BAK Bundesamt für Kultur

La CFIG dice 2x sì alla naturalizzazione agevolata dei giovani stranieri della seconda e della terza generazione

Berna (ots) - La Commissione federale per l’infanzia e la gioventù (CFIG) raccomanda di votare 2x sì, il 26 settembre, a favore della naturalizzazione agevolata dei giovani stranieri della seconda e della terza generazione. Accettare la naturalizzazione agevolata è un modo di riconoscere questi giovani – le cui risorse sono indispensabili per l’avvenire demografico, economico e sociale della Svizzera – e di favorire la loro partecipazione in quanto cittadine e cittadini a tutti gli effetti. Nel rapporto « Punti di forza da riconoscere e valorizzare » pubblicato nel 2003, la CFIG si esprime a favore di una politica d’integrazione a misura di bambini e giovani di origine straniera. La naturalizzazione agevolata è una delle raccomandazioni centrali della Commissione. La naturalizzazione agevolata riguarda i giovani nati e cresciuti in Svizzera. «Questi giovani considerano la Svizzera come il loro Paese e parlano la nostra lingua. La naturalizzazione agevolata rafforzerebbe la loro integrazione. Inoltre poiché seguono la loro formazione nel nostro Paese, è nel nostro interesse mantenere il loro potenziale economico, sociale e culturale» stima Leo Brücker- Moro, presidente della CFIG. 14 Cantoni applicano già la naturalizzazione agevolata dei giovani stranieri della seconda generazione. Questa procedura ha dato buoni risultati. È giunto il momento di garantire l’uguaglianza delle opportunità in tutta la Svizzera, poiché i bambini e i giovani non possono scegliere il luogo in cui abitare e le condizioni per crescere. L’approvazione della naturalizzazione agevolata avrebbe anche una grande valenza simbolica. « Trovare la propria identità non è sempre facile per i giovani di origine straniera. Dire loro che sono i benvenuti, che sono dei nostri e aiutarli a sviluppare un sentimento di appartenenza. Per esperienza sappiamo bene come questi segnali di benvenuto siano importanti per sentirsi a proprio agio e per sviluppare pienamente le proprie capacità », conclude Leo Brücker- Moro. La CFIG raccomanda di votare 2x sì a favore della naturalizzazione agevolata in occasione della votazione del 26 settembre 2004. COMMISSIONE FEDERALE PER L’INFANZIA E LA GIOVENTÙ Ulteriori informazioni: - Leo Brücker-Moro, presidente della CFIG, tel. G: 041 875 63 31, tel./fax P: 041 870 92 36 - Marion Nolde, segretaria della CFIG, Ufficio federale della cultura, 3003 Berna, tel. 031 322 92 26, fax 031 322 92 73, e-mail: ekkj-cfej@bak.admin.ch CFIG: Punti di forza da riconoscere e valorizzare. Prospettive per una politica d’integrazione a misura di bambini e giovani di origine straniera, Berna, 2003 (Ordinazione: ekkj-cfej@bak.admin.ch).

Ces informations peuvent également vous intéresser: