BKW Energie AG

Rapporto intermedio 2010: Solida redditività operativa in un contesto esigente

    Bern (ots) - Nel primo semestre 2010 il Gruppo BKW è riuscito a
mantenere la sua posizione di mercato e a realizzare un risultato
soddisfacente nonostante il difficile contesto economico e normativo.
Determinanti al riguardo sono stati la redditività operativa, i bassi
prezzi dell'energia sui mercati internazionali, l'andamento
ribassista dei mercati azionari e la debolezza dell'euro. Rispetto al
primo semestre 2009, il volume d'affari consolidato è diminuito del
12,9%, attestandosi a 1585,1 milioni di franchi. La redditività
operativa, ovvero il margine operativo lordo prima di ammortamenti e
svalutazioni (EBITDA), è invece salita a 261,9 milioni di franchi,
pari a un incremento di 3,8 milioni di franchi (+1,5%) rispetto allo
stesso periodo dell'anno precedente. Nel periodo in rassegna l'utile
netto è stato di 134,4 milioni di franchi, vale a dire 21,1 milioni
di franchi in meno rispetto al primo semestre 2009.
L'evoluzione del mercato dell'elettricità nel primo semestre 2010 è
stata caratterizzata da un'elevata volatilità. Le incertezze legate
alla crisi dell'indebitamento europeo hanno offuscato i dati
congiunturali positivi. Nonostante la timida ripresa economica abbia
favorito un moderato aumento della domanda di elettricità e un
parziale incremento dei prezzi dell'energia primaria, il prezzo
dell'elettricità si è mantenuto su livelli bassi. Nel primo trimestre
2010 l'andamento negativo dello scorso anno è proseguito immutato e
solo nel secondo trimestre si è osservata una correzione verso
l'alto.
Robusta attività di vendita
Nel primo semestre 2010 le vendite di elettricità di BKW sono
ammontate a         13 083 GWh. Ciò rappresenta un lieve calo dello 0,9%
rispetto ai primi sei mesi del 2009 (13 203 GWh). Il volume delle
vendite in Svizzera è progredito del 2,9% rispetto allo stesso
periodo dell'anno precedente, attestandosi a 4213 GWh (4095 GWh):
questo aumento è principalmente riconducibile a un incremento della
domanda di origine congiunturale nell'area di approvvigionamento. Le
attività di negoziazione dell'elettricità sono invece diminuite del
13,3%, passando da 6091 a 5281 GWh.
La produzione di elettricità ha subito una flessione di 367 GWh su
base annua, stabilendosi a 5035 GWh. Ciò è dovuto soprattutto a un
calo della produzione delle centrali idroelettriche e della centrale
a gas a ciclo combinato di Livorno Ferraris (Piemonte). Per effetto
dell'innevamento inferiore alla media a fine inverno e delle scarse
precipitazioni nei mesi di aprile e maggio la produzione realizzata
attraverso lo sfruttamento della forza idraulica è scesa a 1729 GWh,
in calo di 211 GWh. Viste le condizioni idrologiche, anche il tasso
di riempimento dei bacini di accumulazione è stato leggermente al di
sotto della media pluriennale. Con 3165 GWh, la produzione di
elettricità dalle centrali nucleari ha quasi raggiunto il livello
dell'anno precedente, pari a 3187 GWh. La centrale nucleare di
Mühleberg ha prodotto 1617 GWh (1624 GWh), mentre la centrale a gas a
ciclo combinato di Livorno Ferraris ha fornito 123 GWh (contro i 258
del 2009) a causa dell'evoluzione del mercato.
Andamenti diversi nei settori d'attività
Nel primo semestre 2010 il volume d'affari consolidato del Gruppo BKW
ha raggiunto 1585,1 milioni di franchi, un risultato che corrisponde
a un calo del 12,9% rispetto ai 1820,5 milioni realizzati nei primi
sei mesi del 2009. I vari settori d'attività sono stati
caratterizzati da andamenti diversi. Rispetto allo stesso periodo del
2009, il segmento Energia Svizzera ha aumentato il fatturato del
2,3%, raggiungendo quota 1074,0 milioni di franchi (1049,8 mln.). Il
fatturato del segmento Energia Internazionale e Commercio è invece
sceso a 1306,8 milioni di franchi (1599,7 mln.), in calo del 18,3%.
Una flessione è stata registrata anche dal commercio - il cui
fatturato è diminuito del 30,6%, portandosi a 530,4 milioni di
franchi (763,9 mln.) - e dalle vendite internazionali, scese a quota
268,2 milioni di franchi (276,1 mln.), in calo del 2,9%. Globalmente
quest'ultimo segmento ha però denotato un'evoluzione positiva. In
Germania in particolare sono aumentate le vendite ai clienti
esistenti. Sul fatturato e sul risultato del settore Energia
Internazionale e Commercio hanno pesato la flessione dei prezzi
all'ingrosso osservata nel secondo semestre 2008 e nel 2009. Ciò si
ripercuote in differita sul risultato del primo semestre 2010 per
effetto degli standard contabili utilizzati. Nel periodo in esame è
stato possibile adattare in modo ottimale alla domanda di mercato la
produzione delle centrali flessibili. Quanto alla negoziazione in
proprio, sono mancate le opportunità. Il segmento Reti, infine, ha
registrato un incremento del fatturato del 2,0%, portandosi così a
quota 322,3 milioni di franchi (316,1 mln.).
I costi per l'approvvigionamento energetico sono ammontati a 953,1
milioni di franchi (1167,2 mln.). Ciò rappresenta un calo del 18,3%
su base annua. Il margine operativo lordo prima di ammortamenti e
svalutazioni (EBITDA) è progredito dell'1,5%, attestandosi a 261,9
milioni di franchi (258,1 mln.). Questo aumento è dovuto
principalmente all'evoluzione delle attività legale all'energia in
Svizzera e alla liquidazione degli accantonamenti per i contratti
d'acquisto di energia sfavorevoli con aziende partner per un importo
totale di 28,9 milioni di franchi. I minori costi di
approvvigionamento energetico sono però stati controbilanciati dal
calo dei ricavi sul mercato. I costi per accantonamenti hanno
registrato un aumento di 4,5 milioni di franchi dall'anno precedente
e ammontano a 68,8 milioni di franchi. Il risultato operativo (EBIT)
di 193,1 milioni di franchi è rimasto praticamente invariato rispetto
a quello del 2009, ossia 193,8 milioni di franchi.
Sulla scia dell'evoluzione negativa dei mercati azionari e della
debolezza dell'euro, il risultato finanziario del primo semestre 2010
è diminuito di 31,1 milioni di franchi su base annua e si attesta a
-26,6 milioni di franchi (4,5 mln.). Il principale fattore d'influsso
è il rendimento delle azioni contabilizzate al valore di mercato
detenute nel Fondo di disattivazione e nel Fondo di smaltimento.  
Anziché registrare plusvalenze sui corsi, come nel periodo
precedente, i fondi statali hanno subito perdite durante il primo
semestre 2010 a causa dell'andamento negativo dei mercati azionari.
Nel complesso, però, l'evoluzione positiva dei valori nominali ha
permesso ai fondi statali di segnare un risultato equilibrato per il
primo semestre 2010. Visto il risultato finanziario negativo, il
margine operativo non ha potuto interamente esercitare il suo effetto
sull'utile netto. L'utile realizzato dal Gruppo BKW nel primo
semestre è quindi diminuito del 13,6% rispetto al primo semestre
2009, passando da 155,5 milioni di franchi a 134,4 milioni di
franchi.
Prospettive
A causa dell'evoluzione del mercato, BKW prevede un calo della cifra
d'affari per l'esercizio in corso. Nel secondo semestre il risultato
operativo potrebbe essere penalizzato dal perdurare della debolezza
dei prezzi internazionali dell'energia, dalle incertezze
sull'evoluzione congiunturale, dalle nuove prescrizioni normative e
dai costi comportati dai progetti strategici, soprattutto quelli
riguardanti l'ampliamento della produzione. In considerazione di
tutti questi elementi, difficilmente si raggiungerà il margine
operativo lordo prima di ammortamenti e svalutazioni (EBITDA)
dell'esercizio 2009 al netto dell'effetto straordinario, imputato al
conto economico, della modifica relativa agli averi dei piani
previdenziali. Il risultato finanziario dipenderà dall'evoluzione dei
mercati finanziari: partendo dal presupposto che questi ultimi si
manterranno stabili, ci si dovrà attendere un utile netto inferiore a
quello del 2009.

    Il rapporto intermedio 2010 (disponibile in tedesco, francese e inglese) può essere scaricato al sito www.bkw-fmb.ch/halbjahresbericht10 www.bkw-fmb.ch/rapportintermediaire10 www.bkw-fmb.ch/halfyearreport10

    Le previsioni e le dichiarazioni prospettiche espresse nel presente testo si basano su ipotesi e stime. Queste informazioni implicano rischi e incertezze difficilmente prevedibili e potrebbero quindi divergere dai risultati effettivi. Il presente testo è pubblicato in tedesco, francese, inglese e italiano; a fare stato è la versione tedesca.

Contatto: Antonio Sommavilla, Tel. 031 330 51 07; e-mail antonio.sommavilla@bkw-fmb.ch



Plus de communiques: BKW Energie AG

Ces informations peuvent également vous intéresser: