BAK Bundesamt für Kultur

L’Ufficio federale della cultura sostiene 16 lavori nel quadro di Sitemapping/Mediaprojects 2004

    Berna (ots) -

    Grazie al suo nuovo strumento di promozione artistica „Sitemapping.ch“ l’Ufficio federale della cultura ha sostenuto per la seconda volta la realizzazione di 16 progetti (dei 43 presentati nelle 5 categorie) di arte digitale attribuendo un contributo di lavoro. Lo strumento di promozione artistica dell’Ufficio federale della cultura denominato Sitemapping/mediaprojects serve a sostenere e incentivare gli artisti professionisti operanti nell’ambito dell’arte digitale. Esso si fonda sul piano di azione „Sitemapping.ch 2002“ messo a punto da un gruppo di lavoro costituito da rappresentanti dell’Ufficio federale della cultura, di Pro Helvetia, del Cantone di Basilea Città e da alcuni artisti d’arte digitale. Sitemapping/mediaprojects si propone di agevolare la realizzazione di progetti artistici che si distinguono per l’impiego tecnicamente innovativo e concettuale dei nuovi media (media digitali) e che denotano sviluppi innovativi nell’interazione tra l’arte e le nuove tecnologie. Si tratta di progetti d’arte digitale situabili nelle discipline Internet, realtà virtuali, comunità digitali, CD-ROM e installazioni multimediali, opere interattive, data streaming, sistemi suoni/immagini digitali, ecc. Il sostegno consiste nell’attribuzione di contributi a progetti per un ammontare tra 5000 e 25 000 franchi. Accanto alla qualità artistica nell’attribuzione dei sussidi vengono valutati la riflessione critica nell’ambito dello sviluppo dei nuovi media, l’implementazione innovativa di nuove tecnologie della comunicazione in relazione agli sviluppi socioculturali, la rilevanza estetica e la comunicabilità. I contributi sono assegnati nelle seguenti categorie: Preproduction („dall’idea alla strategia“), Production („dalla strategia alla realizzazione“): „Digital Screen“, „Interactive“, „Network Communities“, „Inventive Software“. Non vengono attribuiti sussidi a lavori di diploma. Le candidature sono state esaminate da un comitato d'esperti composto dei seguenti specialisti: Jill Scott, Sibille Omlin, Silvie Defraoui, Claudio Dionisio e Axel Vogelsang. La giuria ha raccomandato all’Ufficio federale della cultura di sostenere i seguenti progetti con un montepremi di 250 000 franchi:

Preproduction: „Tracks“ di Andrea Iten, Basilea; "Parker (titolo di lavoro)" di Jürg Lehni, Zurigo;

Digital Screen: „The Big One“ di Johannes Hedinger/Marcus Gossolt (Com&Com), Zurigo; „From Here On Out“ di Roman Keller, Zurigo; „Der freie Fall“ di Max Philipp Schmid/Stella Händler, Basilea; „Flaggen- Metamorphosen“ di Miriam Thyes, Küsnacht; „Fabrica“ di Pablo Ventura, Zurigo;

Interactive: „10'950 Tage“ di Romelia Höpflinger, Zurigo; „Weisse Zelte“ di Thomas Isler, Zurigo; „Instant Gain in Grace“ di Irena Kulka, Basilea; „Jogging/Snapshooting/Shopping“ di Eric Lanz, Düsseldorf;

Network Communities: „Eternity-Tanks“ di Michel Zai/Stefan Häfliger/Fabio Gramazio (etoy), Zurigo;

Inventive Software: „Surreance“ di Art Clay/ Franziska Martinsen, Basilea; „GoAPE. a game art simulation“ di Margarethe Jahrmann, Zurigo; „Videosequencer“ di Peter Lang, Richterswil; „Telcomgallery“ di Jan Torpus, Basilea;

Informazioni: lic.phil. Maria Stergiou, responsabile arte digitale, Ufficio federale della cultura, Hallwylstrasse 15, 3003 Berna Tel 031 323 89 43; fax 031 322 78 34; maria.stergiou@bak.admin.ch



Plus de communiques: BAK Bundesamt für Kultur

Ces informations peuvent également vous intéresser: