BAK Bundesamt für Kultur

„Mapping New Territories – Schweizer Medienkunst international“ in mostra dal 30 gennaio al 27 marzo 2005 alla Neue Kunst Halle di San Gallo

      Berna (ots) - In collaborazione con l’Ufficio federale della
cultura/sitemapping.ch e l’istituzione basilese [plug.in], la Neue
Kunst Halle di San Gallo propone quattro progetti di arte digitale
contemporanea svizzera. La mostra esplora nuovi territori da
scoprire attraverso varie installazioni e performance.

    Il collettivo di artisti Knowbotic Research si occupa di aspetti della supremazia e del rispettivo raggio di azione nella sua installazione interattiva naked bandit/here, not here/white sovereign. Il pubblico può animare un robot vagante a fargli prendere di mira alcuni palloni neri anch’essi vaganti in uno spazio limitato. I palloni sono un’analogia per le persone in arresto sospettate di atti terroristici, il cui status legale non è disciplinato in un determinato territorio. Alla stregua dei prigionieri si trovano alla mercé di una terza entità.

    Marlene McCarty con la sua installazione interattiva BAD BLOOD Stage Two offre uno spaccato della personalità di una giovane donna. Negli anni Settanta Marlene Olive fece scalpore per l’uccisione della madre, commesso dopo il tentativo di staccarsi dalla sua famiglia dandosi alla droga, al sesso e alla musica. Nell’installazione di McCarty la giovane e provocante donna interagisce con lo spettatore che varca la soglia reagendo ai suoi movimenti. L’artista genera in questo modo un soggetto-spettatore che deve posizionarsi rispetto alla protagonista.

    Parallelamente al moltiplicarsi illimitato dei reality show sempre uguali e di trasmissioni di intrattenimento di vario genere proposti dalle emittenti televisive, 56k Bastard/TV, un progetto di Pro Helvetia e xcult, va in onda con un proprio programma diffuso via rete. La simbiosi tra progetto televisivo e web strumentalizza consapevolmente la rete e può fare affidamento su un supporto artistico mondiale (Basilea, Berlino, Johannesburg, New York, Seoul, Tokyo, ecc.). L’installazione 56k Bastard/TV invita anche a crearsi un proprio programma mostrando con convinzione come è possibile plasmare il mondo televisivo in modo alternativo.

    Sabato 12 marzo 2005, ore 19, Lokremise, San Gallo La performance del gruppo di artisti n3krozoft.com dal titolo LOL (laughing out loud) rielabora la tragedia di un suicidio annunciato in un chatroom ed effettivamente avvenuto. Il chat, elemento di un mondo apparentemente virtuale, diventa un luogo in cui si rendono pubbliche condizioni sociali e culturali e dove il confine tra realtà e mondo immaginario è rimesso in discussione.

Sabato 12 marzo 2005, dalle ore 10 alle 17.30, Neue Kunst Halle, simposio «Mapping New Territories»

    La mostra è accompagnata da un simposio su temi emersi nell’arte digitale. I nuovi media richiedono condizioni di accesso diverse, cambiano la ricezione e la mediazione ed esigono nuovi modelli di promozione. Il convegno, cui partecipano relatori internazionali e che prevede varie tavole rotonde, si propone di rispondere a questi interrogativi o per lo meno di abbordarli.

    Nell’ambito del suo mandato di promozione a favore dei nuovi media, con la sua iniziativa sitemapping.ch l’Ufficio federale della cultura si propone di offrire all’arte digitale svizzera una nuova piattaforma per il dibattito. Il suo obiettivo consiste nel collocare l’arte digitale nel contesto dell’arte contemporanea e di avviare il dibattito storico-artistico. L’iniziativa dell’UFC intende sia incentivare le artiste e gli artisti concettuali e i loro progetti che non sfruttano il computer per il suo fascino tecnico, ma come strumento estetico in un mondo sempre più caratterizzato dal network sia rafforzare le condizioni quadro per la mediazione di questi lavori.

    Unica istituzione in Svizzera che si occupa della produzione e della mediazione dell’arte digitale, [plug.in] opera per quanto possibile anche oltre i confini cantonali e si dedica in particolare anche al networking internazionale. Inaugurato nel dicembre 2000 a Basilea quale centro di arte digitale con intenti internazionali e locali, [plug.in] è sostanzialmente sostenuto dai poteri pubblici.

Conferenza stampa: venerdì 28 gennaio 2005, ore 11, Neue Kunst Halle, San Gallo Vernice: sabato 29 gennaio 2005, ore 17

Per le informazioni più recenti si rimanda a www.mapping-new- territories.ch, www.k9000.ch, www.iplugin.org, www.sitemapping.ch

    La mostra è stata ideata e resa possibile dall’Ufficio federale della cultura/sitemapping.ch ed è stata coprodotta da [plug.in] di Basilea.

UFFICIO FEDERALE DELLA CULTURA & NEUE KUNST HALLE ST. GALLEN & PLUG.IN Comunicazione

Informazioni

Gianni Jetzer Neue Kunst Halle, San Gallo T +41 71 222 10 14 E jetzer@k9000.ch

Annette Schindler [plug.in], Basilea T+41 61 283 60 50 E aschindler@iplugin.org

Maria Stergiou Ufficio federale della cultura, Berna T +41 31 323 89 43 E Maria.Stergiou@bak.admin.ch



Plus de communiques: BAK Bundesamt für Kultur

Ces informations peuvent également vous intéresser: