BAK Bundesamt für Kultur

Convegno di Bienne della Commissione federale per l’infanzia e la gioventù CFIG; 21 e 22 ottobre 2004, Palazzo dei congressi di Bienne

    Berna (ots) - Il presidente della Confederazione Joseph Deiss al «Qui e ora»

    Spazi liberi e tempo a disposizione per bambini e giovani sono beni preziosi sempre più soffocati dal traffico motorizzato, dalle superfici sfruttate a scopi commerciali e da impegni a ritmo serrato. Le conseguenze: mancanza di moto, obesità e stress. Bambini e giovani hanno bisogno di tempo e spazio sufficienti, ma anche di strutture, assistenza e animazione per trascorrere il tempo libero. Il Seminario di Bienne, un appuntamento ormai abituale della Commissione federale per l’infanzia e la gioventù (CFIG), si è occupato quest’anno dell’argomento.

    Nel suo discorso di benvenuto, il presidente della CFIG Leo Brücker- Moro ha fatto notare che i bambini trascorrono sempre più del loro tempo in presenza di adulti e che non hanno praticamente più la possibilità di giocare liberamente all’aperto. Infatti, per non metterne a repentaglio la sicurezza, i genitori tengono d’occhio i propri figli e li limitano, senza volerlo, nel loro sviluppo fisico e sociale.

    Oltre a vari specialisti, hanno preso la parola anche i bambini e i giovani di Bienne esponendo al pubblico di esperti e al presidente della Confederazione Joseph Deiss, anch’egli presente in sala, la loro visione dello spazio e del tempo libero. L’hanno fatto in modo creativo e coinvolgente, tra l’altro con una rappresentazione di hip hop e una mostra di immagini commentata, entrambe preparate a scuola e nel tempo libero. Il presidente della Confederazione Deiss ha commentato in merito: «Un convegno come questo dimostra quanto sia importante essere all’ascolto gli uni degli altri, e in modo particolare all’ascolto dei bambini e dei giovani. Invitiamoli più spesso a presentarci le loro opinioni, per sapere cosa ne pensano delle decisioni che noi prendiamo e che li riguardano direttamente ».

    I contributi degli esperti hanno evidenziato, fra le altre cose, la valenza del contesto abitativo: i bambini che fin da piccoli sono abituati ad uscire di casa quando vogliono e che possono muoversi all’aperto senza correre rischi sono meglio sviluppati fisicamente e dispongono di più contatti sociali rispetto ai bambini che vivono in abitazioni inadeguate. La richiesta di ridurre la velocità e di limitare il traffico motorizzato privato ottengono nuova attualità su questo sfondo. Verso la fine del convegno la scrittrice Ruth Schweikert ha presentato con ironia e lungimiranza critica le proprie riflessioni sull’“qui e ora“.

    Rapporto nell’estate 2005 Nell’estate 2005 la CFIG pubblicherà un rapporto esaustivo sulla tematica del Seminario di Bienne. Esso conterrà i risultati del convegno nonché le rivendicazioni politiche e le proposte di provvedimenti che sono state estrapolate.

COMMISSIONE FEDERALE PER L’INFANZIA E LA GIOVENTÙ

    Per ulteriori informazioni:

21 e 22 ottobre 2004: Anna Sax, vicepresidente della CFIG, tel. 079 734 75 64 dal 25 ottobre 2004: Marion Nolde, segretaria della CFIG, Ufficio federale della cultura, 3003 Berna, tel. 031 322 92 26, fax 031 322 92 73, e-mail: ekkj-cfej@bak.admin.ch

Programma del convegno on line: www.kultur-schweiz.admin.ch, rubrica „News“



Plus de communiques: BAK Bundesamt für Kultur

Ces informations peuvent également vous intéresser: