BAK Bundesamt für Kultur

Gli artisti Frédéric Moser e Philippe Schwinger rappresentano la Svizzera alla XXVI Biennale di São Paulo con la videoinstallazione „Unexpected Rules“

Berna (ots) - Su proposta della Commissione federale d’arte, gli artisti romandi Frédéric Moser e Philippe Schwinger rappresentano ufficialmente la Svizzera alla XXVI Biennale di São Paulo con la videoinstallazione „Unexpected Rules“. La manifestazione verrà inaugurata il 25 settembre e rimarrà aperta fino al 19 dicembre 2004. La videoinstallazione „Unexpected Rules“ è il lavoro più recente dei due artisti romandi Frédéric Moser e Philippe Schwinger. La sceneggiatura si fonda su un evento storico - lo ”scandalo Clinton- Lewinsky” - un mix di sesso, potere e medializzazione, che mostra in modo esemplare come la complessità degli interessi e dell’immagine pubblica riescano in definitiva ad impedire la descrizione di un fatto „reale“. Frédéric Moser e Philippe Schwinger prendono spunto da approcci teorici (logica paraconsistente), che vertono sulle contraddizioni e sulle assurdità che attraversano la nostra vita. Di conseguenza la loro versione dell’affaire Clinton-Lewinsky non segue un intreccio narrativo lineare, caratterizzato dalla causalità e dal comportamento razionale. Dalle emozioni, dagli interessi e dalle strategie contraddittorie dei due protagonisti emerge piuttosto un intreccio complesso e ricco di momenti assurdi, al cui centro si colloca il pubblico stesso. In occasione della Biennale di São Paulo, l’Ufficio federale della cultura pubblica, per i tipi della casa editrice Revolver di Francoforte, il volume „Unexpected Rules“ con testi di Alessio Moretti e Stefan Schoettke (ISBN 3-937577-80-7). UFFICIO FEDERALE DELLA CULTURA Comunicazione Per informazioni: Andreas Münch, responsabile del Servizio arte, Ufficio federale della cultura, Berna, tel. +41 79 763 92 40, fax +41 31 322 78 34, e- mail andreas.muench@bak.admin.ch

Ces informations peuvent également vous intéresser: