Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

Dipendenze Svizzera Un nuovo libro sulla salute dei giovani in Svizzera

Lausanne (ots) - Un nuovo libro, finora unico nel suo genere, dà un quadro aggiornato sulla salute dei ragazzi e delle ragazze tra gli 11 e i 15 anni che vivono in Svizzera. In che ambiente familiare e sociale crescono, cosa mangiano? Quali sono le loro abitudini in fatto di sport o di consumo di alcol e tabacco? Il libro, curato da un gruppo di ricercatori di Dipendenze Svizzera e disponibile in tedesco e francese, contiene le risposte a una sessantina di domande. I dati utilizzati sono emersi da un'indagine svolta a livello nazionale e costituiscono un'ottima base per le attività di prevenzione.

Dipendenze Svizzera ha appena pubblicato un libro che fornisce informazioni importanti sullo stato di salute e i comportamenti in fatto di salute degli adolescenti che vivono in Svizzera. Dopo l'edizione in tedesco (Hans Huber Verlag), è ora disponibile anche quella in francese (edizioni Médecine & Hygiène). Il libro è finora unico nel suo genere, in quanto fornisce un quadro globale e attuale sullo stato di salute e sul benessere, sul contesto familiare e sociale, nonché sui comportamenti in fatto di salute dei ragazzi e delle ragazze tra gli 11 e i 15 anni. I dati rappresentativi sono stati ripresi dal recente Studio sugli scolari HBSC (Health Behaviour in School-aged Children) del 2010. HBSC è uno studio internazionale, condotto ogni quattro anni in oltre quaranta paesi soprattutto europei, e finanziato in Svizzera dall'Ufficio federale della sanità pubblica e dai cantoni. Il libro di Dipendenze Svizzera va quindi considerato un'opera di consultazione, che fornisce informazioni sul consumo di sostanze, il movimento, l'alimentazione, il peso corporeo, la sessualità, la violenza e gli infortuni, la gioia di vivere e lo stato di salute generale dei giovani. La pubblicazione analizza inoltre i rapporti tra gli adolescenti e i loro genitori, la vita a scuola e gli scambi nella cerchia delle amicizie. Le risposte date dai ragazzi e dalle ragazze a 60 domande, riportate sotto forma di percentuali, fanno sì che il libro sia un'ottima fonte d'informazione.

Il libro si rivolge agli specialisti che, professionalmente, si occupano a vario titolo della salute dei giovani (docenti, operatori sociali, operatori mediatici, persone attive in campo medico, nella prevenzione, nella ricerca o in politica), nonché ai genitori. "Abbiamo pensato soprattutto alle persone che desiderano farsi un'idea della quotidianità degli adolescenti in Svizzera, ma anche a coloro che vogliono saperne di più su un tema specifico", riassume Marina Delgrande Jordan, curatrice del libro insieme ad Emmanuel Kuntsche, che come lei fa parte del gruppo di ricercatori di Dipendenze Svizzera.

Una base solida per la prevenzione Il libro costituisce una solida base per fare opera di prevenzione nel settore delle dipendenze, visto che fornisce informazioni dettagliate sullo stato attuale delle conoscenze sul consumo di alcolici, sul fumo e sull'uso di canapa e di altre droghe. Dall'indagine condotta nel 2010 è emerso che il consumo di queste sostanze non è diminuito. Inoltre, il libro prende in considerazione i fattori sociali che influenzano il benessere dei giovani, ossia l'ambiente familiare e i rapporti con i coetanei. Secondo le loro proprie dichiarazioni, per esempio, la grande maggioranza dei giovani tra gli 11 e i 15 anni giudica in modo sostanzialmente positivo la comunicazione con i genitori. Nel contempo, circa un quarto dei quattordicenni e dei quindicenni afferma che i loro genitori non sanno esattamente che cosa facciano i figli quando escono la sera, e un quinto dei ragazzi dichiara che i genitori hanno solo una vaga idea di dove i figli trascorrano il loro tempo libero dopo la scuola. Dalle risposte sui temi specifici risulta che l'interesse dei genitori su come i figli trascorrono il loro tempo libero, nonché la qualità del rapporto tra genitori e figli sono fattori importanti per uno sviluppo sano dei ragazzi. Questi aspetti sono uno dei motivi per i quali Dipendenze Svizzera conferisce un'importanza fondamentale alla prevenzione delle dipendenze incentrata sulla famiglia. Il libro fornisce quindi basi scientifiche in forma divulgativa. "Permette di orientare la prevenzione sulla base delle ricerche e sottolinea come i fattori familiari e sociali influenzino la salute dei giovani", spiega Irene Abderhalden, vicedirettrice di Dipendenze Svizzera.

Lo studio rappresentativo sugli scolari Gli scolari che partecipano allo studio HBSC vengono scelti in maniera randomizzata tra coloro che frequentano dal quinto al nono anno di scuola. I ragazzi devono rispondere a domande sulla loro vita quotidiana e sul loro comportamento in fatto di salute. Lo scopo è di rilevare quali sono i comportamenti che hanno un impatto nel corso del tempo sulla salute dei ragazzi dagli 11 ai 15 anni. In Svizzera, l'indagine rappresentativa HBSC viene condotta ogni quattro anni da Dipendenze Svizzera dal 1986. L'ultima volta, nella primavera del 2010, oltre 10'000 allievi hanno compilato anonimamente e di loro spontanea volontà i questionari durante un'ora di lezione.

Per ordinare il libro: Versione tedesca: Gesundheit und Gesundheitsverhalten Jugendlicher in der Schweiz. Ergebnisse einer nationalen Befragung, Berna, Hans Huber Verlag. Il libro può essere ordinato al seguente indirizzo email: distribution@hanshuber.ch

Versione francese: Comportements de santé des jeunes adolescents en Suisse. Les résultats d'une enquête nationale. www.medhyg.ch/boutique / livres@medhyg.ch  

Prospetto aggiornato di Dipendenze Svizzera: Alkohol-, Tabak- und Cannabiskonsum bei Jugendlichen - Zahlen und Hintergründe: [Disponibile in tedesco:http://tiny.cc/gpj0qw e francese http://tiny.cc/sqj0qw]

Contatto:

Simon Frey 
Addetto stampa
sfrey@dipendenzesvizzera.ch
Tel.: 021 321 29 63


Plus de communiques: Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

Ces informations peuvent également vous intéresser: