Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

Dipendenze Info Svizzera:La dipendenza dal gioco: un tabù da prendere sul serio

    Lausanne (ots) - Agli esperti servono più conoscenze sul comportamento problematico in fatto di gioco d'azzardo, la prevenzione è solo agli inizi e occorre sensibilizzare maggiormente l'opinione pubblica. È quanto risulta da un recente studio condotto da Dipendenze Info Svizzera su incarico di dieci cantoni della Svizzera tedesca. S'impongono misure preventive.

    In Svizzera sono oltre 120'000 le persone che giocano in maniera eccessiva. Da uno studio svolto nel nostro Paese emerge che l'1,5% della popolazione sopra i 15 anni presenta un comportamento a rischio in questo ambito e che un ulteriore 0,5% è dipendente dal gioco. Si tratta di persone che hanno perso il controllo, mettendo così in difficoltà (anche finanziaria) se stessi e chi vive accanto a loro. In Svizzera, oltre 23 000 persone hanno ricevuto l'interdizione di entrare in una casa da gioco. "Il problema esiste e quindi occorre intensificare gli sforzi preventivi", afferma Silvia Steiner, specialista della prevenzione a Dipendenze Info Svizzera e coordinatrice del progetto sulla dipendenza dal gioco d'azzardo, che Dipendenze Info Svizzera conduce su incarico di dieci cantoni della Svizzera tedesca.

    Dall'analisi globale della situazione attuale risulta che occorre agire su più fronti: la maggior parte dei centri di prevenzione delle dipendenze dovrebbero disporre di più conoscenze in materia. Inoltre bisognerebbe affidare loro il mandato di occuparsi della prevenzione della dipendenza dal gioco d'azzardo. Finora, nella Svizzera tedesca non sono praticamente state adottate misure preventive e i diretti interessati spesso non sanno a chi rivolgersi. La popolazione, inoltre, è poco consapevole del problema. È quindi più che mai necessario un pacchetto di misure che limitino le possibilità di giocare d'azzardo, la pubblicità e l'accesso ai giochi stessi. Nel contempo, è importante affrontare l'argomento con i gruppi particolarmente a rischio, con i parenti dei giocatori problematici e con la popolazione in generale. "È pure auspicabile che chi offre i giochi d'azzardo collabori maggiormente con i centri che si occupano di dipendenze, visto che i giocatori con un comportamento problematico sono più raggiungibili mentre giocano", aggiunge Silvia Steiner.

    Un problema trasversale I più a rischio sono i disoccupati, ma tra i giocatori in generale anche chi è convinto di poter vincere grosse somme e di avere il controllo su quanto vince e perde, rischia grosso. Alcuni giochi, tra l'altro, spingono i giocatori a rischiare di più, grazie alla rapida successione degli stimoli e agli speciali effetti sonori e visivi. Inoltre, spesso tra i giocatori accaniti uno stile di gioco intenso e rischioso, è accompagnato da un forte consumo di alcolici. Secondo gli studi, il livello di istruzione e il reddito non hanno invece alcuna influenza sul comportamento problematico in fatto di gioco d'azzardo.

    Internet  favorisce la dipendenza Oltre ai classici grandi giochi dei casinò (come la roulette, il poker e le macchinette mangiasoldi) e alle tradizionali lotterie e scommesse, su internet si trovano parecchie offerte di giochi d'azzardo. L'accesso 24 ore su 24, intervalli molto corti tra le sessioni di gioco, l'assenza di controllo sociale, la comodità di poter giocare da casa o dal posto di lavoro favoriscono un comportamento di gioco problematico. Dai primi studi emerge che chi gioca su internet gioca più a lungo e perde più denaro rispetto agli altri giocatori.

    Finora sono stati fatti pochi studi sul comportamento di gioco problematico e sulla dipendenza dal gioco d'azzardo. Lo stesso vale per i giochi d'azzardo su internet, che sono sempre più numerosi e che vengono utilizzati da un numero sempre maggiore di persone. Una delle principali sfide del futuro sarà quindi quella di riuscire a controllare meglio la situazione, per esempio perseguendo chi offre illegalmente i giochi d'azzardo.

    Progetto per la prevenzione della dipendenza dai giochi d'azzardo Dieci cantoni della Svizzera nordoccidentale e centrale (AG, BE, BL, BS, LU, OW, NW. SO, UR, ZG) hanno incaricato Dipendenze Info Svizzera di elaborare un concetto per la prevenzione della dipendenza dai giochi d'azzardo. Questo sarà finanziato dalla tassa sui giochi d'azzardo prelevata da SWISSLOS. Basandosi sull'analisi della situazione e dei bisogni Dipendenze Info Svizzera proporrà dunque ai dieci cantoni delle misure preventive per i prossimi dieci anni.

    Anche nella Svizzera francese Dipendenze Info Svizzera è attiva nella prevenzione dei problemi legati ai giochi d'azzardo anche nei sei cantoni francofoni. La CLASS (Conferenza dei direttori della sanità e della socialità dei cantoni latini) ha incaricato Dipendeze Info Svizzera, attraverso il GREA (Groupement Romand d'Etudes des Addictions) di elaborare una campagna contro da dipendenza dal gioco nei sei cantoni romandi. I primi cartelloni sono apparsi già nel 2010.

    Rapporto (in tedesco) : Bericht Situationsanalyse Glücksspiel : http://www.sucht-info.ch/no_cache/de/themen/spezifische-themen/glueck sspielsucht/?cid=1350&did=3085&sechash=bc159861

    Dipendenze Info Svizzera in breve Dipendenze Info Svizzera intende prevenire o diminuire i problemi causati dal consumo di alcol e di altre sostanze psicoattive o da determinati comportamenti che potrebbero potenzialmente creare dipendenza. Dipendenze Info Svizzera studia e realizza progetti di prevenzione, si impegna nella politica sanitaria e nella ricerca psicosociale. È un'organizzazione di pubblica utilità, privata e apartitica. Dipendenze Info Svizzera è attiva a livello nazionale e mantiene contatti con istituti all'estero. Perciò noi ci presentiamo anche sotto le denominazioni Addiction Info Suisse, Sucht Info Schweiz e Addiction Info Switzerland.

    Il comunicato stampa è pure pubblicato nel sito di Dipendenze Info Svizzera:http://www.sucht-info.ch/fr/medias/italiano/

Contatto: Monique Helfer Addetta stampa mhelfer@sucht-info.ch Tel.: 021 321 29 74



Plus de communiques: Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

Ces informations peuvent également vous intéresser: