Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

Comunicato per i media del 11 dicembre 2013

Lausanne (ots) - Politica dell'alcol: dibattito incentrato più sul denaro che sulla persona

La prevenzione in materia di alcol sancita da diverse leggi è in una fase di mutamento, in particolare nell'anno che sta per concludersi. È tempo di tirare le somme. Dipendenze Svizzera invita la politica ad attribuire meno importanza agli interessi di mercato e a non abbandonare le persone con problemi di alcol.

Se volgiamo lo sguardo all'anno che sta per concludersi, il dibattito in materia di alcol in Svizzera è assai deludente. Con la revisione totale della Legge sull'alcool e la discussione sul far pagare le spese del ricovero in ospedale a chi abusa di alcol, molto si sta muovendo. La solidarietà è a rischio, al momento gli interessi di mercato hanno la priorità rispetto agli argomenti di politica sanitaria. Accordando la possibilità di vendere alcol a basso costo a ogni ora del giorno e della notte, l'attuale progetto della Legge sul commercio dell'alcol manca totalmente l'obiettivo originale. L'unica nota positiva è che nulla è ancora stato approvato.

Dipendenze Svizzera osserva con preoccupazione le tendenze della discussione politica, incentrata sulla responsabilità personale, la colpa e la libertà. Potete leggere la sua presa di posizione su un dibattito più ideologico che oggettivo nel contributo pubblicato nella rubrica in linea «Il punto.»: www.dipendenzesvizzera.ch, voce «Attualità».

Contatto:

Monique Portner-Helfer
Addetta stampa
mportner-helfer@suchtschweiz.ch
Tel.: 021 321 29 74



Plus de communiques: Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

Ces informations peuvent également vous intéresser: