto. Il numero dei fermi è diminuito complessivamente – per la prima volta – del 22 % rispetto al trimestre precedente. Nel 49% circa dei casi (259 persone) è stata contestata esclusivamente l’infrazione del soggiorno illegale. Per quel che concerne i casi giusta il nuovo diritto, il numero dei fermi per reati legati agli stupefacenti e/o reati patrimoniali è rimasto stabile. Per quel che concerne i casi transitori, nel secondo trimestre 2005 il numero complessivo dei fermi è diminuito, così come quello dei fermi per reati legati agli stupefacenti e/o reati patrimoniali. In questo gruppo, rispetto al gruppo delle persone oggetto di una NEM giusta il nuovo diritto, si è assistito come nel trimestre precedente a un aumento delle denunce per minacce e violenza nei confronti di persone. Il rapporto sul monitoraggio per il secondo trimestre 2005 può essere consultato in internet sotto www.bfm.admin.ch. Per ulteriori informazioni: Brigitte Hauser-Süess, Informazione e comunicazione UFM, tel. 031 / 325 93 50

Ces informations peuvent également vous intéresser: