Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

Dipendenze Svizzera Carnevale e alcol: la maschera non protegge dagli eccessi

Dipendenze Svizzera
Carnevale e alcol: la maschera non protegge dagli eccessi
Olio su tavola del 1559 di Pieter Bruegel il Vecchio sul tema del carnevale (Wikimedia commons)

Lausanne (ots) - Per il periodo di carnevale, Dipendenze Svizzera vi accompagna durante i bagordi con raccomandazioni e semplici regole di base, che vi permetteranno di godervi la festa fino in fondo.

Carnevale senza rovescio della medaglia

Per molti il carnevale è un'occasione per spezzare la routine quotidiana. In questo periodo dell'anno le maschere colorate, le guggen, i fischietti, i cibi ricchi e le abbondanti libagioni la fanno da padroni. In quest'atmosfera, però, si corre anche il rischio di bere troppo. Durante i veglioni di carnevale si tende a banalizzare il consumo di alcol e i principali comportamenti a rischio. Il rovescio della medaglia dell'allegria carnascialesca sono le intossicazioni alcoliche, gli incidenti, la violenza e i rapporti sessuali non protetti. Anche gli adolescenti sono particolarmente esposti a questi rischi. Per evitare gli eccessi senza guastare la festa a nessuno, basta rispettare alcune semplici regole.

Ridurre i rischi, non il buon umore

Gli organizzatori delle feste di carnevale devono assumersi le loro responsabilità: birra e vino non possono essere venduti ai minori di sedici anni, mentre per consumare superalcolici, cocktail e alcopop bisogna averne compiuti diciotto. In quasi tutti i cantoni, inoltre, chi serve alcol a una persona ubriaca è punibile per legge. Spetta agli organizzatori proporre bevande analcoliche accattivanti e evitare di fare pubblicità agli alcolici. Chi organizza una festa di carnevale può comunque contare sul sostegno dei centri di prevenzione. Inoltre, formando il personale addetto alla mescita sulle norme legali e indicando chiaramente il limite d'età consentito per acquistare alcolici, si facilita il compito di chi serve alcolici, che può in ogni momento chiedere di vedere un documento d'identità. Dipendenze Svizzera mette gratuitamente a disposizione degli esercizi pubblici i cartelli con i limiti d'età.

Responsabilità verso gli altri  Gli eccessi alcolici possono rivelarsi letali. Una persona sdraiata in stato d'inerzia potrebbe essere in coma etilico. È quindi molto importante non abbandonare a se stesso chi non riesce più a reggersi in piedi e, seduto o sdraiato, non è in grado di rispondere a domande elementari e non reagisce agli stimoli tattili (lievi pacche o leggeri pizzichi). In questi frangenti è fondamentale chiamare un medico o un soccorritore. In caso di dubbio, meglio contattare il n. 144.

Responsabilità per suo stesso

Durante i veglioni di carnevale, bisogna poter decidere da soli il proprio ritmo di consumo e riempire solo i bicchieri già vuoti, in modo da riuscire a tenere meglio il conto di quanto si è bevuto durante la serata. Per spegnere la sete, è consigliabile ripiegare sulle bevande analcoliche. E da ultimo, Dipendenze Svizzera vi ricorda di non mettervi al volante dopo aver bevuto, ma di assicurarvi un rientro a casa sicuro prendendo un taxi, un bus o facendovi accompagnare da un amico che non abbia bevuto.

Il carnevale: un'antica tradizione popolare Per gli antichi l'anno non iniziava a gennaio, ma a marzo. Questo mese era quindi il primo dell'anno, il mese della rinascita della natura e del risveglio della terra. Prima di ricominciare la sua attività creatrice, però, il mondo doveva tornare al caos primordiale per ritemprarsi, e questo caos era rappresentato proprio dal carnevale. Durante il Medioevo, la Chiesa cristianizzò il calendario e le feste pagane vennero ribattezzate. La data in cui si festeggia il carnevale, che cambia ogni anno, deriva dall'antica tradizione di suddividere il tempo in periodi di quaranta giorni. Ecco perché il periodo che va dall'Epifania al mercoledì delle Ceneri lega indissolubilmente il sacro al profano. Il carnevale permetteva alle persone di vivere le gioie delle antiche feste invernali.

Dei link utili http://www.addictionsuisse.ch/faits-et-chiffres/alcool/legislation/ [pagina in francese e tedesco]

http://www.addictionsuisse.ch/faits-et-chiffres/alcool/legislation/protection-de-la-jeunesse/ [pagina in francese e tedesco]

http://www.consommationdalcool.ch/pour-les-concernes/ [pagina in francese e tedesco]

http://www.bemyangeltonight.ch/it/home

Dipendenze Svizzera è un centro nazionale di competenza nel settore delle dipendenze. Si occupa di ricerca, concepisce progetti di prevenzione e si impegna nell'ambito della politica sanitaria. L'obiettivo della fondazione è prevenire o attenuare i problemi che risultano dal consumo di alcol e di altre sostanze psicoattive, nonché dal gioco d'azzardo o da un uso smodato di Internet. La nostra ONG è sostenuta da oltre 200'000 persone.

Sul nostro sito web (www.dipendenzesvizzera.ch) trovate ulteriori informazioni su Dipendenze Svizzera.

Questo comunicato per i media è pubblicato anche sul sito di Dipendenze Svizzera: www.dipendenzesvizzera.ch/aktuell/

Contatto:

Monique Portner-Helfer
Addetta stampa
mportner-helfer@suchtschweiz.ch
Tel.: 021 321 29 74



Plus de communiques: Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

Ces informations peuvent également vous intéresser: