Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

ISPA : Troppe birre da mezzo litro in commercio

Lausanne (ots) - Nelle stazioni ferroviarie, i passeggeri che cercano una birra fresca non hanno che l'imbarazzo della scelta. L'Istituto svizzero di prevenzione dell'alcolismo e altre tossicomanie (ISPA) è andato a dare un'occhiata nelle grandi stazioni e ha scoperto che l'offerta delle lattine da 5 dl è incredibilmente vasta. Ma chi vuole bere meno di mezzo litro di birra fa fatica a trovare quello che cerca. Quest'abbondanza di lattine grandi favorisce una modalità di consumo problematica soprattutto tra i giovani consumatori. L'ISPA esorta i rivenditori al dettaglio a promuovere imballaggi più piccoli. L'Istituto svizzero di prevenzione dell'alcolismo e altre tossicomanie (ISPA) ha analizzato l'assortimento delle birre in vendita nei negozi e nei take-away delle stazioni di Zurigo, Basilea, Berna, Bienne, Friborgo, Ginevra e Losanna, dove i viaggiatori assetati dalla calura estiva possono trovare una bella birra fresca praticamente ad ogni angolo. A Zurigo i punti vendita sono più di trenta. Chi, dopo il lavoro, vuole gustarsi una birra sul treno ha veramente l'imbarazzo della scelta. Molte marche rinomate si contendono i favori della clientela. Le osservazioni dell'ISPA non si rifanno a indagini rappresentative. Risulta comunque evidente la predominanza delle birre da 5 dl. Una scelta rapida permette di scegliere tra ben 10 varietà di birre ghiacciate, fatte apposta per attirare i consumatori. Chi non se la sente di scolarsi mezzo litro di birra spesso ha una scelta molto più limitata se non inesistente. Inoltre, la maggioranza delle birre da 3,3 dl è disponibile solo in bottiglie di vetro con tappo a corona: un'opzione decisamente poco pratica. I grossi contenitori influenzano la modalità di consumo L'ISPA ritiene che la dimensione delle lattine in commercio venga percepita come norma dai consumatori e quindi influenzi la modalità di consumo individuale. L'enorme offerta di lattine da 5 dl suggerisce che è normale bere mezzo litro di birra in una volta sola, il che è particolarmente problematico per gli adolescenti e i giovani sopra i 16 anni, un'età in cui non si ha ancora abbastanza esperienza con l'alcol e quindi si dovrebbe consumarlo con cautela. Affinché il consumo di alcolici non sia legato a rischi, gli esperti della prevenzione hanno elaborato una regola: le donne adulte in buona salute non dovrebbero bere più di un bicchiere standard di alcolici al giorno, il che corrisponde alla quantità abitualmente servita al ristorante: per esempio una birra piccola (3 dl con un tenore alcolico pari al 5% circa del volume), un bicchiere di vino o un grappino. Gli uomini adulti in buona salute non dovrebbero invece superare i due bicchieri standard al giorno. L'ISPA si batte per i contenitori più piccoli La birra più diffusa ha una gradazione alcolica intorno al 5%, ma sul mercato si trovano anche birre con un tenore alcolico più elevato, addirittura superiore all'11%. Anche per un uomo adulto bere ogni giorno mezzo litro di una birra così forte significa superare nettamente la quantità quotidiana raccomandata. "Con i contenitori di queste dimensioni, i produttori e i rivenditori al dettaglio favoriscono una modalità di consumo problematica", riassume Sabine Dobler, esperta di prevenzione all'ISPA. L'Istituto svizzero di prevenzione dell'alcolismo e altre tossicomanie chiede quindi che vengano promossi contenitori più piccoli e che vengano esposti in bella mostra davanti agli altri. In tal modo tutti potrebbero approfittare di una gamma più vasta di birre in contenitori di capacità più ragionevole. Accanto all'offerta vasta e disponibile in ogni momento, anche il prezzo della birra la rende particolarmente accessibile a tutte le tasche. Dal punto di vista della prevenzione si tratta di un aspetto preoccupante: le lattine di birra da mezzo litro non sono solo troppo grandi, secondo l'ISPA sono anche troppo convenienti. Di solito costano meno di una tazzina di caffè... L'ISPA in breve L'attività dell'Istituto svizzero di prevenzione dell'alcolismo e altre tossicomanie (ISPA) è imperniata sulla protezione della salute. L'ISPA intende prevenire o diminuire i problemi causati dal consumo di alcol e di altre sostanze psicoattive. L'ISPA studia e realizza progetti di prevenzione, si impegna nella politica sanitaria e nella ricerca psico-sociale. L'ISPA è un'organizzazione di pubblica utilità privata e apartitica. Il comunicato stampa è pure pubblicato nel sito dell'ISPA alla pagina: http://www.sfa-ispa.ch/index.php?IDtheme=143&IDcat24visible=1&lan Contatto: Monique Helfer Addetto stampa ISPA mhelfer@sfa-ispa.ch Tel.: 021 321 29 74

Plus de communiques: Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

Ces informations peuvent également vous intéresser: