Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

ISPA : Per combattere la stanchezza primaverile non serve "doparsi" con l'alcol

Lausanne (ots) - In questo periodo la stanchezza primaverile si fa sentire. Per reagire occorrono ricette contro la spossatezza. È inutile, però, cercare la carica nelle bevande alcoliche, anche quelle più frizzanti. L'Istituto svizzero di prevenzione dell'alcolismo e altre tossicomanie (ISPA) sconsiglia di ricorrere al "doping alcolico" per migliorare le nostre prestazioni. La stanchezza primaverile non è un'immaginazione, anche se la scienza non ha ancora chiarito esattamente le cause del fenomeno. È comunque certo che sia da ricondurre a diversi fattori concomitanti. Il passaggio dalle temperature rigide a quelle più miti non ci lascia indifferenti. Se i vasi sanguigni non si adeguano abbastanza in fretta, la circolazione perde la bussola. Di solito, in primavera il corpo risente di un apporto insufficiente di ossigeno, di mancanza di vitamine e di sostanze minerali. L'alimentazione invernale, piuttosto sostanziosa, e il poco tempo trascorso all'aria aperta completano l'opera. Il cambiamento ormonale che si verifica all'inizio della stagione calda affatica l'organismo. I sintomi della stanchezza primaverile possono essere la spossatezza, i capogiri, i cali di pressione, l'irritabilità, i disturbi del sonno e il mal di testa. L'alcol non serve a ricaricare le batterie Molti credono che l'alcol ridia slancio alle persone stanche. "Il presunto effetto stimolante di un bicchiere d'alcol svanisce rapidamente. E dopo ci si sente ancora più stanchi", spiega Jacqueline Sidler, esperta di prevenzione all'ISPA, che sconsiglia inoltre di mischiare le bevande energetiche e quelle alcoliche. La combinazione di caffeina e alcol, tra l'altro, fa sì che si percepiscano meno i sintomi di un consumo eccessivo di alcolici. In linea di massima, per darsi la carica e ritrovare le energie, l'alcol non funziona. È molto meglio uscire all'aria aperta, muoversi, seguire una dieta equilibrata e farsi un bel sonno ristoratore. L'ISPA in breve Per l'Istituto svizzero di prevenzione dell'alcolismo e altre tossicomanie (ISPA) la protezione della salute riveste un'importanza centrale. L'ISPA si prefigge di prevenire o limitare l'impatto dei problemi legati al consumo di alcol e altre sostanze psicoattive, creando e realizzando progetti di prevenzione, nonché impegnandosi nella politica sanitaria e nella ricerca psicosociale. L'ISPA è un'organizzazione privata e apartitica di pubblica utilità. Questo comunicato per i media è disponibile anche sul sito internet dell'ISPA: http://www.sfa-ispa.ch/index.php?IDtheme=26&IDcat7visible=1&langue=F Contatto: Monique Helfer portavoce dell'ISPA mhelfer@sfa-ipsa.ch tel. 021 321 29 74

Plus de communiques: Sucht Schweiz / Addiction Suisse / Dipendenze Svizzera

Ces informations peuvent également vous intéresser: