BAK Bundesamt für Kultur

Concorso federale d'arte 2005

Berne (ots) - La Commissione federale d'arte, presieduta dalla signora Jacqueline Burckhardt di Zurigo, dopo avere esaminato i lavori dei partecipanti al Concorso federale d'arte, ha proposto al Dipartimento federale dell’interno di premiare 35 partecipanti (4 lavori in collaborazione) con premi per un valore complessivo di 720 000 franchi. Possono partecipare al Concorso federale d'arte artiste/artisti ed architette/architetti nonché mediatrici/mediatori d'arte e d'architettura svizzeri* fino all'età di quarant'anni. Il concorso si svolge in due fasi. Nel marzo 2005, al termine della prima fase, la Commissione federale d'arte ha scelto 116 dei 610 partecipanti per la seconda fase. I lavori di tutti i partecipanti alla seconda fase del Concorso verranno presentati nel quadro dell'esposizione "Swiss Art Awards" durante l'"Art" presso la Fiera di Basilea. Luogo: Fiera di Basilea, padiglione 32 Vernice: 13 giugno 2005, ore 18.00 Durata dell'esposizione: dal 14 al 20 giugno 2005 Orario d’apertura: tutti i giorni dalle ore 10 alle 19 Entrata libera Altre informazioni sul sito www.bak.admin.ch Ufficio federale della cultura, Comunicazione Informazioni: Dott. Andreas Münch, Ufficio federale della cultura, Responsabile del Servizio arte, tel. 031/322 92 89 Concorso federale d'arte Eidgenössischer Wettbewerb für Kunst Concours fédéral d'art 2005 Premiate e premiati / PreisträgerInnen / Lauréat(e)s B = Bewerbungen GA = Gemeinschaftsarbeit a = 1. Runde / 1er tour / 1° turno B = candidatures GA = travail en commun b = 2. Runde / 2ème tour / 2° turno B = candidature GA = lavaro in comune c = Preis / prix / premio ARCHITETTURA Herrling Jela, 1978, Architektin, von Wettswil am Albis/ZH, Im Bröelberg 8, 8802 Kilchberg 2005 c 24'000 Kilga (KilgaPopp Architekten) Monika, 1969, Architektin, von Brunnenthal/SO, Lagerplatz 6, 8400 Winterthur 2005 c GA Popp (Popp Architekten) Stephan 12'000 Popp (KilgaPopp Architekten) Stephan, 1969, Architekt, von Steinach/SG, Lagerplatz 6, 8400 Winterthur 2005 c GA Kilga (Popp Architekten) Monika 12'000 ARTE Bassanini Katia, 1969, -, di Maroggia/TI, Via Centro TV 49, 6949 Comano 1998 b 2000 c 25'000 2001 a 2002 b 2003 c 24'000 2005 c 24'000 Bauer Marc, 1975, Artiste, de Genève/GE, Rue des Foulons 69, 1000 Bruxelles 2000 a 2001 c 20'000 2002 b 2003 a 2004 b 2005 c 24'000 Bernardi Donatella, 1976, Artiste, de Gondiswil/BE, Quai Charles Page 37, c/o Nicolo Abbate 1205 Genève 2005 c GA Lapzeson Andrea 12'000 Branc Isabella, 1977, Studentin, von Serbien & Montenegro/, Bodenacherstrasse 83, 8121 Benglen 2005 c 24'000 Buma (Bucher) Gaspard, 1975, Artiste, de Trachselwald/BE, Chemin Raffort 5, 1032 Romanel-sur-Lausanne 2005 c 24'000 Estermann Robert, 1970, Bildender Künstler, von Rickenbach/LU, Zurlindenstrasse 82, 8003 Zürich 1995 a 2003 a 2004 a 2005 c 24'000 Gastaldon Vidya, 1974, Artiste, de Frankreich/, Rue Lamartine 23, 1203 Genève 1999 a 2005 c 24'000 Hunziker Daniel Robert, 1965, Künstler/Dozent, von Leimbach/AG, Grüngasse 18, 8004 Zürich 1997 b 1999 b 2002 c 20'000 2003 b 2004 b 2005 c 24'000 Ingold Georgine, 1965, Künstlerin, von Basel/BS, Bartenheimerstrasse 40, 4055 Basel 1998 a 1999 a 2000 a 2001 a 2004 b 2005 c 24'000 Lapzeson Andrea, 1976, Artiste, de Bâle/BS, Ruelle du Midi 10, 1207 Genève 1999 c GA Massard Jérôme, Piguet Emmanuel, Saini Florian, Sgouridis Konstantin 4'000 2000 a GA Massard (KLAT) Jérôme, Piguet (KLAT) Emmanuel, Saini KLAT) Florian, Sgouridis 2002 b GA Massard (KLAT) Jérôme, Saini (KLAT) Florian, Sgouridis (KLAT) Konstant 2005 c GA Bernardi Donatella 12'000 Leuba Jérôme, 1970, Artiste, de La Côte-aux-Fées/NE, Plantamour 30, 1201 Genève 1999 a 2000 a 2004 b 2005 c 24'000 Leutenegger Zilla, 1968, Künstlerin, von Chur/GR, Wildbachstrasse 87, 8008 Zürich 1997 a 1999 a 2000 b 2001 a 2002 b 2003 b 2005 c 24'000 Nova Nils, 1968, Künstler, von Luzern/LU, Industriestrasse 9, 6005 Luzern 2000 a 2001 c 20'000 2002 b 2003 b 2004 c 20'000 2005 c 24'000 Nyffeler Andrea, 1969, Kunstmalerin, von Huttwil/BE, Flühlenmühle, 3205 Gümmenen 2003 a 2004 a 2005 c 24'000 Piguet (collectif_fact) Claude, 1977, Artiste, de Le Chenit/VD, Rue de Berne 23, 1201 Genève 2003 a GA Schneider (collectif_fact) Annelore, Thommen (collectif_fact Swann 2004 b GA Schneider (collectif_fact) Annelore, Thommen (collectif_fact) Swann 2005 c GA Schneider (collectif_fact) Annelore, Thommen (collectif_fact) Swann 8'000 Raccoursier Anne-Julie, 1974, Artiste, de Bussigny-sur- Oron/VD, Avenue Virgile Rossel 18, 1012 Lausanne 2000 a 2001 a 2002 b 2005 c 24'000 Rittener Didier, 1969, Artiste , de Château-d'Oex/VD, Rue Cheneau de Bourg 6, 1003 Lausanne 1998 a 1999 a 2001 b 2002 b 2004 c 20'000 2005 c 24'000 Roldan Ana, 1977, Künstlerin, von Mexiko/, Postfach 7703, 3001 Bern 2005 c 24'000 Sala Mario, 1965, Künstler, von Piazzogna/TI, Reutgasse 11, 8406 Winterthur 1992 a 1996 b 1998 b 1999 a 2003 c 24'000 2004 b 2005 c 24'000 Schenker Katja, 1968, Künstlerin, von St. Gallen/SG, Zentralstrasse 123, 8003 Zürich 2000 b 2002 b 2003 c 24'000 2004 c 20'000 2005 c 24'000 Schneider (collectif_fact) Annelore, 1979, Artiste, de La Chaux-de- Fonds/NE, Rue Edouard Racine 4, 1202 Genève 2003 a GA Piguet (collectif_fact) Claude, Thommen (collectif_fact) Swann 2004 b GA Piguet (collectif_fact) Claude, Thommen (collectif_fact) Swann 2005 c GA Piguet (collectif_fact) Claude, Thommen (collectif_fact) Swann 8'000 Shahbazi Shirana, 1974, Künstlerin, von Iran/, Pfingstweidstrasse 31A, 8005 Zürich 2003 b 2004 c 20'000 2005 c 24'000 Streuli Christine, 1975, Künstlerin, von Bern/BE, Hinterbergweg 15, c/o Familie Streuli 4900 Langenthal 2000 a 2001 a 2003 b 2004 c 20'000 2005 c 24'000 Terzaghi Matteo, 1970, Redattore editoriale, di Quinto/TI, Via Lambertenghi 9a, 6900 Lugano 2003 c GA Zürcher Marco 12'000 2005 c GA Zürcher Marco 12'000 Thommen (collectif_fact) Swann, 1979, Artiste, de Niederdorf/BL, Rue Royaume 9, 1201 Genève 2003 a GA Piguet (collectif_fact) Claude, Schneider (collectif_fact) Annelore 2004 b GA Piguet (collectif_fact) Claude, Schneider (collectif_fact) Annelore 2005 c GA Piguet (collectif_fact) Claude, Schneider (collectif_fact) Annelore 8'000 Zürcher Marco, 1969, Grafico, di Thalwil/ZH, Via Buffi 8, 6900 Lugano 2003 c GA Terzaghi Matteo 12'000 2005 c GA Terzaghi Matteo 12'000 MEDIAZIONE D'ARTE E D'ARCHITETTURA Hönig Roderick, 1971, Dipl. Architekt/Redaktor, von Winterthur/ZH, Scheuchzerstrasse 31, 8006 Zürich 2005 c 24'000 Jetzer Gianni, 1969, Kurator, von Lengnau/AG, Zentralstrasse 161, 8003 Zürich 2003 b 2005 c 24'000 Omlin Sibylle, 1965, Kunstwissenschaftlerin, von Zürich/ZH, Erikastrasse 17, 8003 Zürich 2005 c 24'000 Stroun Fabrice, 1969, Commissaire d'expositions, de Genève/GE, Lamartine 15B, 1203 Genève 2005 c 24'000 Trembley Nicolas, 1965, Commissaire d'exposition, de Genève/GE, Rue Gabriel Laumain 7/9, BDV Bureau des Vidéos 75010 Paris 2004 c 20'000 2005 c 24'000 Tschanz Martin, 1965, Architekt/Architekturkritiker, von Bern/BE, Hegibachstrasse 58, 8032 Zürich 2005 c 24'000 Concorso federale d'arte 2005 Il Concorso federale d'arte è di gran lunga la più antica e rinomata manifestazione d'arte in Svizzera. Indetto la prima volta nel 1899 quale procedura di selezione per borse di studio all’estero, ben presto si trasformò in una prestigiosa distinzione, in un riconoscimento a livello nazionale. Ad alcuni degli oltre 500 giovani artisti svizzeri che si candidano ogni anno con una documentazione, la mostra del secondo turno del Concorso consente di fare prime esperienze nel mondo dell’arte, di presentarsi per la prima volta nel contesto internazionale dell’ART di Basilea. A non pochi dei circa 30 premiati, la distinzione può aprire le porte del mondo dell’arte, delle gallerie e delle Kunsthallen. Grazie alla disponibilità della Fiera di Basilea, la mostra del secondo turno del Concorso federale d'arte dal titolo "Swiss Art Awards" si svolge da alcuni anni parallelamente all'Art nei padiglioni stessi della Fiera, dove riscontra l'interesse e il consenso del pubblico di specialisti internazionali che ottengono qui la possibilità di aggiornarsi sullo stato della scena artistica svizzera contemporanea e su nomi e opere di domani. Per i giovani artisti emergenti l'incontro con galleriste e galleristi, critici e appassionati d'arte provenienti da tutto il mondo rappresenta un'esperienza significativa. Possono partecipare al Concorso federale d'arte artiste/artisti ed architette/architetti nonché mediatrici/mediatori d'arte e d'architettura svizzeri* fino all'età di quarant'anni. La Commissione federale d'arte costituisce la giuria. Essa si avvale della consulenza di esperti riconosciuti per l'ambito dell'architettura. Il Concorso si svolge in due turni. Nel primo turno i partecipanti sottopongono alla giuria un dossier di lavoro. I concorrenti selezionati vengono poi invitati al secondo turno, dove devono documentare il loro lavoro con opere originali in un'esposizione pubblica a Basilea. Sulla base di tali opere, la giuria sceglie i vincitori. I premi assegnati ogni anno sono da 20 a 30 e variano tra 18 000 e 25 000 franchi. Artiste e artisti possono partecipare fino a sette volte al Concorso federale d'arte e ottenere al massimo tre premi. La fondazione privata Kiefer-Hablitzel ha congiunto amministrativamente il proprio concorso a quello federale d'arte, ma ha una giuria propria. *Sono pure considerati come cittadini svizzeri le persone residenti da almeno 5 anni in Svizzera o sposate con una persona di nazionalità svizzera. Eidgenössische Kunstkommission Commission fédérale d'art Commissione federale d'arte (1.1.2005 - 31.12.2008) Präsidentin/Présidente/Presidente Dr. Jacqueline Burckhardt, Kunsthistorikerin, Zürich Redaktorin der Kunstzeitschrift Parkett, Zürich Mitglieder/Membres/Membri Stefan Banz, Künstler, Luzern Mariapia Borgnini, artista, Lugano Silvie Defraoui, artiste, Vufflens-le-Château/VD Peter Hubacher, Architekt, Herisau Simon Lamunière, artiste et commissaire indépendant, Genève Professeur aux HES de Lausanne et Genève Chantal Prod'Hom, historienne d'art, Lausanne Directrice du Musée de design et d'arts appliqués contemporains, Lausanne Hans Rudolf Reust, Kunstkritiker und Dozent an der Hochschule der Künste Bern (HKB) Hinrich Sachs, Künstler, Basel Sekretariat/Secrétariat/Segreteria Dr. Andreas Münch, Kunsthistoriker, Leiter des Dienstes Kunst, Bundesamt für Kultur, Hallwylstrasse 15, 3003 Bern Experten/Experts/Esperti Beat Consoni, Architekt, Horn Carlos Martinez, Architekt, Widnau Isa Stürm, Architektin, Zürich Eidgenössischer Wettbewerb für Kunst 2005 Concours fédéral d'art 2005 Concorso federale d'arte 2005 Statistik 2. Runde / statistique 2e tour / statistica 2a selezione 2005 2004 Teilnehmer / participants / partecipanti 116 120 Architektur Architecture Architettura 9 19 Kunst Art Arte 87 83 Kunst- und Architekturvermittlung Médiation d'art et d'architecture Mediazione d'arte et d'architettura 20 18 Geschlecht/sexe/sesso Männer/hommes/uomini 68 80 Frauen/femmes/donne 48 40 Sprache/langue/lingua Deutsch/allemand/tedesco 83 87 Französisch/français/francese 28 32 Italienisch/italien/italiano 5 1 Wohnkanton/Canton de domicile/Cantone di domicilio AG: 2 BL: GL: NE: SH: TI: 5 ZG: AI: BS: 11 GR: 2 NW: SO: UR: ZH: 46 AR: FR: JU: OW: SZ: VD: 7 BE: 9 GE: 20 LU: 2 SG: 4 TG: 1 VS: Wohnsitz im Ausland/domicilié à l'étranger/domiciliati all'estero: 7 Alter/âge/età Das Durchschnittsalter der TeilnehmerInnen beträgt 33 Jahre. Am stärksten vertreten ist der Jahrgang 1969 mit 14 TeilnehmerInnen. L'âge moyen des participant(e)s (sans les médiatrices et médiateurs d'art et d'architecture) est de 33 ans. L'année la mieux représentée est 1969 avec 14 participant(e)s. L'età media dei partecipanti (esclusi le mediatrici e i mediatori d'arte e d'architettura) è di 33 anni. L'anno di nascita che figura più spesso è il 1969 con 14 partecipanti. Fondazione Kiefer Hablitzel 2005 Istituita nel 1942 dai coniugi Charles und Mathilde Kiefer Hablitzel, tra i primi industriali a fare fortuna in Brasile nella prima metà del secolo, la Fondazione Kiefer Hablitzel è una tra le più rinomate fondazioni culturali svizzere. Rientrati in Svizzera negli anni Trenta, dove presero dimora nel castello Dreilinden di Lucerna, essi si distinsero come mecenati e sostennero finanziariamente la costruzione del Kunsthaus di Lucerna. In stretta collaborazione con le autorità federali, ancor prima della morte della coppia Kiefer Hablitzel, rimasta senza eredi, venne predisposto il necessario per trasferire la maggior parte del suo patrimonio in una fondazione. Ne scaturì la Fondazione Kiefer Hablitzel, il cui utile annuo è ripartito in 16 parti e assegnato essenzialmente a istituzioni citate nello statuto, tra cui la Fondazione Gottfried Keller, i Politecnici di Zurigo e Losanna, la Lega svizzera del patrimonio nazionale e la Commissione federale del Parco nazionale. Cinque sedicesimi sono destinati a giovani esponenti svizzeri delle belle arti e della musica classica. Le borse di studio volte a sostenere la loro formazione sono assegnate nel quadro di concorsi annuali. La Fondazione Kiefer Hablitzel sottostà alla sorveglianza del Consiglio federale. Il consiglio di fondazione si compone di rappresentanti dei poteri pubblici e della vita culturale svizzera provenienti da tutte le regioni linguistiche. Premio Kiefer Hablitzel 2005 La Fondazione Kiefer Hablitzel ha congiunto il suo concorso con il Concorso federale d'arte, pur disponendo di una propria giuria. L'8 e il 9 giugno 2005, la giuria della Fondazione Kiefer Hablitzel ha esaminato i lavori di 30 partecipanti (5 lavori in collaborazione) che nel marzo scorso erano stati selezionati tra i 166 partecipanti nel quadro di un esame preliminare. Il 9 giugno 2005 il consiglio di fondazione ha confermato le proposte presentate dalla giuria. Premiati 2005 Isabella Branc, 1977, Benglen CHF 9'000 Stefan Burger, 1977, Zurigo 6'000 collectif_fact Claude Piguet, 1977, Genève Annelore Schneider, 1979, Genève Swann Thommen, 1979, Genève 6'000 Yanick Fournier, 1978, Köln 6'000 Mickry 3 Christina Pfander, 1980, Zurigo Dominique Vigne, 1981, Zurigo Nina von Meiss, 1978, Zurigo 6'000 Nadin Rüfenacht, 1980, Leipzig/D 6'000 Guadalupe Ruiz Cifuentes Rihs, 1978, Losanna 6'000 Christine Streuli, 1975, Zurigo 6'000 Andro Wekua, 1977, Zurigo 6'000 Ramon Zürcher, 1982, Berna 6'000 La giuria era così composta: Toni Stooss, Berna (presidente) Ana Axpe, Ginevra Giovanni Carmine, Zurigo Frantiek Klossner, Berna Informazioni: Fondazione Kiefer Hablitzel, c/o Zölch & Partner, Casella postale, 3001 Berna, tel. 031/386 11 12 "Prix Mobilière Young ART" 2005 Il premio per la giovane arte svizzera assegnato dalla Mobiliare si chiama ora „Prix Mobilière Young Art.“ Providentia e Mobiliare, da anni riunite sotto lo stesso tetto, si presenteranno in futuro sotto un solo nome. Il premio dell’ammontare di 10 000 franchi a una giovane artista o a un giovane artista continuerà ad essere assegnato in occasione del Concorso federale d’arte a Basilea. La giuria viene nominata di anno in anno. Nel 2005 era così composta: Didier Rittener, artista e vincitore nel 2004, Losanna; Nicole Schweizer, storica dell’arte e collaboratrice scientifica del Museo d’arte di Berna; Liselotte Wirth Schnöller, curatrice della collezione d’arte della Mobiliare. Quest’anno la scelta della giuria è caduta sull’artista losannese Anne-Julie Raccoursier, 1974, Lausanne „Grace-notes“ è il titolo del video dell’artista che, limitandosi a poche immagini e a una colonna sonora incisiva, mette in movimento i pensieri del pubblico. Una domanda banale di grande effetto: come si reagirebbe (o piuttosto come reagirebbero gli americani), se la bandiera americana fosse dotata di un’etichetta con la dicitura “Made in China”? Il video, il cui sguardo apparentemente documentario confluisce in un messaggio artistico preciso attraverso riprese statiche, propone immagini ineludibili della produzione industriale della bandiera americana, che ricordano il film „Lauf der Dinge“ di Fischli/Weiss. Animate dal ritmo delle macchine, le operaie di una fabbrica tessile della Pennsilvania cuciono meccanicamente e in silenzio i pannelli della „stars and stripes“ producendo ideologia a ritmo continuo. Chi le osserva non può fare a meno di chiedersi che cosa provano e se pensano alla destinazione del loro prodotto. Le forti impressioni metaforiche sono accompagnate dal motivetto non meno orecchiabile di „We are the champions“ dei Queen di Freddy Mercury. E non si tratta quindi dell’inno americano, che rende onore alla produzione della bandiera americana, ma del tormentone di una band inglese il cui cantante aveva radici zanzibarine. Che la globalizzazione sia riuscita a sopraffare anche le nostre ideologie nazionali e i nostri sentimenti patriottici? Resta da chiedersi chi è che lavora in cambio di che cosa (“Grace-notes”) e chi è il vero campione. Liselotte Wirth Schnöller

Ces informations peuvent également vous intéresser: