BAK Bundesamt für Kultur

Da porta a porta - una mostra alla Biblioteca nazionale svizzera a Berna

      Berna (ots) - Con la mostra Da porta a porta, aperta al pubblico
nei locali della Biblioteca nazionale svizzera dal 13 giugno al 9
agosto 2003, l'Archivio federale dei monumenti storici (AFMS)
consente uno sguardo insolito alle sue collezioni: 117 tavole con
fotografie originali di porte, pubblicate dopo il 1906 in La casa
borghese in Svizzera, sono contrapposte alla videoinstallazione
answer the door di Frantiek Klossner. L'artista ha selezionato
30 porte di case borghesi, le ha riprese nel contesto odierno e le
ha collocate in un'installazione interattiva. Attraverso un
microfono le visitatrici e i visitatori possono bussare a una porta
che si aprirà e rivelerà una scena ripresa. Nella contrapposizione
tra documento fotografico e video interattivo, la mostra fornisce
uno spaccato conciso e atmosferico della tutela dei monumenti
storici in Svizzera tra passato e futuro.

    Il singolare corpus dell'AFMS comprende rapporti di restauro, piani, fotografie, corrispondenze legati alla storia delle costruzioni e degli insediamenti in Svizzera. I documenti informano sul genere e sulle dimensioni delle misure di restauro effettuate su oggetti sotto protezione, ma anche sullo sviluppo degli insediamenti negli ultimi 110 anni. Nel corso degli anni l'AFMS ha preso in consegna anche 65 collezioni e fondi di indiscusso valore per la storia della fotografia e per la tutela dei monumenti storici. In questo modo l'archivio documenta non solo la storia movimentata dei monumenti storici, dell'archeologia e della storia dell'arte nel nostro Paese, ma anche i cambiamenti avvenuti nella cultura e nella società. Con questa ampia base le collezioni dell'AFMS fungono da fonte irrinunciabile ai fini della scienza, della ricerca, ma anche di privati interessati.

    La mostra verrà inaugurata il 12 giugno 2003 alle ore 18 negli spazi espositivi della Biblioteca nazionale svizzera in Hallwylstrasse 15 a Berna.



Plus de communiques: BAK Bundesamt für Kultur

Ces informations peuvent également vous intéresser: