Bundesamt für Migration

BFF: Secondo rapporto „Monitoraggio NEM“

      (ots) - Berna-Wabern, 27.01.2005. Tra il 1° aprile e il 30
settembre 2004 sono passate in giudicato le decisioni di non entrata
nel merito relative a 2973 richiedenti l'asilo, i quali sono stati
esclusi dal sistema di aiuto sociale dell'asilo. 465 di tali
richiedenti hanno chiesto e ottenuto un aiuto immediato dai Cantoni.
È quanto risulta dal secondo rapporto di monitoraggio dell'Ufficio
federale della migrazione.

    Dal 1° aprile 2004 i richiedenti l'asilo nei cui confronti è stata emessa una decisione di non entrata nel merito non hanno più diritto all'aiuto sociale e beneficiano unicamente dell'aiuto immediato minimo loro garantito dalla Costituzione. Con la collaborazione dei Cantoni, la Confederazione monitora l'impatto dell'esclusione dall'aiuto sociale sulle persone oggetto di una decisione di non entrata nel merito (NEM). Il presente rapporto si basa sui dati relativi al terzo trimestre, vale a dire da luglio a settembre 2004.

    Risultati Tra luglio e settembre 2004, sono passate in giudicato 1185 decisioni di non entrata nel merito. Se a queste si aggiungono le 1788 NEM passate in giudicato nel trimestre precedente, sono dunque 2 973 le persone la cui decisione di non entrata nel merito è passata in giudicato tra aprile e settembre. Nel terzo trimestre 2004 i Cantoni hanno versato un aiuto immediato a 465 persone, ossia al 16% di tutte le persone NEM (contro le 273 persone, pari al 15%, del trimestre precedente). Per tale aiuto immediato i Cantoni hanno versato circa 518 000* franchi (contro i 162 000.- del trimestre precedente*). Le spese sostenute dai Cantoni per l'aiuto immediato potrebbero comunque aumentare, dato che vi sono stati ritardi nella rilevazione da parte dei Cantoni e che di taluni costi (in particolare quelli del settore medico) si può tenere conto soltanto nel rapporto annuale.

    * I dati del Canton Zurigo non sono compresi nella statistica (in quanto non sono ancora stati forniti).

    12 Cantoni si sono inoltre dotati di strutture di aiuto immediato che hanno cagionato costi di gestione pari a 665 000 franchi. Tali costi non sono rimborsati dalla Confederazione.

    Soggiorno irregolare e delinquenza Nel terzo trimestre 2004, 288 persone NEM sono state fermate dalla polizia complessivamente 404 volte (si tratta di 88 persone in più rispetto al semestre precedente). Nel 52 per cento dei fermi, all'interessato è stato contestato esclusivamente il soggiorno illegale. Il numero delle infrazioni alla legge sugli stupefacenti e dei reati patrimoniali commessi da persone NEM è lievemente aumentato rispetto al trimestre precedente. Tra aprile e settembre, 147 delle complessive 2973 persone NEM (pari dunque al 5%) sono state denunciate per infrazioni alla legge sugli stupefacenti e reati patrimoniali.

    Minorenni non accompagnati Un aspetto particolare è quello delle decisioni di non entrata nel merito emesse nei confronti di minorenni non accompagnati. Tra aprile e settembre 2004, sono passate in giudicato le NEM di 131 minorenni, 49 dei quali hanno chiesto un aiuto immediato o sono stati fermati dalla polizia nel trimestre in esame. L'UFM sta attualmente riesaminando l'organizzazione dell'aiuto immediato a favore dei minorenni non accompagnati.

    Il rapporto di monitoraggio è disponibile in Internet (all'indirizzo www.bfm.admin.ch) nelle versioni francese e tedesca (è inoltre disponibile un compendio in italiano).

Per ulteriori informazioni: Brigitte Hauser-Süess, Informazione & comunicazione UFM, tel. 031 / 325 93 50



Plus de communiques: Bundesamt für Migration

Ces informations peuvent également vous intéresser: