BKW Energie AG

Gruppo BKW - Rapporto intermedio 2011
Contesto difficile e impegnativo: vendite in calo nonostante un aumento della produzione

Bern (ots) - Nel primo semestre 2011 il Gruppo BKW ha conseguito un risultato insoddisfacente a causa di un contesto economico e normativo impegnativo. Il risultato ha subito l'influenza dei bassi prezzi dell'energia, dell'evoluzione negativa dei mercati azionari, del basso corso dell'euro nonché degli avvenimenti in Giappone. Il volume d'affari consolidato è sceso del 2,1% a 1'346,4 milioni di CHF, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (1'374,7 milioni di CHF). La redditività operativa, ovvero il margine operativo lordo prima di ammortamenti e svalutazioni (EBITDA), è scesa a 220,8 milioni di CHF. Rispetto al primo semestre del 2010, ciò corrisponde a una flessione di 36,8 milioni di CHF o del 14,3%. L'utile netto del primo semestre 2011 ammonta a 90,5 milioni di CHF, ovvero 43,9 milioni di CHF al di sotto del risultato ottenuto nel primo semestre 2010. Sono già state avviate misure per ridurre i costi influenzabili del 15%. È inoltre probabile un taglio dei posti di lavoro.

Nel primo semestre 2011 il Gruppo BKW ha venduto 10'716 GWh di elettricità. Ciò corrisponde a una flessione minima dell'1,5% rispetto al primo semestre del 2010 (10'880 GWh). Le vendite di energia elettrica del segmento Vendite Svizzera si sono ridotte, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, dell'1,8% a 4'138 GWh (4'214 GWh). La diminuzione è dovuta principalmente alle temperature medie più elevate. Il commercio di energia elettrica ha registrato una crescita del 3,7%, passando da 5'281 GWh a 5'475 GWh. A causa della situazione congiunturale italiana, le vendite di energia elettrica del segmento Vendite Internazionali sono scese dell'11,8% a 804 GWh.

Aumento della produzione

Rispetto al primo semestre 2010, BKW ha accresciuto la sua produzione elettrica di 466 GWh a 5'561 GWh. L'incremento è dovuto in particolar modo all'aumento della produzione nella centrale a gas a ciclo combinato di Livorno Ferraris in Piemonte. La generazione da centrali idroelettriche in Svizzera è invece scesa di 199 GWh a 1'453 GWh a causa delle scarse precipitazioni. Le condizioni idrologiche hanno inoltre fatto sì che il grado di riempimento dei laghi artificiali rimanesse al di sotto dell'abituale norma. Con 3'221 GWh di energia generata da centrali nucleari, BKW è riuscita ad accrescere leggermente la produzione rispetto all'anno precedente (3'165 GWh). La centrale nucleare di Mühleberg ha generato 1'621 GWh (1'617 GWh), la centrale a gas a ciclo combinato di Livorno Ferraris 637 GWh (123 GWh).

Solido commercio di energia - Attività penalizzate dal corso dell'euro

Nel primo semestre 2011 il Gruppo BKW ha conseguito un giro d'affari consolidato di 1'346,4 milioni di CHF, attestandosi così del 2,1% al di sotto del valore registrato nello stesso periodo dell'anno precedente (1'374,7 milioni di CHF). Il commercio di energia e le operazioni commerciali hanno registrato un calo. Il mercato svizzero si è però evoluto in maniera positiva e anche il segmento Vendite Internazionali è stato in grado, nonostante il fatturato più basso, di mantenere la sua capacità di rendimento. Il segmento Energia Svizzera ha accresciuto il proprio fatturato dell'8.0% passando a 1'159,7 milioni di CHF (1'074,0 milioni di CHF). La sospensione nel primo semestre 2011 delle domande di autorizzazione di massima per le centrali nucleari sostitutive ha comportato una spesa aggiuntiva di ben 14 milioni di CHF che è stata imputata al conto economico. Il segmento Energia Internazionale e Commercio ha registrato un calo del 2.0% del proprio fatturato, passando a 1'074,6 milioni di CHF (1'096,4 milioni di CHF). La diminuzione del risultato operativo è da ricondursi principalmente all'indebolimento dell'euro, nonché alla riduzione della differenza di prezzo per l'energia di base e di picco. Il calo dell'8,6% a 462,3 milioni di CHF (506.0 milioni di CHF) del fatturato nel segmento Commercio è dipeso da ragioni di mercato, mentre nel caso delle Vendite Internazionali è da ricondursi a un calo delle vendite del 25,3%, ovvero a 75,8 milioni di CHF. Il segmento Reti è invece riuscito a conseguire un aumento del fatturato del 3,8%, attestandosi a 334,7 milioni di CHF (322,3 milioni di CHF).

Margine operativo in calo e risultato finanziario più basso

La spesa per l'acquisto di energia è stata pari a 732,9 milioni di CHF (749,6 milioni di CHF). Ciò corrisponde a una riduzione del 2,2% dei costi rispetto allo stesso periodo nel 2010. Il margine operativo lordo (EBITDA) è sceso del 14,3% a 220,8 milioni di CHF (257,6 milioni di CHF). La differenza rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente è dovuta principalmente alla liquidazione nel corso del primo semestre 2010 di un accantonamento di 28,9 milioni di CHF per contratti onerosi volti all'acquisto di energia da centrali partner. Senza questo effetto straordinario la diminuzione nel primo semestre 2011 è pari al 3,5%, ovvero a 7,9 milioni di CHF. La sospensione delle domande di autorizzazione di massima ha a sua volta pesato sul risultato. La solida evoluzione dell'utile del commercio di energia svizzero ha invece avuto un effetto positivo sul margine operativo. La spesa per gli ammortamenti, rispetto all'anno precedente, è cresciuta di 10,5 milioni di CHF, passando a 79,2 milioni di CHF. Il margine operativo (EBIT) si è ridotto del 25,0% a 141,6 milioni di CHF. Senza tener conto del sopra menzionato effetto straordinario per l'acquisto di energia da centrali partner per 28,9 milioni di CHF, la diminuzione nel primo semestre ammonta all'11,5%. Il risultato finanziario, rispetto al risultato dell'anno precedente, si è ridotto di 16,6 milioni di CHF passando a -43,1 milioni di CHF. I principali fattori d'influsso sono stati l'evoluzione negativa sui mercati azionari, ma anche i costi dovuti ai tassi d'interesse più alti. Paragonato al primo semestre 2010, l'euro si è indebolito in maniera meno consistente, permettendo così di ridurre le perdite di valuta. Il margine operativo in calo e il risultato finanziario più basso hanno segnato il risultato semestrale 2011 del Gruppo BKW. Infatti, rispetto all'anno precedente, quest'ultimo si è ridotto del 32,7% passando da 134,4 milioni di CHF a 90,5 milioni di CHF.

Prospettive

Per l'esercizio in corso, il Gruppo BKW prospetta un volume di affari simile a quello dell'anno precedente. La difficile situazione dei bassi prezzi dell'energia sui mercati internazionali e del franco forte, le prescrizioni normative e la prolungata sospensione della produzione nella centrale nucleare di Mühleberg graveranno sul risultato operativo anche nel secondo semestre. Per questa ragione il secondo semestre registrerà un andamento ancora più debole rispetto al primo. Tenendo conto di tutti questi fattori, il margine operativo lordo (EBITDA) del 2011, al netto dell'effetto straordinario della liquidazione dell'ammortamento per contratti onerosi volti all'acquisto di energia da centrali partner nel 2010, si attesterà nettamente al di sotto del corrispondente valore dell'anno precedente. Presupponendo un'invariata, difficile evoluzione sui mercati finanziari, gli oneri che graveranno sul risultato saranno ancora più consistenti. Perciò tenendo conto del menzionato effetto straordinario, ci si dovrà aspettare un utile netto notevolmente più basso dell'anno scorso.

Introduzione di una struttura di holding

Come preannunciato in occasione dell'Assemblea generale a maggio 2011, BKW FMB Energie SA intende introdurre una struttura di holding per il Gruppo. L'obiettivo è quello di creare condizioni strutturali e organizzative che permettano in futuro di affrontare in maniera più flessibile le nuove sfide normative e le mutate esigenze di mercato. L'introduzione della struttura di holding avverrà nel quarto trimestre 2011 sotto forma di scambio di azioni BKW FMB Energie SA con quelle della nuova holding BKW SA. A tale proposito BKW SA sottoporrà agli azionisti di BKW FMB Energie SA un'offerta pubblica di scambio in rapporto di 1 a 1. Ciò significa che nell'ambito della proposta di scambio per ogni titolo di BKW FMB Energie SA gli azionisti riceveranno una nuova azione di BKW SA. Ulteriori dettagli e le condizioni della proposta di scambio saranno contenuti nel prospetto dell'offerta, che sarà pubblicato presumibilmente all'inizio di ottobre 2011. Parallelamente alla pubblicazione del prospetto, gli azionisti di BKW FMB Energie SA saranno informati dalla propria banca depositaria sulla procedura in merito alla proposta di scambio.

Riesame completo della strategia - Aumento della redditività operativa

In considerazione dell'evoluzione del mercato, subito dopo gli avvenimenti in Giappone BKW FMB Energie SA ha avviato un esame approfondito della strategia aziendale, nella quale confluiranno anche lo sviluppo delle condizioni quadro politico-economiche. Gli esiti dei lavori non saranno disponibili prima dell'Assemblea generale 2012. Per aumentare la redditività operativa sono in elaborazione programmi di diminuzione costi, i quali, a medio termine, hanno come obiettivo una riduzione dei costi influenzabili pari al 15%. È probabile una riduzione dei posti di lavoro che, al momento attuale, non è tuttavia possibile quantificare.

Il rapporto intermedio 2011 può essere scaricato su www.bkw-fmb.ch/rapportintermediaire11

Le previsioni e le prospettive espresse nel presente testo si basano su ipotesi e stime. Queste informazioni implicano rischi e incertezze difficilmente prevedibili e potrebbero quindi divergere dai risultati effettivi. Il presente testo è pubblicato in tedesco, francese, inglese e italiano. Fa stato la versione tedesca.

Contatto:

Antonio Sommavilla
info@bkw-fmb.ch
031 330 51 07



Plus de communiques: BKW Energie AG

Ces informations peuvent également vous intéresser: