BKW Energie AG

Fondo di disattivazione e fondo di smaltimento
Incremento dei contributi annui

Bern (ots) - Nell'ambito della revisione dell'Ordinanza sul Fondo di disattivazione e sul Fondo di smaltimento (OFDS), il Consiglio federale ha deciso di modificare i parametri su cui si basa il calcolo dei contributi in favore di tali fondi. Questa decisione comporta per BKW un notevole incremento dei versamenti in tali fondi.

Nell'ambito della revisione dell'Ordinanza sul Fondo di disattivazione e sul Fondo di smaltimento (OFDS), il Consiglio federale ha deciso di modificare le stime riguardanti il tasso di rincaro e il reddito del capitale, che servono a calcolare i contributi in favore del fondo di disattivazione e del fondo di smaltimento, e di introdurre un supplemento di sicurezza. I nuovi parametri prevedono un tasso di rincaro generale dell'1,5% (contro il 3,5% di prima), un reddito del capitale del 3,5% (contro il 5%) e un supplemento di sicurezza del 30%. In particolare, BKW è contraria all'introduzione del supplemento di sicurezza e sottolinea la validità dell'attuale modello di calcolo. Esso, infatti, garantisce la sussistenza dei fondi che si rendono necessari al momento della disattivazione di un impianto. Ogni cinque anni vengono eseguite stime dei costi dettagliate e tecnicamente fondate. Se da queste analisi emerge la possibilità di un aumento dei costi, anche i contributi vengono proporzionalmente aumentati. In questo modo, si tiene conto dei rischi che possono derivare da un incremento dei costi.

Applicare il supplemento di sicurezza vuol dire far lievitare notevolmente i versamenti nei due fondi statali. Nel periodo 2015-2022 BKW prevede di dover versare complessivamente 500 mln di CHF circa anziché 240 mln di CHF per la centrale nucleare di Mühleberg. I contributi annui potrebbero salire approssimativamente da 30 a 60 mln di CHF. Gli adeguamenti decisi dal Consiglio federale sono eccessivi e per BKW rappresentano un onere inutile. Ora una verifica accerterà se sono compatibili con i principi costituzionali di legittimità e proporzionalità ed eventualmente BKW intraprenderà azioni legali.

BKW è in regola con l'obbligo di garantire fondi sufficienti per la disattivazione e lo smaltimento delle sue centrali e di costituire apposite riserve. L'azienda ha già preso le misure necessarie a tale scopo. L'elevato supplemento di sicurezza deciso dal Consiglio federale non ha alcun fondamento oggettivo ed è frutto di una scelta arbitraria. Esso tiene conto esclusivamente degli sviluppi negativi mentre vengono completamente ignorate le possibili riduzioni di costo dovute al progresso tecnologico.

Questi adeguamenti si basano su motivazioni politiche e sono oggettivamente privi di qualsiasi fondamento. Inoltre, arrivano in un momento estremamente difficile per il settore. Le massicce sovvenzioni statali in favore delle nuove energie rinnovabili hanno fatto crollare il prezzo dell'elettricità e hanno dato vita a un contesto economico estremamente difficile per le imprese. A ciò si aggiunge che la maggior parte dei costi per lo smaltimento dei rifiuti nucleari dovranno essere affrontati solo tra una cinquantina di anni. BKW, dunque, non capisce perché in questo difficile frangente economico le aziende di approvvigionamento energetico debbano essere gravate di oneri finanziari supplementari oggettivamente ingiustificati. Questi immotivati aumenti dei contributi privano BKW dei fondi finanziari necessari per attuare la propria strategia e la politica energetica del Consiglio federale.

Le aspettative e le previsioni formulate nel presente documento sono basate su delle stime e sono esposte a rischi e incertezze. Dunque possono differire dai risultati reali. Questo comunicato è pubblicato in tedesco, francese, inglese e italiano. Fa fede la versione tedesca.

Contatto:

Murielle Clerc
Tel. no.: 058 477 51 07



Plus de communiques: BKW Energie AG

Ces informations peuvent également vous intéresser: